Conosciamo Angela Meloni (biografia, opere, intervista)

Buongiorno, mondo. Oggi mi sono data alle interviste. Conosciamo meglio Angela Meloni per poi leggere le sue risposte alle mie domande.
Angela Meloni lavora da diversi anni in una biblioteca della sua città, ama moltissimo leggere e scrivere. Collabora con il blog Distratta-mente di Oriana Tardo dove consiglia libri da leggere e con la casa editrice Lettere Animate dove recensisce libri. Ha un sito internet dove ospita recensioni dei libri di Lettere Animate e interviste agli autori.
Il blog di Angela: https://angelameloniblog.wordpress.com/
Ecco i libri di Angela:

Sinossi:
Ho sempre amato la parola scritta. Da bambina mi affascinava vedere parole stampate su una pagina di un libro e spesso mi domandavo, in che modo, una persona riuscisse ad inventare una storia. La mia domanda trovò risposta il giorno in cui impugnai una penna per scrivere la mia prima poesia. Da quel giorno cominciai a scrivere e più scrivevo, più mi accorgevo di quanto fosse stimolante e allo stesso tempo doloroso, riuscire a mettere la propria anima a nudo solo con una penna e un semplice foglio di carta. Nel corso di questi anni ho scritto molto e la scrittura giorno dopo giorno è diventata un rifugio. In questo libro ho raccolto le poesie più significative composte nel corso di questa mia piccola vita. E’ una sorta di diario intimo, un percorso dell’anima dove la parte più profonda di me risale in superficie attraverso i versi. Il titolo Nudità nasce proprio da questo, l’anima si spoglia fino alla sua essenza.

Sinossi:
Cercare un posto non è facile, bisogna osservare tutto ciò che ci circonda e ascoltare in silenzio ogni rumore, suono che giunge dall’esterno e dall’interno del nostro cuore e camminare passo dopo passo per sondare il terreno cercando di entrare con discrezione e gentilezza nel cuore delle persone. La ricerca della nostra felicità, dipende da come dosiamo ogni cosa. Dipende dalla nostra forza interiore e dal coraggio di metterci in gioco ogni giorno. Cercare un posto, il nostro posto ambito e prediletto, non è cosa semplice perché a volte richiede tempo, sacrifici e molta pazienza. Bisogna esser umili e coscienti di ciò che facciamo e porci domande che mettano in moto il nostro cuore e la nostra mente, proprio come dice una nota canzone di Luciano Ligabue Metti in circolo il tuo amore.
Ecco! Mettiamo in circolo il nostro amore perché la vita stessa è amore.
Non è facile amare una persona fino in fondo , accettare tutto di lei, accettare la sua storia, i suoi problemi, le sue amarezze, i suoi pregi e difetti. In questo volume dal titolo La stanza rosa, ho voluto racchiudere otto racconti incentrati tutti sull’amore in ogni suo aspetto e forma: amore fisico, amore materno, amore perfetto quello letto nei libri delle favole, amore adolescenziale e tutti i personaggi di queste storie cercano un posto incontaminato da questa società ormai insana basata sui non valori, sull’ipocrisia e indifferenza, sull’esteriorità delle cose.

Una raccolta di poesie d’amore ma anche su stati d’animo come solitudine e nostalgia.

Una storia a distanza nata in chat. Un racconto che fa sorridere, emozionare e un po’ riflettere sulle situazioni della vita.

Sinossi:
Melania è una ragazza come tante, fa la libraia nella libreria ereditata dalla nonna sita nel centro storico di una deliziosa cittadina. Ha tanti sogni nel cassetto, tra cui trovare il grande amore. Allegra e piena di vita, ogni tanto si lascia prendere dallo sconforto e dalla solitudine, ma troverà sempre l’appoggio dei suoi amici, Martin e Ines che lavorano nel bar di fronte alla libreria. La vita scorre tranquilla, ma un bel giorno succede qualcosa di inaspettato che la fa ricredere in un futuro ricco di speranze. Un romanzo dolce e potente capace di coinvolgere ed emozionare dove i miracoli, se ci credi, accadono realmente.
L’intervista
1) Come ti trovi a lavorare in una biblioteca?
Sono felice di lavorare in biblioteca perché mi permette di stare a contatto con chi ama leggere. Consiglio libri ai miei utenti e loro sono felici dei consigli di lettura che do. Ormai è diverso tempo che lavoro in biblioteca e mi definisco “soccorritrice per lettori” perché quando loro sono in crisi perché non sanno cosa leggere, io sono pronta a consigliare un libro e non escono dalla biblioteca senza un libro tra le mani.
2) Cosa leggi abitualmente? Intendo che voglio sapere da te quali sono i generi che preferisci e quelli che proprio non ti attirano.
Leggo molti libri rosa, classici, fantasy e gialli di Simenon la serie del commissario Maigret e Sherlock Holmes scritto da Doyle. Evito di leggere thriller dove gli omicidi vengono raccontati in un modo macabro e spietato.
3) Collabori con un blog. Ci vuoi parlare del tuo incarico?
Ormai è un anno e mezzo che collaboro con il blog e sono felice di parlare delle mie letture, mi fa sentire molto utile alla società. Il mio obiettivo è quello di far avvicinare sempre più la gente alla lettura.
4) Com’è lavorare con la casa editrice Lettere Animate?
Lavorare con Lettere Animate è un’esperienza unica e fantastica. Faccio parte di un team molto professionale e sono molto orgogliosa di farne parte.
5) Quando hai iniziato a scrivere?
Ho iniziato a scrivere nel 2002 partendo dalle poesie per poi passare a scrivere i racconti e romanzi.
6) Perché un lettore dovrebbe leggerti?
Non saprei, io sono molto umile. Non so rispondere a questa domanda.
7) Qual è l’ultimo libro che hai pubblicato?
L’ultimo libro pubblicato è Un regalo inaspettato. Nel 2016 l avevo pubblicato sulla piattaforma di Wattpad. Notando diversi riscontri positivi, quest’anno mi sono decisa di pubblicarlo con la Youcanprint. Lo trovate disponibile in ebook in tutti i bookstore.
8) Consigliaci un altro dei tuoi libri.
Beh li consiglio tutti: La stanza rosa che è una raccolta di racconti sull’amore, La mia penna sanguina raccolta di poesie, Pesce d Aprile in love che è un racconto. Sono tutti solo in versione digitale ebook
9) Hai progetti per il futuro?
Continuare a leggere, a collaborare con blog e casa editrice e ovviamente scrivere, scrivere, scrivere.
10) Un consiglio a chi volesse seguire i tuoi passi.
Leggere molto e scrivere tanto.

Annunci

Prima tappa del blogtour “La voce del sentimento”

Buongiorno. Ho deciso di creare un blogtour natalizio del mio libro “La voce del sentimento” con giveaway finale. Inizio io con il mio blog e vi spiegherò ogni cosa. Siete invitati anche a seguire l’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/1514125842193080/?ref_newsfeed_story_type=regular&source=1
51SkAkJx0DL__AA258_PIkin4,BottomRight,-36,22_AA280_SH20_OU29_
Questa tappa consiste in:
1) Presentazione del libro
2) Tappe del blogtour
3) Presentazione del giveaway

Presentazione del libro: “La voce del sentimento” altri non è che 4 racconti (3 romance e 1 paranormal romance) in un unico romanzo. I sentimenti sono i veri protagonisti, ma visti in un’ottica generale, non solo sentimentali. Consiste in 197 pagine e costa in promozione 0,99. E’ in vendita in tutti gli store online. La trama è la seguente: Quattro avventure in un unico romanzo. Quattro coppie seducenti e diverse tra loro, Veronica e Roberto, Daralis e Ronan, Petra e Josh, Cindy e Dylan, ma accomunate da un unico filo conduttore: la promessa di un amore “eterno”. Quattro storie con un argomento specifico, che spazia dalla vita vera al fantasy, dallʼombra alla luce, dal sentimento alla passione, dallʼItalia allʼestero.
Un grande amore spazzato via in un attimo. Un lutto sconvolgente che segna e che rischia di compromettere il futuro. Lʼossessione per un ragazzo che non cʼè più ma che ha saputo imprigionarle anche lʼanima, finché un incontro mandato dal destino aprirà uno spiraglio per la salvezza in “Ricominciare”.
Un conto aperto con il passato che non dà pace. Una memorabile avventura contro le tenebre di un nemico comune. Una dipendenza che pian piano scoppia e non abbandona in “Patto di sangue”.
Una famiglia difficile che ostacola quando il sogno di ballare non può essere sacrificato. Un viaggio che cambia tutto con i sentimenti che rivoluzionano le regole auto-imposte e non in “Destini incrociati”.
Lʼinsicurezza di vivere con coraggio unʼesistenza che non ha preso la piega voluta. La forza di un incontro che sarà lʼunica salvezza ai crucci che perseguitano in “Amore, desiderio e…ghiaccio”.

Tappe del blogtour: oltre a questa mia prima tappa, ce ne sono altre 8:
-Seconda tappa: 28 novembre su http://paolonialessandra.blogspot.it/ (estratti del romanzo)
-Terza tappa: 1 dicembre sul blog http://valeriadeluca1981.blogspot.it/ (intervista all’autrice)
-Quarta tappa: 5 dicembre sul blog http://thechroniclesofabookaholic.blogspot.it/ (presentazione dei personaggi)
-Quinta tappa: 10 dicembre sul blog http://annatognoni.blogspot.it/ (intervista a due personaggi del libro)
-Sesta tappa: 15 dicembre sul blog http://themydiarysecret.blogspot.it/ (curiosità sul romanzo)
-Settima tappa: 18 dicembre sul blog http://romance-e-non-solo.blogspot.it/ (amore e sentimenti)
-Ottava tappa: 19 dicembre sul blog http://lettoreungransognatore.blogspot.it/ (recensione del libro)
-Nona tappa: 22 dicembre sul blog http://lepassionidibrully.blogspot.it/ (proclamazione vincitore del giveaway)

Presentazione del giveaway: per avere diritto a concorrere per i premi messi in palio bisogna seguire 4 regole.
-mettere mi piace qui: https://www.facebook.com/EvelynStormautrice
-Unirsi come follower al mio blog: https://evelynstormworld.wordpress.com/
-Unirsi all’altro mio blog: http://scrivoquindisono2013.blogspot.it/
-Scrivere sulla pagina dell’evento Facebook perché vorreste leggere “La voce del sentimento”. Questo è il link: https://www.facebook.com/events/1514125842193080/?ref_newsfeed_story_type=regular&source=1
Il 22 dicembre sul blog “Le passioni di Brully” verranno estratti 2 vincitori tramite random, e il suddetto blog decreterà i nomi di chi avrà diritto ai premi.
-Premio per il primo vincitore: “La voce del sentimento” in cartaceo + segnalibro.
-Premio per il secondo vincitore: ebook in pdf “La voce del sentimento” + segnalibro.

Intervista a Federica Forlini

Oggi nuova giornata di interviste. Ecco le domande che ho posto a Federica Forlini. 10708160_10205198221139383_1592379339_n
1) Chi è Federica Forlini. Federica Forlini è semplicemente una ragazza che ha cominciato a scrivere in un periodo in cui non vedeva uno spiraglio di luce. Sai quando pensi al futuro e vedi un buco, quando non riesci nemmeno a immaginarlo? Ero uscita da scuola con le migliori speranze, ma non riuscivo a trovare lavoro. Ho cominciato a scrivere per scaricare in qualche modo la frustrazione, il senso di fallimento. A forza di sfogarmi ne è uscito fuori un libro, e poi un altro…così mi sono accorta di desiderare, che questa magia divenisse un lavoro a cui potermi dedicare per più tempo di così. Sto ancora lavorando su questo sogno, sperando in una sua realizzazione concreta.
2) Potendo scegliere, chi avresti voluto essere? Sinceramente non lo so. Posso stimare una persona per determinate caratteristiche che possiede, ma non mi sognerei mai di sostituirmi a lei. Avrei voluto essere Oriana Fallaci per la grinta, per quella forza di volontà tale da spingerla a spianare qualsiasi ostacolo. Avrei voluto essere lei soprattutto perché aveva coraggio da vendere e pochi peli sulla lingua, in un mondo in cui conta solo dire le cose a mezza bocca. Diciamo che mi affascinano le personalità che talvolta non conoscono le mezze misure, che sanno mostrare grinta. Però mi rendo conto, che alle sue grandi soddisfazioni lavorative si è affiancata una vita difficile, a tratti molto triste con disgrazie importanti. Quello non credo mi sentirei molto pronta a viverlo: ho bisogno di un’esistenza tutto sommato serena; non è da tutti gestire una colossale mole di stress psicofisico
3) Di cosa ti occupi? Oltre a scrivere libri e fanfiction a tempo perso (sì, anche io ogni tanto faccio un salto su efp e ci lancio dentro le mie idee), gestisco il mio blog “La stanza rossa” e collaboro col blog letterario “Scrittevolmente”, dove in genere pubblico recensioni di ciò che leggo e non solo
4) Essere una blogger o collaborare con un blog che soddisfazioni ti dà? Essere una blogger o comunque far parte di quel mondo anche con collaborazioni, è sempre un’esperienza molto interessante, specie perché i risultati si riscontrano subito. Da quando un libro viene scritto, passano anni dal momento in cui un lettore riesce a darti un responso. Vai avanti per pagine e pagine, senza capire se ciò che stai dicendo prenderà una buona piega o meno; il mondo del web è più rapido e facile: pubblichi un articolo e sai subito se è stato un successo o se nessuno è interessato. Da un certo punto di vista è anche meno snervante, perché l’argomento successivo potrà sempre sovvertire i risultati di un post andato male. In più fai tante conoscenze interessanti; il web è un’occasione di confronto e crescita continui, t’impedisce di finire in fase di stallo proprio per via di questi per via di questi incessanti stimoli.
5) Che legami hai con la scrittura o con il mondo letterario in generale? Leggo e scrivo da quando sono piccola, ma solo nel 2011 questa mia passione ha assunto un’importanza maggiore ed ho capito che avrei intrapreso questa strada.
Da lettrice non disdegno alcun genere in particolare, ma confesso di essere di parte: amo il dramma e gli autori che non per forza ti presentano il mondo come una realtà felice; prediligo le storie cruente in cui può anche non esserci finale, in cui non sempre tutto va bene. L’esempio più eclatante contemporaneo di questo modo di scrivere che mi viene in mente, è Margaret Mazzantini: nei suoi scritti la vita ha costantemente la violenza di un tornado sbattuto in faccia, non sempre è presente la speranza e l’atmosfera si carica di rabbia. È tutto così maledettamente reale, autentico. Chiunque può provare quella frustrazione, quella rabbia. Gradisco molto gli scrittori che sanno farti saltare il cuore in gola. Ho letto molti libri di Oriana Fallaci: lei ti fa innamorare dei suoi argomenti, rende qualsiasi cosa interessante, anche quella che non avevi valutato mai per tutta la tua vita. “Un Uomo” è il mio romanzo preferito in assoluto. Mi piace l’atmosfera di terrore sottile creata da Orwell, l’esasperazione dei sentimenti di Shakespeare, la passionalità pulsante di Goethe. “I dolori del giovane Werther” è un libro davvero intenso: ti conquista lentamente e poi ti sorprende con il colpo di grazia finale. Da scrittrice cerco di comunicare qualcosa di forte, tra le righe. Le mie storie hanno sempre un senso più profondo da cercare, ma c’è da scavare a fondo. Ho un modo di scrivere molto particolare, che non fornisce subito la soluzione ma ti dà tutti gli elementi per giungerci da solo. Per certi versi lascio quel senso di “non detto”, di rimpianto; quei silenzi assordanti che mi hanno tanto affascinata, leggendo “La solitudine dei numeri primi”, di Paolo Giordano. Lì si dicono tante cose, pur non dicendole affatto. C’è un dolore galoppante, ma è come se non sapesse parlare… e anch’io la penso così: non tutti i tipi di dolore trovano le parole. I peggiori non vedono mai la luce.
È un legame vitale, quello che ho con la letteratura. Leggendo e scrivendo, cerco qualcosa che spero di trovare, prima o poi.
6) Un messaggio per chi sta leggendo la tua intervista. Essere felici, spesso significa capire ciò che si è e diventarlo fino in fondo. La vita è troppo breve per vivere come se foste qualcun altro. Auguro a tutti coloro che leggono, di trovare il coraggio di non nascondersi. Mettersi a nudo fa paura, ma a volte è l’unica soluzione; perché l’impronta che rinunciate a lasciare nel mondo, non la lascerà nessuno al posto vostro
7) Lascia un link utile per chi voglia vedere cosa fai o possa contattarti.

https://www.facebook.com/pages/The-best-of-phrases/137906796255316?ref=ts&fref=ts

4 recensioni, l’evento e inserimenti nei blog per La voce del sentimento

Sto alternando giorni in cui parlo di me a giorni in cui sono protagonisti gli altri. Passo il tempo a scrivere, pubblicizzare, inserire, ma non solo. Le incombenze domestiche vanno fatte, badare ai figli anche, ovvio. Però mi diletto anche a fare ricerche, vedere film, pulire e tagliare i funghi, solo quelli. La polvere non mi piace, ma odio spolverare. E dovrei muovermi di più per non ritrovarmi il sedere quadrato a furia di stare seduta a scrivere. Infine, ho dei dubbi su dove piazzare i 4 romanzi che sto scrivendo o correggendo. Ci sono infinite strade e capire quella giusta non è semplice.
Veniamo a noi. Su Amazon 5 sono le recensioni. Una l’avevo già postata, le altre le inserisco ora. http://www.amazon.it/voce-del-sentimento-Evelyn-Storm-ebook/dp/B00MC6AXS4/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1411049792&sr=8-1&keywords=la+voce+del+sentimento+di+evelyn+storm

4.0 su 5 stelle Una raccolta molto bella 12 settembre 2014
Di Aura
Acquisto verificato
Questa raccolta di racconti di Evelyn Storm, mi ha davvero sorpresa. E’ stato davvero toccante e mi ha fatto anche scendere qualche lacrimuccia devo ammetterlo, specialmente il primo racconto. Spero Di poter leggere al più presto qualche altro lavoro di Evelyn.

5.0 su 5 stelle una carica sentimentale 29 agosto 2014
Di chaby
“Sentimenti e passioni in quattro sfaccettature diverse. si legge tutto d’un fiato. A volte fa sorridere, altre commuovere. non si puó non amare

4.0 su 5 stelle Un libro che colpisce al cuore 12 settembre 2014
Di Roberta
Una lettura che scalda i cuori.
Scorrevole e che si legge in fretta ma che lascia un segno.
Sentimenti a mille.

4.0 su 5 stelle Lettura coinvolgente 12 settembre 2014
Di Antonio Montieri
4 racconti intensi che, in vita o in morte, in gioia o in crisi, danno una speranza. Un invito alla positività.

E ora veniamo agli inserimenti: http://scrittevolmente.com/2014/09/18/novita-la-voce-del-sentimento-di-evelyn-storm/
http://rosiemstuart.blogspot.it/2014/09/focus-on-self-day_17.html
http://notfactsonlywords.blogspot.it/2014/09/evelyn-storm-la-scrittura-non-e-un-hobby.html?spref=fb
http://ilsovranolettore.blogspot.it/2014/09/i-nominati-la-voce-del-sentimento-di.html

Vi invito al mio evento. Oggi anche 3 estratti ripresi da uno dei racconti: Patto di sangue. Protagonisti sono Ronan e Daralis. https://www.facebook.com/events/503717666439649/537375899740492/?notif_t=like
51SkAkJx0DL__AA160_