Nuove recensioni

1) “Rebecca e la sua passione particolare” di Kaimarelle Darset:
rebecca_pic
Ho preso il libro su un altro store, ma so che Amazon è uno dei più seguiti, perciò ho deciso di scrivere qui la recensione. Per essere il primo libro dell’autrice è scritto bene. Tutto è spiegato nei dettagli e non ci sono refusi che interrompono la narrazione lasciando l’amaro in bocca. La storia inizia in modo divertente, partendo dal presupposto che gli uomini non abbiano problemi a fare la pipì come le donne. Per poi addentrarsi in un tema che non ho mai trovato nei romanzi che ho letto. Rebecca ha una passione particolare proprio legata alla pipì, ma non solo. E’ spontanea, tanto da non farsi problemi di sorta nemmeno a girare nuda per casa, ma anche fuori… non si risparmia. Al contrario, il suo uomo è pudico, si vergogna di tutto, non la tocca e non la ama come dovrebbe. Sempre se si sia trattato di vero amore. E così in Rebecca c’è la voglia di evadere, di osare, di cercare altrove ciò che le manca. E trova tutto questo in un uomo conosciuto in chat, finché non scatta persino la voglia di incontrarsi, a discapito di quello che potrebbe succedere. L’incontro avviene a casa di lui, ma ci saranno delle implicazioni che Rebecca non ha messo in conto. Come saprà gestirle? Cosa ne sarà di lei?
Link: http://www.amazon.it/review/R22RJQ7ZJOWCGK/ref=cm_cr_dp_title?ie=UTF8&ASIN=B017JY1YRM&channel=detail-glance&nodeID=818937031&store=digital-text

2) “Oltre le nuvole” di Elvira Tonelli:
oltre le nuvole
Ela e la sua storia… come si fa a restare indifferenti a quello che le succede? Elvira Tonelli ha scritto un libro intenso, scorrevole, che ho sentito nel profondo. Ho anche pianto e mi sono commossa, mi sono arrabbiata, ho provato vicinanza e rispetto nei confronti di questa forte protagonista che riesce a tirare fuori la forza anche davanti alle situazioni più tormentate. Ha toccato la mia sensibilità e il mio animo. Leggetelo, se volete una lettura diversa, dove l’amore non è solo quello verso un uomo. Lo consiglio.
Link: http://www.amazon.it/review/RVV2G4ZLXHLS2/ref=cm_cr_dp_title?ie=UTF8&ASIN=B016NQLT68&channel=detail-glance&nodeID=818937031&store=digital-text

3) “Tralci della stessa vite” di Gloria Pigino Verdi.
51UtyeAoWnL__SX373_BO1,204,203,200_
La prima cosa che ho apprezzato di questa storia è stata la scrittura fluida, senza inflessioni, senza errori e virgole fuori luogo. Le descrizioni sono precise, dettagliate, altamente visive, perché permettono una “visualizzazione” mentale delle scene che via via si susseguono. Soprattutto quelle sul Piemonte, ciò significa uno studio e una conoscenza precisa dell’argomento trattato. Ovviamente anche la storia mi è piaciuta molto, specie perché narrata in prima persona dalla protagonista Matilde. Attraverso di lei il lettore non è lasciato solo a immaginarsi chissà cosa, perché tutto è spiegato in modo minuzioso. Matilde ha alle spalle un passato doloroso: un attentato si è portato via la sua famiglia. Ha solo la nonna. A cui poi sono seguite delle delusioni amorose che l’hanno spinta a trasferirsi in Inghilterra per inseguire un sogno, ma che in seguito all’ennesimo dolore hanno riportato “i suoi passi” di nuovo in Italia, dall’amore di una vita. Eppure il destino, anche questa volta, ha in serbo una sorpresa amara. Il libro è intenso, dolce, romantico, delicato, tormentato e… non è finito. La porta è aperta per una nuova futura storia che vedrà Matilde alle prese con delle scelte da fare. Avrà sempre nel cuore il “suo” Edoardo? Chi lo sa. Lo consiglio.
http://www.amazon.it/review/R3E4Q3988Q62PV/ref=cm_cr_dp_title?ie=UTF8&ASIN=B016EEHW9W&channel=detail-glance&nodeID=818937031&store=digital-text

4) “Chariza. Il soffio del vento” di Francesca Angelinelli.
Cover chariza soffio del vento
A parte diverse raccolte di fumetti non avevo mai letto un romanzo suddiviso in due libri che parlasse del mondo orientale e di una donna guerriera come Chariza. Ero curiosa, devo dire la verità, anche perché in Italia è raro trovare chi decida di addentrarsi in temi simili. Ecco, non sta a me dire se le informazioni scritte corrispondano o meno all’impero giapponese del periodo in cui la storia è ambientata, perché non ne so quasi niente, ma posso dire che ho trovato i volumi molto accurati, sicuramente frutto di uno studio approfondito unito a una grande fantasia e immaginazione. Sembra tutto molto vero, reale, senza nemmeno lasciarti il dubbio che le cose siano state un po’ diverse a quei tempi. La scrittura dell’autrice è quindi molto studiata, senza lasciare nulla al caso. Difatti non ci sono sviste. E anche le descrizioni sono ugualmente precise e ben descritte sia per quanto riguarda i personaggi che i paesaggi, cosa che non è sempre facile da fare. E’ impressionante come ogni dettaglio sia rappresentato nei minimi particolari, tanto che ti sembra di patire il freddo o la paura insieme ai personaggi. Bella anche l’idea di far difendere il piccolo Suzume, figlio del Drago D’Oro, da Chariza appunto; una degna guerriera che è attenta, furba e forte. Ma, come tutte le donne, anche lei nasconde dentro di sé una parte romantica che verrà fuori, nonostante sia preda di una maledizione e non ci siano le premesse per un futuro sentimentale roseo. Come andrà a finire? Per saperlo non mi resta che consigliarvi la lettura.
Link: http://www.amazon.it/Chariza-Il-soffio-del-vento-ebook/dp/B018M6ZM3I/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1452511194&sr=8-1&keywords=francesca+angelinelli

5) Psicofollia a scuola” di Sophia Margò.
51byefhhtbl
Mi sento di dare 5 stelle perché questo libro rappresenta una svolta nella carriera della scrittrice e voglio quindi sia un incentivo per i prossimi romanzi. Ho letto altro di Sophia Margò ma, decisamente, questo libro è il mio preferito. La storia è credibile, ben scritta, con personaggi tratteggiati perfettamente per far capire chi sono, cosa fanno e cosa provano. Magari ci si poteva aspettare più azione, più scene folli che portassero a lutti, sangue e violenza, difatti me lo aspettavo e lo temevo al tempo stesso. O magari che sul finale accadesse un colpo di scena o una situazione forte al limite della sanità mentale, ma questo credo dipenda dai gusti personali dei lettori. Attenendomi a quanto è stato scritto, mi sento di fare i complimenti all’autrice e le suggerirei di continuare su questa strada. Mi sono talmente immedesimata che, a volte, avrei voluto strozzare la coordinatrice, la qual cosa è un bene, perché significa che la sua descrizione è stata convincente. Da leggere.
Link: https://www.amazon.it/review/R2NB8A5JK3Y5OL/ref=cm_cr_dp_title?ie=UTF8&ASIN=B01J871D4C&channel=detail-glance&nodeID=818937031&store=digital-text

6) “Il regista” di Elisabetta Cametti
cover_29-il-regista_cover-fronte
Sono rimasta sveglia fino a tardi per terminare questo romanzo che, seppure abbia un certo spessore, non mi ha di certo stancata. Di solito prediligo altri generi di letture più tranquilli, ma dopo aver parlato del libro sul mio blog, ho voluto leggerlo. Ed è stato un susseguirsi di suspance, tensione e colpi di scena. Il killer della storia non è assolutamente scontato, anzi, mi ha fatto rimanere a bocca aperta perché insospettabile. Per non parlare della genialità mista a pazzia che lo contraddistinguono. Oltre alla sua spietatezza. Gli altri personaggi sono anch’essi studiati e ben delineati sia fisicamente che caratterialmente. Il romanzo è poi scritto bene, curato, senza sviste o errori, sicuramente frutto di accurate ricerche da parte dell’autrice. Inoltre non stanca, anzi, si vuole arrivare alla fine per capire chi sia il colpevole degli orrendi delitti commessi e come mai abbia scelto quel modus operandi tanto originale quanto macabro. Infine, l’ambientazione straniera, con nomi stranieri, fa pensare sia un romanzo non italiano, a sottolineare che non ha nulla da invidiare a quelli esteri. I miei complimenti a Elisabetta Cametti.
Link: https://www.amazon.it/gp/customer-reviews/R2QAIM54DR6Q5K/ref=cm_cr_arp_d_rvw_ttl?ie=UTF8&ASIN=8860526574

7) “Caino” di Elisabetta Cametti.
29_caino_elisabetta-cametti_cover_
Come Caino ha ammazzato suo fratello, così l’Artista, soprannominato Caino, uccide i suoi simili per trasformare in eterne le sue opere. Anche se a essere uccise sono ragazzine, e per rendere perfette e uniche le sue tele prende la loro pelle. Ma non è l’unico serial killer su cui Veronica Evans e i suoi colleghi devono indagare, perché in realtà Caino è legato ad altri, anche se ognuno ha un singolare modus operandi.
Una storia incredibile, studiata nei minimi particolari e scritta in maniera corretta. Elisabetta Cametti non si smentisce, ma anzi, è sempre più brava, non a caso è la regina del thriller italiano. E ha tutte le ragioni per esserlo. L’unico appunto è sul finale, che mi sembra non chiuso. Ma per il resto, il suo libro è impeccabile e prodotto da una mente superiore. Insomma, un vero romanzo scritto da un’autrice con la A maiuscola.
Il link: https://www.amazon.it/Caino-Elisabetta-Cametti-ebook/dp/B01M8MA3XK/ref=cm_cr_arp_d_product_top?ie=UTF8

8) “Il silenzio del peccato” di Linda Bertasi.

La mia recensione: Un romanzo storico ambientato nell’Inghilterra del ‘500, con protagonista una giovane di nome Jane.
Jane è povera, una plebea, ma nel corso della vita riceve le attenzioni di un duca e del re in persona. Ma se al secondo non può dire no, del primo si invaghisce, ricambiata.
Lasciata la corte, frequenta di nuovo il duca, finché non le è chiaro che l’uomo è il cognato del re, con degli obblighi verso la corona. Obblighi che non contemplano una povera contadinella come lei.
Così Jane accetta le decisioni della famiglia. Sarà felice? A questo non rispondo, lasciando a voi lettori il compito di scoprirlo.
Ma posso dirvi che, nel corso del libro, che procede per date, Jane scopre e ricorda anche episodi importanti della propria vita. C’è quindi una specie di storia nella storia, che si affianca alle reali vicende storiche che hanno coinvolto Enrico VIII e le sue donne.
Il romanzo è particolare e ben scritto, sebbene non troppo lungo. Le ricerche storiche sono minuziose. Sembra proprio di addentrarsi in quei tempi, grazie anche allo stile ricercato.
Avrete dunque capito che lo consiglio!

Il link del libro: https://www.amazon.it/silenzio-del-peccato-Senza-sfumature-ebook/dp/B01710SPJE/ref=sr_1_5?ie=UTF8&qid=1497267668&sr=8-5&keywords=linda+bertasi

Annunci