Intervista all’autrice Emme X

Buongiorno, dopo una breve pausa in Germania, sono di nuovo qui per parlarvi di una nuova intervista. Conosciamo meglio la scrittrice Emme X.
12348297_1677566232500770_2084134313_n
1) Emme X che tipo di scrittrice è?
Sono indubbiamente una scrittrice romantica. Mi piace spaziare tra l’amore drammatico e quello ironico. Preferisco inserire un colpo di scena o qualcosa di insospettabile, in modo da stupire il lettore. I finali non devono essere banali o intuibili.

2) Nei tuoi scritti parli principalmente di amore. Come lo definiresti questo sentimento?
Metto amore ovunque, perché è un sentimento universale. Non per forza tra coppie, ma anche tra madre e figlia, tra sorelle e fratelli, per un animale … esistono tanti tipi di amore. L’amore è un sentimento estremo: ti fa sollevare in alto o ti annienta. Ti infonde coraggio o ti distrugge. Sembra che si sia già scritto troppo sull’amore, eppure c’è sempre quella storia che non è ancora stata raccontata. Ecco, vorrei fosse una delle mie.

3) Ti immedesimi nei tuoi personaggi quando scrivi o riesci sempre a mantenere una certa distanza?
Non riesco a rimanere distaccata dai miei personaggi. Li immagino nel profondo del loro essere e soffro, rido, mi emoziono e vivo avventure attraverso di essi. Questo vale sia per i personaggi maschili sia femminili. C’è una sorta di empatia che nasce con loro istantaneamente. Non potrei raccontarli se non vivessi i loro sentimenti.

4) Hai uno scrittore famoso al quale ti ispiri o da cui prendi spunto?
Ho letto talmente tanti libri che non saprei in chi identificarmi. Credo che, nel mio subconscio, abbia attinto da diversi autori. Mi piacciono le letture scorrevoli, lineari, che scivolano via con il susseguirsi degli eventi. Tutto sommato, però, ho un mio stile personale.

5) Attualmente stai scrivendo? Se sì cosa?
Sì, sono alle prese con un nuovo romanzo. È appena stato pubblicato il Prequel, un’introduzione alla protagonista Vittoria che racconta i suoi disastri amorosi e aspetta il suo Eros. Infatti s’intitola “Aspettando Eros …” Il romanzo vero e proprio, farà incontrare Vittoria e l’amore che ha sempre desiderato. Ma come? “Eros mi ha rapito!”, la dice lunga. È una storia molto romantica e un po’ insolita, a tratti divertente a tratti preoccupante. È la prima volta che scrivo una storia in prima persona.

6) Quando hai capito che la scrittura sarebbe diventata così importante per te?
Ho sempre amato scrivere. È una parte di me, un istinto animale. Fino a qualche anno fa non avevo la giusta ambizione e sicurezza. Dicevo: “Ma a chi vuoi che interessi cosa scrivo?” Quando però la storia di Stella e Andrea – del romanzo “La forza dell’amore” – si è insinuata nella mia mente con insistenza, mi sono detta: “Questa è la storia giusta per iniziare a scrivere e pubblicare”. Così ho preso coraggio e mi sono lanciata nel mondo dell’autopubblicazione.

7) Decidi di scrivere un romanzo o un racconto: come procedi?
Non ho un metodo preciso. A volte ho un solo un personaggio in mente, penso che cosa potrebbe fare, cosa potrebbe capitargli e inizio a prendere appunti sui vari episodi. Poi la storia si articola automaticamente. Altre volte ho un’idea generale della trama, come in quest’ultimo romanzo “Eros mi ha rapito!”, quindi cerco di entrare nei personaggi e creare le situazioni, i dialoghi e i pensieri. I finali cerco di renderli interessanti, perché non gradisco quelli banali, come ho già detto.

8) Quanto contano per te i giudizi dei lettori? Ti è mai capitato di essere criticata per qualche tuo scritto? Se sì come hai reagito? Quando, invece, ricevi complimenti come ti senti?
I giudizi dei lettori sono essenziali: scrivo soprattutto per loro. Quando il commento è fatto con intelligenza, ha un senso e una reazione; se viene scritto un giudizio solo per denigrare a prescindere, allora è diverso. Ho ricevuto solo un commento negativo, relativo al mio secondo libro “Quando l’amore è amore”. Ci sono rimasta male, inizialmente, perché a nessuno fa piacere ricevere commenti negativi. Però non l’ho ritenuto costruttivo e anzi, penso che la lettrice non abbia capito il senso ironico del mio romanzo. Non ha proprio accolto la protagonista svampita e goffa che ho creato. Quindi non mi sono preoccupata più di tanto: quel giudizio non dice niente di vero e ognuno è libero di esprimere la sua opinione. Non si può piacere a tutti. Invece, i giudizi positivi, fanno piacere, è inutile negarlo. Soprattutto, mi gratifica sapere che il lettore abbia capito il senso della storia, la peculiarità dei personaggi e si emozionano: ecco, entrare nel cuore del lettore è una grande soddisfazione.

9) A chi consiglieresti i tuoi libri?
A chi non vuole smettere di sognare. A chi ha una vita stressante e vuole rilassarsi a leggere un po’ di buoni sentimenti. A chi cerca la speranza. A chi vuole divertirsi. Un po’ a tutti insomma. Vorrei accontentare ogni lettore, ma non è possibile, quindi spero che chi leggerà i miei romanzi ami il genere e lo apprezzi.

10) Leggi più scrittori famosi o emergenti? Perché?
Non faccio più una distinzione tra famosi o emergenti. Per me, un libro pubblicato – cartaceo o digitale che sia – è meritevole di essere letto. Ho avuto tra le mani libri di autori famosi che hanno scritto storie inconcludenti, meravigliandomi che siano stati pubblicati ed emergenti ben scritti che raccontano storie emozionanti. E viceversa. Quindi non c’è un metro di giudizio che mi faccia prediligere uno scrittore rispetto a un altro.

Biografia: Emme X (Pseudonimo) è nata nel 1977. Vive in Sardegna, a Guspini, con il marito e la loro bambina. Da sempre amante sia della lettura sia della scrittura, solo negli ultimi anni si è sentita pronta ad affrontare il debutto come autrice. Scrivere, per lei, è un istinto animale. Da quando ha iniziato a pubblicare come self, ha continuato a scrivere senza sosta. È una sognatrice cronica e per questo ama i romanzi rosa contemporanei, i colpi di scena, gli amori struggenti e impossibili. Tra i suoi generi preferiti ci sono i Chik lit, i N/Y Adult, narrativa e qualche erotico … Dove c’è sentimento, c’è Emme X. “Romanticamente è la sua parola preferita.
I suoi romanzi:
-New adult “La forza dell’amore” 2013 (poi ripubblicato nel 2014) formato digitale.
– Chick lit “Quando ‘amore è amore” 2014; formato digitale.
– Prequel “Aspettando Eros …” 2015 (gratuito) formato digitale.
– Romanzo rosa “Eros mi ha rapito!” 2015; formato digitale e cartaceo sullo store di Amazon.
– Antologia (Gratuita) delle Dragonfly Wings, con il racconto “Una (s)volta nella vita” 2015; formato digitale.
Altri due romanzi stanno partecipando a concorsi letterari.
Al momento sta scrivendo una trilogia romantica con un percorso di crescita dei protagonisti; e, inoltre, un rosa-suspense. Il primo e il secondo volume della trilogia “The kiss trilogy” sono già online.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...