La recensione di “Ambra” di Alexia Bianchini by Evelyn Storm

ambra-225x300
Titolo: Ambra
Autrice: Alexia Bianchini
Casa editrice: La mela avvelenata
Numero pagine: 176
Trama: In uno scenario post apocalittico, la giovane Ambra, unica umana figlia di vampiri, dovrà combattere contro gli Scarn, un gruppo di non-morti che, dopo aver disseminato il terrore per tutto il pianeta, ha deciso di sfogare la sua sete di sangue con i suoi stessi simili.
Ad affiancarla ci saranno i suoi fratelli, alcuni amici e dei sopravvissuti alla strage, umani pronti a combattere per riprendere possesso del pianeta.
Recensione: Una storia particolare e davvero ben congegnata. Ambra vive segregata nella sua casa, non può uscire in giardino o dovunque voglia andare, quando ha il ciclo deve chiudersi dentro la sua stanza e non fare entrare la famiglia, la madre non mostra gesti di affetto verso di lei e i suoi fratelli… più o meno lo stesso. Inoltre, il padre li allena tutti duramente. Poi, un giorno, tutto cambia. Viene condotta a scuola con i suoi tre fratelli, ma gli altri la guardano come “un cibo che cammina” e la sua curiosità prende il sopravvento. Uscendo di nascosto da casa, la ragazza scopre anche che non è lʼunica “diversa”, nel passato ci sono stati altri come lei. Ambra è così decisa a scoprire tutti i segreti che la circondano, oltre a dover combattere contro i temibili Scarn, vampiri così potenti da essere un pericolo per gli stessi vampiri, per i mezzosangue come suo padre e per quelli come lei, umani. Tensione, morte, distruzione, tranelli per questo romanzo che non lascia tregua, se non alla fine, mettendoci anche un pizzico dʼamore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...