Due uscite Butterfly Edizioni: “Nessuno è intoccabile” di Thomas Melis e “Attendi l’arcobaleno” di Jessica Verzeletti

Buongiorno. Sto ultimando il mio prossimo libro, così devo rimettermi in pari. Ecco due uscite di Butterfly Edizioni: “Nessuno è intoccabile” di Thomas Melis e “Attendi l’arcobaleno” di Jessica Verzeletti.

Titolo: Nessuno è intoccabile
Autore: Thomas Melis
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Noir
Collana: Digital Emotions
Data di uscita: 27 aprile ebook / 14 maggio cartaceo
Già in Pre-ordine sul nostro store: http://www.blomming.com/mm/ShopButterflyEdizioni/items/nessuno-%C3%A8-intoccabile
Prezzo: 2,99 € ebook / 15,00 € cartaceo
Attenzione: i prezzi potrebbero subire delle modifiche
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
Link: https://www.amazon.it/Nessuno-intoccabile-Thomas-Melis-ebook/dp/B07CPJGBP2/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1526904566&sr=8-1&keywords=nessuno+%C3%A8+intoccabile
Sinossi:
In una Sardegna nascosta dove mare e montagna si fronteggiano, due famiglie malavitose combattono una guerra senza tempo in nome di un codice antico. Vissente Degortes e il Castigliano vogliono imporre un dominio di sangue sulla provincia di Porto Sant’Andrea, spazzando via la fazione avversaria dei Corràsi. Lungo la loro strada incontrano Giovanni Fenu, un politico ambizioso fedele a un imperativo: cogliere le occasioni che la vita regala. La discesa negli inferi della violenza più spietata. Il dovere della vendetta. I rapporti con le organizzazioni criminali nazionali, la politica in cerca di voti e la speculazione imprenditoriale senza scrupoli. In una terra che non vuole padroni e dove vale una sola regola: nessuno è intoccabile.


Titolo: Attendi l’arcobaleno
Autore: Jessica Verzeletti
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romanzo rosa
Collana: Love self
Prezzo: 1,99 € [Attenzione: il romanzo resterà in offerta a 0,99 € per tutto il mese di maggio]
Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
Data di uscita: 16 maggio 2018
Link: https://www.amazon.it/Attendi-larcobaleno-Jessica-Verzeletti-ebook/dp/B07D3RT7XQ/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1526904707&sr=1-1&keywords=attendi+l%27arcobaleno
Sinossi:
Ha visto il suo matrimonio andare in frantumi, il suo uomo preferire una donna più giovane e ora Dana deve trovare la forza per andare avanti. La sua unica ragione di vita è il figlio Samuel. Ma il passato non fa sconti a nessuno e torna a darle il tormento: Joe, il suo ex marito, è in cerca di vendetta e vuole toglierle l’affidamento del bambino. In una posizione di potere, grazie al suo lavoro e alle sue conoscenze, farà di tutto per metterla in cattiva luce. Dana però non è disposta a rinunciare al suo bene più prezioso e non ha intenzione di arrendersi tanto facilmente. Farà tutto il necessario per proteggere il piccolo e liberarsi da quell’uomo che credeva di conoscere, perché non c’è nulla che possa fermare l’amore di una madre.

Annunci

E’ uscito “Vorrei essere te” di Evelyn Storm

Ciao a tutti, in mezzo a tanti libri, è giusto che anche io pubblicizzi uno dei miei. Oggi è uscito “Vorrei essere te”.
cover vorrei ok
Titolo: Vorrei essere te
Autore: Evelyn Storm
Genere: giallo psicologico misto a un pizzico di noir e di romance suspense.
Pagine: 218 in A5
Prezzo per l’uscita: 0.99
Sinossi: Da quando è cresciuta, Elena vive nellʼombra della bellissima sorella Eva. Quella di trasformarsi in lei, o di essere lei, è unʼillusione irraggiungibile. E, quando si invaghisce del suo seducente ragazzo, la sua vita prende una piega inaspettata. Di Andrea Elena è attratta, ma lui rappresenta anche una sottile vendetta sulla sorella maggiore.
A causa del suo atteggiamento strano, Elena viene derisa dai compagni di classe e presa di mira da uno di loro. Pian piano, però, il numero che le scrive non è il solito. Le arrivano così dei messaggi misteriosi che la perseguitano, tanto che più che il colpevole non si conosce. In poco tempo la sua vita viene sconvolta dalla paura, il suo equilibrio si sgretola e lʼanima precipita in un abisso oscuro, perché il gioco si trasforma in qualcosa di spietato, mentalmente e fisicamente.
Un romanzo dallʼesito inaspettato in cui luci e ombre si alternano. Una storia attuale di violenza, dove lʼobiettivo essenziale della protagonista diventa quello di sopravvivere alla cattiveria altrui, non del tutto immotivata, secondo la mente del colpevole. O dei colpevoli.
In tutto questo, Elena deve anche tentare disperatamente di non lasciarsi andare alla gelosia malata che prova per Eva, a cui è convinta non potrebbe mai succedere quello che tormenta lei.
Link: https://www.amazon.it/Vorrei-essere-te-Evelyn-Storm-ebook/dp/B01HEZBC8W/ref=sr_1_8?ie=UTF8&qid=1466608069&sr=8-8&keywords=evelyn+storm

Recensione di “I figli dell’ombra” di Cassandra GREEN più intervista

Ciao, oggi voglio scrivere la recensione sul libro “I figli dell’ombra” di Cassandra GREEN. Completerò il tutto con una bella intervista all’autrice.
412eloAaPNL__SX367_BO1,204,203,200_
Il libro lo trovate qui:
http://www.amazon.it/I-figli-dellombra-Cassandra-GREEN-ebook/dp/B01BEJ9KCO/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1456216974&sr=8-1&keywords=cassandra+green
SINOSSI: Quando durante una corsa mattutina un giocatore di Football, si imbatte nel cadavere della piccola Flo Gomez scomparsa il giorno prima, Victor Bell teme che quello sarà l’inizio di una serie di macabri delitti. Il suo intuito di poliziotto non sbaglia e il ritrovamento di altri corpi sarà per lui un’ulteriore conferma che quanto raccontatogli da suo padre era vero.
Intanto la vita degli abitanti di Whitesouls scorre come da copione. Ognuno impegnato a svolgere i proprio doveri, così come il reverendo Morales ha imposto loro di fare per essere un bravo cristiano, per entrare nelle grazie di Dio.
Quello che nessuno immagina è che un’oscura e antica presenza da sempre attratta dalla loro ipocrisia e falsità è tornata per spingere sette anime scelte per l’occasione alla dannazione eterna.
Bell dovrà dare prova di grande fede per riuscire a scacciare i demoni che abilmente stanno contaminando i cuori dei suoi compaesani e quando tutto sembrerà ormai perduto tre portatori di luce accorreranno in soccorso dei “Giusti”.
Ma tutto ciò basterà ad estirpare il male dall’apparente tranquilla cittadina di Whitesouls?

LA MIA RECENSIONE: Whitesouls è abitata da cittadini che, apparentemente, sono buoni cristiani. Ognuno non trasgredisce o, se lo fa, porta avanti le proprie malefatte in privato. Ma un giorno arrivano tre fratelli a sconvolgere l’esistenza di tutti. In realtà non sono umani come gli altri, sono demoni con l’intento di rovinare alcune anime e indurle a compiere omicidi e altri peccati. Quando leggi, ti sembra di essere in una vera piccola cittadina dove tutti si conoscono. Ci sono tanti personaggi, ma si riesce tranquillamente a star dietro alle vicende di ciascuno. Le descrizioni sono meticolose e aiutano a capire meglio tutte le sfaccettature gotiche e noir di questa storia. Non sono riuscita a smettere di leggere, anche se a tratti è inquietante. Ma è un punto in più a favore dell’autrice che soddisfa le aspettative che il lettore si pone dopo aver letto la trama.

L’INTERVISTA ALL’AUTRICE
1) Come mai hai scelto un genere tanto forte?
In realtà non l’ho scelto. Ho avuto l’idea di ambientare tre demoni all’interno di un liceo, da qui la mia testa ha cominciato ad elaborare un’infinità di trame diverse. Io mi sono limitata a scegliere quella che risultasse il più originale possibile.

2) Cosa c’è di autobiografico nei tuoi libri?
Un po’ sì, e un po’ no. Ogni personaggio ha qualcosa affine con me. Nello stesso periodo in cui ho scritto il romanzo avevo un piede rotto. Essere bloccata a letto per tanto tempo mi ha aiutato a sentire meglio il dramma di Constant Young, per chi non ha letto il romanzo Constant è su di una sedia a rotelle.

3) Qual è il personaggio che hai amato descrivere di più ne “I figli dell’ombra”?
Nicholas Perry detto Thor. È bello, dolce. Un vero principe azzurro con una bellissima aura.

4) Ci sarà un seguito con magari alcuni dei personaggi dell’altro libro?
No comment. Scherzo. Forse, ci sto lavorando. Io sono una persona estremamente meticolosa, se non sono sicura di aver scritto un buon romanzo non pubblico, quindi per ora non mi pronuncio in merito.

5) Se dovessi suggerire ai lettori di comprare il tuo romanzo, cosa diresti loro?
Di dare al libro un’occasione. Però in realtà non credo che ci sia un modo per convincere qualcuno a leggere quello che scrivi, soprattutto perché spesso di incappa con delle teste dure e piene di pregiudizi.

Intervista vip: Theresa Melville (autrice Mondadori e non solo)

Sono felice di ospitare un’altra autrice conosciutissima: Theresa Melville. terri MN cover charlene
Di seguito posto le domande che le ho fatto:
1) Hai scelto come nom de plume Theresa Melville. Come mai?
Anzitutto ti ringrazio, Evelyn, per l’opportunità di presentare il mio lavoro su Evelynstormworld.
Ho scelto lo pseudonimo Theresa Melville a testimonianza della mia ammirazione per l’immenso Melville e per il suo Moby Dick, un romanzo che ha segnato il mio percorso di scrittrice. Nel 1994, quasi per scommessa inclusi il nome di Theresa Melville tra i cinque che proposi per il mio esordio in Mondadori, certa che non sarebbe stato scelto proprio a causa del palese riferimento. Andò diversamente e ne fui felicissima. A vent’anni da allora posso dire che, tra i tanti pseudonimi adottati, Theresa Melville è quello che più mi rappresenta.

2) Sei stata cronista sportiva, copywriter e responsabile del settore comunicazione della Yves Saint Laurent Italia, ma hai definito la scrittura il tuo obiettivo principale, la professione più voluta. E ancora così?
Più che mai così. La Scrittura è una delle mie priorità; è la mia professione, ma influisce molto anche nel privato. Rappresenta un traguardo in continuo movimento, ora come ai tempi della mia primavera di autrice. Lavorare in diversi ambiti della scrittura mi è servito per accumulare esperienza e prepararmi ad affrontare la narrativa. Occuparmi di giornalismo, dirigere l’ufficio stampa e le pubbliche relazioni di una grossa multinazionale della moda e viaggiare spesso, tutto ciò ha significato costruire solidi supporti per la mia creatività.

3) Come sei arrivata a pubblicare con editori importanti?
Come spesso accade in questi casi, diversi fattori hanno concorso al raggiungimento dello scopo, ma alla base c’era l’ostinata volontà di vivere del mio lavoro. Non ho collaborato solo con editori importanti. Ho accettato compromessi pur di pubblicare; mi riferisco agli erotici estremi dei miei esordi, romanzi che non mi entusiasmavano, pur costituendo un’ottima palestra di scrittura. La svolta avvenne grazie alla Curcio. Il primo contratto, negli anni ottanta, me lo procurai chiamando il numero di telefono riportato sul colophon di un romanzo Bluemoon. Telefonai per sapere se accettavano manoscritti in visione; la redattrice mi chiese di raccontarle la trama del romanzo che intendevo proporre e, poiché un soggetto pronto non lo avevo, lo inventai sul momento. Da quel soggetto sviluppai il mio primo Bluemoon.
In Mondadori arrivai nel 1994 con una discreta esperienza nel rosa e nell’erotico. Un collega mi indirizzò all’agenzia Grandi e Associati che cercava autrici per una nuova collana di romance storici. Mandai due sinossi che vennero accettate. Da allora, per vent’anni, ho pubblicato nelle collane da edicola Mondadori.

4) Qual è il bilancio fino a questo momento? terri
Mi risulta difficile fare bilanci; mi pare non sia mai il momento giusto, perché sono costantemente tesa verso il nuovo. Molto positiva è la sensazione di aver acquisito consapevolezza del mio mestiere, tanto da poter fare a riguardo scelte azzardate e complesse. Tornando alla tua domanda, direi che il bilancio è in attivo, con prospettive interessanti.

5) Hai ancora un sogno nel cassetto in ambito letterario?
Vorrei che da un mio soggetto venisse tratto un film. Trovo esaltante l’idea di vedere i miei personaggi nei panni di attori che interagiscono sul set. Mi piacerebbe osservare gli sceneggiatori al lavoro, magari imparare nuove tecniche di scrittura.

6) Se dovessi consigliare alle autrici esordienti ed emergenti un percorso da seguire, quale sarebbe?
Consiglierei di non disperdere le energie, di prefiggersi un obiettivo alla volta, mi riferisco a un soggetto, e costruire su quello meticolosamente andando per gradi, facendo sinossi e scalette dei capitoli. Eseguire una scrupolosa disamina della trama per tradurla in scaletta, non è fatica sprecata: è la base della scrittura professionale. E poi ci sono le buone letture. Per gli autori, leggere non può, non deve, essere solo un piacevole svago. La lettura è uno strumento indispensabile per maturare lo stile e affinare le tecniche dello scrivere. A mio avviso, non esiste laboratorio di scrittura che valga quanto la ponderata lettura dei testi dei Maestri, quelli del passato quanto i contemporanei.

7) Parlaci della trilogia dei Tourangeau. Com’è nata l’idea e chi ti ha ispirato?
Mi ha ispirato un periodo storico che trovo particolarmente suggestivo, quello della Rivoluzione francese, e insieme l’idea di un personaggio femminile sfaccettato, non privo di contraddizioni. Cornélie Danterre de Tourangeau è una donna che agisce d’impulso e si tortura poi nel dubbio, volubile e avventata nelle scelte, la protagonista perfetta per una storia di grande respiro, per la saga che da sempre avevo in animo di scrivere. La trilogia è stata concepita fin dall’inizio nella sua interezza. Mi sono calata per oltre tre anni nel medesimo scenario, convivendo con i protagonisti come fossero miei compagni d’avventura. Scrivere la storia dei Tourangeau è stata l’esperienza più emozionante della mia carriera.

8) Negli ultimi anni ti stai dedicando al noir. Ci parli di questa tua produzione alternativa al romance? 
E’ stato inevitabile, per me, dopo tanti anni trascorsi a scrivere di amori a lieto fine, passare a raccontare sentimenti diametralmente opposti, quelli che si condensano nel lato oscuro dell’animo umano. Per quanto si tenti di ignorarlo, relegandolo in remoti anfratti della mente, quel lato oscuro esiste in ciascuno di noi, e condiziona la nostra vita, si impadronisce delle sensazioni, le manipola, le cambia. Questa contaminazione è il fulcro de “L’amore obliquo”, il mio primo noir. Il romanzo non è al momento in vendita essendo in atto il cambio dell’editore, ma tornerà disponibile a breve. Una perversa, duplice valenza del rapporto amoroso impregna il mio racconto “Progetti per il futuro” edito da MilanoNera Ebook. La storia di Emma è dura, dolorosa; l’ho immaginata per dare voce alle tante vittime dei legami letali, donne che soccombono, logorandosi nella solitudine e nella vergogna.
Il passaggio dal romance al noir non è stato indolore. Mi sono trovata in difficoltà sul piano emotivo, perché scandagliare con distacco certe problematiche è quasi impossibile, e sul piano tecnico, in riferimento all’elaborazione di linguaggio e strutture narrative per me del tutto nuove. Un’operazione impegnativa, ma di sostanziale importanza per affinare tecnica e stile. coverProgetti

9) Il link di acquisto di un tuo romanzo.
Il link è quello di Amanti perduti, edito ne I Romanzi Classic Mondadori. Lo propongo come buon auspicio per un evento che potrebbe realizzarsi a breve: l’arrivo di Theresa Melville in libreria. Con questo concludo e ti ringrazio per l’ospitalità, carissima Evelyn, e mando un affettuoso abbraccio a te e alle lettrici.

http://www.amazon.it/perduti-Romanzi-Classic-Theresa-Melville-ebook/dp/B005SZ51EC/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1414823111&sr=8-1&keywords=amanti+perduti+melville

Grazie a te, Theresa.