Intervista a Dario Villasanta (scrittore)

Buongiorno, cari lettori. Secondo voi potevo non intervistare qualcuno? Ecco, appunto. Oggi vi posto le domande che ho fatto allo scrittore Dario Villasanta. 10805531_743970962362006_3592371_n

1) Dario, chi sei nella vita?
Sono un giocherellone, un dispettoso, ma anche un polemico senza pari! Forse l’istinto di scrivere nasce proprio da questa mia vis polemica, non vi avevo mai pensato ma dovrei rifletterci su.

2) Cosa ci puoi raccontare del tuo passato?
Il mio passato è stato arricchito per la verità di molte esperienze anche davvero positive ed edificanti, bisogna dirlo, fino a qualche anno fa. Poi uno stupido alterco con un agente, un reato ancor più stupido, scelte mie in fase processuale da dimenticare e la mia odissea giudiziaria senza fine ebbe inizio: per un nonnulla pagai come fossi chissà che…

3) Come hanno influenzato le esperienze passate il tuo “mestiere di scrivere”?
Bisogna dire che il mio scrivere è sempre stato com’è adesso .Intendo dire che non sono certo migliorato grazie alle brutte esperienze. Con questo, dico solo che non avevo bisogno di tutto quello che è successo per poter scrivere in maniera tale da piacere a molte persone come succede ora. Ecco, si potrebbe discutere sul tormento interiore e sulla profondità, ma forse neppure: mi piace pensare di averli avuti già prima, il mio racconto breve ‘Freeway’, che si può trovare nella seconda edizione de ‘Il migliore’, ne sarebbe una prova.

4) Sei stato anche cantante. Questa esperienza cosa ti ha lasciato?
Cantare è stato ( ed è tutt’ora: sto incidendo un cd con una band con pezzi miei) l’esperienza più fantastica che io abbia avuto dai miei diciott’anni ai ventitré. In poco tempo mi regalò emozioni e consapevolezza dei miei mezzi come molti non potranno mai dire di aver mai provato, per quanto non abbia mai avuto palcoscenici con più di qualche centinaio di persone come pubblico. Ma tant’è, a me bastò e, chi s’accontenta gode, no?

5) Raccontaci del tuo libro “Angeli e folli”. 10808169_743970845695351_1970681629_n
Mi è sempre piaciuto definire ‘Angeli e folli’ un ‘romanzo di strada. Perché, mi chiederai? Perché è stato pensato, impostato e ‘tradotto’ su carta con i metri delle sue leggi impietose, senza troppi fronzoli, ma con un piccolo spazio lasciato all’umanità che vi si può trovare veramente, scavando a fondo nel fango. E, in realtà, proprio questo rovistare nella melma mi ha ‘spaccato’, lo ammetto. Inoltre, mi preme sottolineare che non è la mia storia, per quanto molte persone siano portate a crederlo. Ma pare che ci debba fare l’abitudine, poiché accade con qualsiasi cosa io scriva. Credo dovrò accettarlo come punto d’onore…

6) Hai progetti per il futuro?
Mi chiedi del futuro… Sai, per me il futuro è un qualcosa di molto nebuloso, non so fino a che punto arriverò ma, soprattutto, fino a che punto mi vada di arrivare. Forse proverò a pubblicare un ultimo romanzo che ho in cantiere, tra un annetto. Per il resto, a parte una presentazione a Palazzo Reale a Monza per gennaio (la data la saprò a breve) non posso neppure farli, i progetti. Ti stupirei se ti dicessi che non voglio diventare uno scrittore professionista?

7) Un sogno che ti sta particolarmente a cuore.
Uno solo?.. Beh, professionalmente confesso che la mia vera passione è sempre stato in realtà il giornalismo, ma la vita mi ha fatto godere troppo di altre cose e preparare troppo poco per poterlo rendere possibile, ma scrivo di quando in quando qualche articolo qua e là: mi basta per divertirmi e andare avanti per un po’. Non so neppure se vorrò continuare ad essere autore, figurati … Se proprio devo scegliere tra tutto invece, ti stupirò per la poca pretenziosità: sogno un posto da poter chiamare casa.

8) Un link al tuo blog o sito
Ho un blog che è un continuo cantiere in lavorazione per mia manifesta incapacità col pc, blog.libero.it/ilvillachescrive/it , vi si trovano tre dei miei racconti brevi tra l’altro e tutti i miei links. Per il resto rimando alla mia pagina facebook, che viene aggiornata almeno due volte al giorno con links e brani di mio pugno non inseriti in alcun libro : https://www.facebook.com/ilvillachescrive?ref=bookmarks

Annunci

2 commenti su “Intervista a Dario Villasanta (scrittore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...