Per la rubrica l’#intervistaallautrice intervisto Emme X

Ciao ai visitatori. Seguendo la programmazione del gruppo Facebook “Le regine del nostro mondo”, intervisto l’autrice Emme X per la rubrica l’#intervistaallautrice. Intanto ecco la cover e i dati di un suo libro. In fondo trovate anche la sua biografia.

Sinossi:
Da quando suo padre è morto ucciso, Vivien è diventata fragile e infelice. Trascina a fatica le sue giornate e vive di incubi, paure e amnesie temporanee. Suo marito, poco presente, si limita a farla imbottire di farmaci, la sua migliore amica le sta accanto come può e l’amico di famiglia è sempre pronto ad aiutarla e sostenerla. Ma ciò non basta per allontanare il pericolo che incombe su di lei. Chiunque stia tramando alle sue spalle, agisce nel buio. Ognuno di loro è la pedina di una scacchiera, mossa da una mente vendicativa e subdola. Le apparenze però ingannano e il responsabile di tutti quegli incidenti che le capitano potrebbe essere molto vicino a Vivien… L’atroce verità si nasconde nel passato di una famiglia che sembrava perfetta. Certi sbagli sono irreparabili, ma i segreti prima o poi vengono a galla…
Tresche, vendette, amori segreti e tradimenti…
Non fidarti di chi sostiene di volerti aiutare, il male si trova ovunque…
Intenso, adrenalinico, passionale
Il link: https://www.amazon.it/Non-fidarti-buio-Digital-Emotions-ebook/dp/B071WKWKVY/ref=redir_mobile_desktop?_encoding=UTF8&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85Z%C3%95%C3%91&dpID=41C2W1t%2BwPL&dpPl=1&keywords=emme%20x&pi=AC_SX236_SY340_FMwebp_QL65&qid=1508954072&ref=plSrch&ref_=mp_s_a_1_1&sr=8-1
Ecco l’intervista:
1) Emme X, cosa puoi dirci su di te?
Innanzitutto, grazie per avermi dedicato questo spazio. Cosa dirvi? Sono una persona molto tranquilla, ordinaria. Mi piace vivere serenamente accanto alla mia famiglia. Ho un marito molto paziente e una figlia che mi dà un bel gran da fare. Loro sono la mia ragione di vita. Oltre a loro, naturalmente seguo le mie due più grandi passioni: la lettura e la scrittura.
2) Che lettrice sei? Onnivora o hai delle preferenze di genere?
La lettura, per me, è un momento di pace interiore. Se devo viaggiare con la fantasia, voglio andare dove più mi piace. Quindi preferisco leggere alcuni generi rispetto ad altri. Ad esempio, non leggo storici e nemmeno fantasy. Preferisco le storie contemporanee, romantiche, ironiche, drammatiche, erotiche. Insomma, il romance in tutte le sue sfumature. Alterno i romance, con i thriller. Preferisco quelli psicologici, un po’ pragmatici e sorprendenti, misteriosi, che creano suspense. Leggo anche la narrativa che tratta temi come l’amicizia, la famiglia e altro.
3) La scrittura cosa rappresenta per te?
La scrittura è un’àncora di salvezza. Mi permette di dare sfogo ai miei pensieri, alla fantasia. Mi permette di raccontare quelle emozioni che, a volte, sono represse, inascoltate, incomprese. Attraverso la scrittura, percorro sentieri (spesso) sconosciuti. Mi avvio nei meandri della mente di protagonisti creati da me. La cosa mi affascina particolarmente. Cerco di creare storie originali, dettate dalla mente e dal cuore.
4) Quanti libri hai pubblicato?
Al momento, sono dieci. Più alcuni racconti pubblicati in antologie.
5) Che tipo di scelte hai fatto per i tuoi lavori? Ti sei affidata a una casa editrice o hai pubblicato in self publishing?
Entrambi. Ho iniziato come autrice self, commettendo i miei errori di inesperienza. Mi sono buttata un po’ senza salvagente, diciamo. Se devo paragonare i miei primi romanzi con gli ultimi, di certo c’è una crescita, una maturazione, una ponderazione di tutto l’insieme. Vuoi per la storia, per i protagonisti, per le caratterizzazioni e le descrizioni. Ne sono orgogliosa, perché dagli errori si deve imparare. Il self-publishing è stata una scuola, una “gavetta”, se vogliamo definirla così. L’ultimo mio romanzo, invece, proprio per la crescita di cui ho appena parlato, l’ho affidato a una casa editrice. Anche il mio prossimo lavoro, sarà pubblicato con una CE.
6) Quanto impieghi in media a scrivere una tua storia?
All’inizio, ero presa dalla frenesia di scrivere e far conoscere le mie storie, i miei protagonisti. Poi, con l’esperienza, ho preferito fare una scelta di qualità e non di quantità. I primi libri, li ho scritti in due/tre mesi e un altro mese per le correzioni. Adesso, procedo senza fretta. L’ultimo libro pubblicato, l’ho scritto in un anno e mezzo. Il libro che ho consegnato adesso, l’ho scritto in sette mesi. In ogni caso, non c’è un tempo standard. Ogni storia richiede un tempo diverso. Dipende dal tempo a disposizione, dalle ricerche da fare… e da tanti altri fattori.
7) Per l’editing e la copertina a chi ti affidi?
Beh, con la casa editrice, ci pensano loro. Da self, faccio da sola. Come ho detto prima, mi prendo tutto il mio tempo per correggere. Senza fretta. Voglio creare lavori di qualità e non di quantità. A volte, ho partecipato a estrazioni e ho vinto cover (che ancora non ho usato). Oppure le cerco sui siti di immagini free. Altre le ho comprate.
8) E una volta uscito il romanzo, cosa fai per farlo conoscere?
Quello che fanno un po’ tutti. Chiedo ai blog una segnalazione o recensione. Pubblicizzo sulle mie pagine, sul profilo, seguo i gruppi con le giornate stabilite per pubblicizzarsi. In effetti è un po’ faticoso stare dietro a tutto. Sono più le volte che dimentico, che quelle in cui intervengo. Magari, appena uscito, mi dedico di più a promuoverlo. Poi rallento il ritmo. Vorrei fare tante altre cose, ma il tempo scarseggia. Premetto che la parola spam non mi piace. Riporta a qualcosa di indesiderato e fastidioso. Quindi preferisco la parola, promozione o pubblicità.
9) Cosa pensi dello scrivere una storia a due?
Sarebbe bello. Sì, devo ammettere che ho pensato di farlo, ma non saprei con chi. Un po’ mi frena il fatto di condividere una storia con un’altra persona, perché sono gelosa dei miei protagonisti e li voglio tutti per me, fino a quando decido di lasciarli andare.
10) I social network aiutano?
Direi di sì. Poi si creano tanti bei rapporti con chi condivide le tue stesse passioni. Possono insegnarmi qualcosa in più e aiutarmi a crescere ancora. Ognuno, con la propria esperienza, contribuisce alla mia crescita. I social, sono una buona vetrina. Altrimenti sarebbe davvero difficile farsi conoscere. Ammetto, però, che pur essendo iscritta su tanti social, uso maggiormente Facebook.
11) Un sogno nel cassetto e un progetto a breve termine su cui stai lavorando.
I sogni sono tanti. Mi piacerebbe vedere il mio libro in tutte le librerie. Vorrei che qualche mio libro diventi un film. Vorrei continuare a scrivere ancora per molto tempo. I miei progetti sono in stand-by. Ho appena consegnato l’ultimo manoscritto alla CE, intanto ho iniziato tre storie, scrivendo i punti salienti per non dimenticare l’idea che mi frullava in testa. Adesso sono alle prese con mille ricerche. Sto leggendo molti libri sullo zen, sul buddhismo, sulla meditazione, i chakra, filosofie indiane…tutto per colpa di un personaggio che mi sta facendo innamorare e impazzire.
La biografia dell’autrice:
Emme X (Pseudonimo) è nata nel 1977. Vive in Sardegna, con il marito e la loro bambina. Da sempre amante sia della lettura sia della scrittura, solo negli ultimi anni si è sentita pronta ad affrontare il debutto come autrice. Scrivere, per lei, è un istinto animale. Da quando ha iniziato a pubblicare come self, ha continuato a scrivere senza sosta. È una sognatrice cronica e per questo ama i romanzi rosa contemporanei, i colpi di scena, gli amori struggenti e impossibili. Tra i suoi generi preferiti ci sono i thriller psicologici, i Chik lit, i N/Y Adult, la narrativa e qualche erotico …  Dove c’è sentimento, c’è Emme X. “Romanticamente” è la sua parola preferita.
Si definisce “L’autrice che sussurra i sentimenti”.

I suoi romanzi:
-New adult “La forza dell’amore”, 2013 (poi ripubblicato nel 2014).
– Chick lit “Quando ‘amore è amore”, 2014.
– Prequel “Aspettando Eros …”, 2015 (gratuito).
– Romanzo rosa “Eros mi ha rapito!”, 2015.
– Antologia (Gratuita) delle Dragonfly Wings, con il racconto “Una (s)volta nella vita”, 2015.
– Romanzo rosa Young adult “Baciarsi e dirsi addio” vol. 1, 2015
– Romanzo rosa New adult “Baciami ancora” vol. 2, 2015
– Romanzo rosa “Il bacio che vorrei (per sempre)” vol. 3, 2016
– Antologia (gratuita) Triskelledizioni “Racconti sotto l’albero 2015, con il racconto “Due cuori in tempesta”.
– Romanzo ironico-fantasy-rosa “Per amore o per magia?”, 2016
– Romanzo drammatico “Emma, la vita che non perdona”, 2017
– Romantic suspense “Non fidarti del buio”, 2017

Annunci

Esce “Non fidarti del buio” di Emme X, autrice della Butterfly Edizioni

Buon pomeriggio. Butterfly Edizioni colpisce ancora con una nuova uscita: “Non fidarti del buio” di Emme X. Ve ne parlo subito.

Titolo: Non fidarti del buio
Autore: Emme X
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Digital Emotions
Genere: Romantic suspense
Prezzo: 2,99 € (in offerta a 0,99 i primi due giorni)
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
Data di uscita: 6 giugno 2017
Link dell’ebook: https://www.amazon.it/Non-fidarti-del-buio-Emme-ebook/dp/B071WKWKVY/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1496765155&sr=8-2&keywords=emme+x
Cartaceo disponibile dal 28 giugno 2017

Sinossi:
Da quando suo padre è morto ucciso, Vivien è diventata fragile e infelice. Trascina a fatica le sue giornate e vive di incubi, paure e amnesie temporanee. Suo marito, poco presente, si limita a farla imbottire di farmaci, la sua migliore amica le sta accanto come può e l’amico di famiglia è sempre pronto ad aiutarla e sostenerla. Ma ciò non basta per allontanare il pericolo che incombe su di lei. Chiunque stia tramando alle sue spalle, agisce nel buio. Ognuno di loro è la pedina di una scacchiera, mossa da una mente vendicativa e subdola. Le apparenze però ingannano e il responsabile di tutti quegli incidenti che le capitano potrebbe essere molto vicino a Vivien… L’atroce verità si nasconde nel passato di una famiglia che sembrava perfetta. Certi sbagli sono irreparabili, ma i segreti prima o poi vengono a galla…

Tresche, vendette, amori segreti e tradimenti….

Intervista all’autrice Emme X

Buongiorno, dopo una breve pausa in Germania, sono di nuovo qui per parlarvi di una nuova intervista. Conosciamo meglio la scrittrice Emme X.
12348297_1677566232500770_2084134313_n
1) Emme X che tipo di scrittrice è?
Sono indubbiamente una scrittrice romantica. Mi piace spaziare tra l’amore drammatico e quello ironico. Preferisco inserire un colpo di scena o qualcosa di insospettabile, in modo da stupire il lettore. I finali non devono essere banali o intuibili.

2) Nei tuoi scritti parli principalmente di amore. Come lo definiresti questo sentimento?
Metto amore ovunque, perché è un sentimento universale. Non per forza tra coppie, ma anche tra madre e figlia, tra sorelle e fratelli, per un animale … esistono tanti tipi di amore. L’amore è un sentimento estremo: ti fa sollevare in alto o ti annienta. Ti infonde coraggio o ti distrugge. Sembra che si sia già scritto troppo sull’amore, eppure c’è sempre quella storia che non è ancora stata raccontata. Ecco, vorrei fosse una delle mie.

3) Ti immedesimi nei tuoi personaggi quando scrivi o riesci sempre a mantenere una certa distanza?
Non riesco a rimanere distaccata dai miei personaggi. Li immagino nel profondo del loro essere e soffro, rido, mi emoziono e vivo avventure attraverso di essi. Questo vale sia per i personaggi maschili sia femminili. C’è una sorta di empatia che nasce con loro istantaneamente. Non potrei raccontarli se non vivessi i loro sentimenti.

4) Hai uno scrittore famoso al quale ti ispiri o da cui prendi spunto?
Ho letto talmente tanti libri che non saprei in chi identificarmi. Credo che, nel mio subconscio, abbia attinto da diversi autori. Mi piacciono le letture scorrevoli, lineari, che scivolano via con il susseguirsi degli eventi. Tutto sommato, però, ho un mio stile personale.

5) Attualmente stai scrivendo? Se sì cosa?
Sì, sono alle prese con un nuovo romanzo. È appena stato pubblicato il Prequel, un’introduzione alla protagonista Vittoria che racconta i suoi disastri amorosi e aspetta il suo Eros. Infatti s’intitola “Aspettando Eros …” Il romanzo vero e proprio, farà incontrare Vittoria e l’amore che ha sempre desiderato. Ma come? “Eros mi ha rapito!”, la dice lunga. È una storia molto romantica e un po’ insolita, a tratti divertente a tratti preoccupante. È la prima volta che scrivo una storia in prima persona.

6) Quando hai capito che la scrittura sarebbe diventata così importante per te?
Ho sempre amato scrivere. È una parte di me, un istinto animale. Fino a qualche anno fa non avevo la giusta ambizione e sicurezza. Dicevo: “Ma a chi vuoi che interessi cosa scrivo?” Quando però la storia di Stella e Andrea – del romanzo “La forza dell’amore” – si è insinuata nella mia mente con insistenza, mi sono detta: “Questa è la storia giusta per iniziare a scrivere e pubblicare”. Così ho preso coraggio e mi sono lanciata nel mondo dell’autopubblicazione.

7) Decidi di scrivere un romanzo o un racconto: come procedi?
Non ho un metodo preciso. A volte ho un solo un personaggio in mente, penso che cosa potrebbe fare, cosa potrebbe capitargli e inizio a prendere appunti sui vari episodi. Poi la storia si articola automaticamente. Altre volte ho un’idea generale della trama, come in quest’ultimo romanzo “Eros mi ha rapito!”, quindi cerco di entrare nei personaggi e creare le situazioni, i dialoghi e i pensieri. I finali cerco di renderli interessanti, perché non gradisco quelli banali, come ho già detto.

8) Quanto contano per te i giudizi dei lettori? Ti è mai capitato di essere criticata per qualche tuo scritto? Se sì come hai reagito? Quando, invece, ricevi complimenti come ti senti?
I giudizi dei lettori sono essenziali: scrivo soprattutto per loro. Quando il commento è fatto con intelligenza, ha un senso e una reazione; se viene scritto un giudizio solo per denigrare a prescindere, allora è diverso. Ho ricevuto solo un commento negativo, relativo al mio secondo libro “Quando l’amore è amore”. Ci sono rimasta male, inizialmente, perché a nessuno fa piacere ricevere commenti negativi. Però non l’ho ritenuto costruttivo e anzi, penso che la lettrice non abbia capito il senso ironico del mio romanzo. Non ha proprio accolto la protagonista svampita e goffa che ho creato. Quindi non mi sono preoccupata più di tanto: quel giudizio non dice niente di vero e ognuno è libero di esprimere la sua opinione. Non si può piacere a tutti. Invece, i giudizi positivi, fanno piacere, è inutile negarlo. Soprattutto, mi gratifica sapere che il lettore abbia capito il senso della storia, la peculiarità dei personaggi e si emozionano: ecco, entrare nel cuore del lettore è una grande soddisfazione.

9) A chi consiglieresti i tuoi libri?
A chi non vuole smettere di sognare. A chi ha una vita stressante e vuole rilassarsi a leggere un po’ di buoni sentimenti. A chi cerca la speranza. A chi vuole divertirsi. Un po’ a tutti insomma. Vorrei accontentare ogni lettore, ma non è possibile, quindi spero che chi leggerà i miei romanzi ami il genere e lo apprezzi.

10) Leggi più scrittori famosi o emergenti? Perché?
Non faccio più una distinzione tra famosi o emergenti. Per me, un libro pubblicato – cartaceo o digitale che sia – è meritevole di essere letto. Ho avuto tra le mani libri di autori famosi che hanno scritto storie inconcludenti, meravigliandomi che siano stati pubblicati ed emergenti ben scritti che raccontano storie emozionanti. E viceversa. Quindi non c’è un metro di giudizio che mi faccia prediligere uno scrittore rispetto a un altro.

Biografia: Emme X (Pseudonimo) è nata nel 1977. Vive in Sardegna, a Guspini, con il marito e la loro bambina. Da sempre amante sia della lettura sia della scrittura, solo negli ultimi anni si è sentita pronta ad affrontare il debutto come autrice. Scrivere, per lei, è un istinto animale. Da quando ha iniziato a pubblicare come self, ha continuato a scrivere senza sosta. È una sognatrice cronica e per questo ama i romanzi rosa contemporanei, i colpi di scena, gli amori struggenti e impossibili. Tra i suoi generi preferiti ci sono i Chik lit, i N/Y Adult, narrativa e qualche erotico … Dove c’è sentimento, c’è Emme X. “Romanticamente è la sua parola preferita.
I suoi romanzi:
-New adult “La forza dell’amore” 2013 (poi ripubblicato nel 2014) formato digitale.
– Chick lit “Quando ‘amore è amore” 2014; formato digitale.
– Prequel “Aspettando Eros …” 2015 (gratuito) formato digitale.
– Romanzo rosa “Eros mi ha rapito!” 2015; formato digitale e cartaceo sullo store di Amazon.
– Antologia (Gratuita) delle Dragonfly Wings, con il racconto “Una (s)volta nella vita” 2015; formato digitale.
Altri due romanzi stanno partecipando a concorsi letterari.
Al momento sta scrivendo una trilogia romantica con un percorso di crescita dei protagonisti; e, inoltre, un rosa-suspense. Il primo e il secondo volume della trilogia “The kiss trilogy” sono già online.

Segnalazione “La forza dell’amore” di Emme X

Buongiorno! Ci siete? Vi segnalo un nuovo libro: “La forza dell’amore” di Emme X. 10815885_1534317836825611_1073542609_n

Titolo: La forza dell’amore
Autore: Emme X
Genere: Rosa contemporaneo (non chick lit)
Pagine: 175
Prezzo: 0.99
Formato: digitale (pdf – ePub)
Si acquista online in diversi book store: bookrepublic.it, Amazon, Ibs
Link: http://www.bookrepublic.it/book/9788868852115-la-forza-dellamore/
http://www.ibs.it/ebook/Emme-X/La-forza-dell/9788868852115.html
http://www.amazon.it/forza-dellamore-Emme-X-ebook/dp/B00HEEYXWQ

Sinossi:
Stella Ruggeri è una ragazza bella, intelligente, sensuale e molto amata. Sfoga spesso la sua insaziabile carica erotica con Paolo Melis, un amico di famiglia che lei considera come un porto sicuro a cui potersi sempre rivolgere. I due hanno un rapporto simbiotico e molto malato. Paolo c’è sempre per Stella, i due sembrano comprendere ciò che il resto del mondo non capirebbe né accetterebbe facilmente. Quello che per loro è normale, per gli altri è perversione. La migliore amica di Stella è Chiara Olla. Sono nate lo stesso giorno, nello stesso ospedale e le loro madri diventarono amiche proprio nell’occasione del parto. Le tre famiglie condividevano molte cose insieme, erano unite e affiatate. Nonostante il grande affetto di cui era attorniata, la vita di Stella subisce una svolta negativa a partire dal terribile incidente in cui perdono la vita i suoi genitori. La famiglia Olla è felicemente disposta a ospitare Stella, rimasta orfana a diciannove anni, pronta a darle tutto il sostegno e l’incoraggiamento di cui potesse avere bisogno. Anche loro soffrono per la recente perdita e credono che, insieme, potranno elaborare il lutto sostenendosi a vicenda. L’unico che sembra non essere entusiasta di avere Stella in casa, è Andrea, il fratello maggiore di Chiara. Perché ha difficoltà ad accettarla? E Paolo, è veramente l’amico giusto di cui fidarsi? Stella riceverà tante notizie che le scombussoleranno la vita, perché anche l’incidente …
Questo romanzo, nonostante accenni a sesso e perversioni erotiche, non scende nei dettagli in modo esplicito. L’autrice ha preferito tenere un linguaggio semplice e sott’inteso, piuttosto che volgare e particolareggiato. Non per motivi di vergogna o riserbo bigotto, semplicemente perché il tema principale dell’opera non vuole essere il sesso “malato”, ma la scoperta dell’amore, quello puro e sincero, abbracciato dall’unione di una famiglia meravigliosa.

Biografia:
Emme X (pseudonimo) abita in Sardegna con il marito e la figlia. Da sempre amante sia della lettura sia della scrittura, solo in questi ultimi anni si è sentita pronta ad affrontare il debutto come autrice. Dice: “scrivere, per me, è un istinto animale”. La forza dell’amore è il suo primo romanzo, scritto nel 2013 e poi modificato recentemente. Il suo ultimo romanzo è Quando l’amore è amore, disponibile in formato digitale. Emme X è anche una blogger, dove si diletta a recensire i romanzi che legge su romanticamentelibri.blogspot.com