La tana dei libri sconosciuti recensisce “Le note del destino” di Evelyn Storm

Ciao a tutti. Torno a pubblicare una recensione al mio libro. Questa volta si tratta di “Le note del destino”, a opera di “La tana dei libri sconosciuti”.

Titolo: Le note del destino
Autrice: Evelyn Storm
Genere: romantico
Caratteristiche: 197 pag. – formato digitale
Trama: Kyra e Tomas sono due ragazzi; rincorrono con successo il sogno di ballare e cantare. Si piacciono, si amano, vivono addirittura insieme! Cosa potrebbe frenare il loro idillio d’amore? Un piccolo particolare: sono fratellastri.  Fra mille contrasti da parte della famiglia e degli amici, nonostante le rivalità, riusciranno a godersi la loro relazione?
Scopritelo nella versione aggiornata e completa de “Le note del destino”, innamoratevi insieme a loro.
Link del libro: https://www.amazon.it/note-del-destino-Evelyn-Storm-ebook/dp/B00U7HGGDQ/ref=sr_1_5?ie=UTF8&qid=1513253395&sr=8-5&keywords=evelyn+storm
Link della recensione:
http://tanalibrisconosciuti.altervista.org/le-note-del-destino/
Recensione della Tana:
Le note del destino è un romanzo di Evelyn Storm che ho avuto il piacere di leggere in formato e-book. Ringrazio ancora l’autrice per avermelo passato, è stata una lettura davvero piacevole
In questo inizio di recensione, vorrei subito parlare di come abbia trovato il romanzo sia scorrevole che ben scritto dal punto di vista delle tematiche trattate. Queste molto delicate in alcune punti – come la crescita dei due personaggi e la scoperta di un amore da molti proibito e per questo reso ancora più difficile – sono affrontate in modo maturo e consono allo stile dell’autrice, di cui ho letto anche il precedente romanzo La voce del sentimento, che consiglio con gioia.
Nonostante le molte note di originalità del testo non sono riuscita a non farmi venire in mente in alcune parti i protagonisti del telefilm ‘I Cesaroni’. Non potete negare che alcune cose descritte nel libro, proprio a partire dall’amore visto all’inizio come tabù dalla stessa famiglia dei due fratelli acquisiti (e senza legami di sangue diretti) siano di rimando alla storia di amore tra Marco e Eva, anche se nel romanzo come è giusto che sia non ci sono riferimenti al telefilm o personaggi presi in prestito. Il collegamento è qualcosa che mi sono sentita di nominare perché, secondo la mia opinione, a chi è piaciuto il telefilm, soprattutto quell’aspetto dell’amore difficile da vivere, amerà questo romanzo di Evelyn Storm!
Oltre a questo, il romanzo è diretto a chi ha una grande passione, una di quelle che si cerca di portare a termine ad ogni costo. In questo caso sono danza e ballo, ma credo che quando Evelyn mi ha parlato delle grandi passioni che muovono coloro che davvero ci credono, il suo invito fosse aperto ad ogni sogno dei suoi lettori. Un’altra mia considerazione personale sui personaggi è che nella descrizione non sembrano avere l’età che l’autrice dà loro. Mi spiegherò ora meglio prendendo Thomas come esempio. Di lui, Evelyn, afferma essere diciasettenne e lo fa tramite delle informazioni come la scuola, la sua preparazione alla maturità, ma nel modo in cui si comporta, quel suo modo di pensare, me lo fa idealizzare in qualcuno di più grande. Come detto sopra questa è una nota soggettiva. Solo che a diciassette/diciotto anni i ragazzi non sembrano, per lo meno quelli che vedo io, mai così sicuri e presi dalle proprie decisioni. E’ anche vero che che fare di tutta l’erba che si ha un solo fascio è sbagliatissimo… perciò qui magari sbaglio io.
Continuando a parlare dei personaggi sono rimasta esterrefatta (non ho ancora capito se in senso buono xD) al mio incontro con i nomi Yoshie e Riku. Ammetto che all’inizio non avevo ben capito che fossero giapponesi, di conseguenza non capivo come nomi del genere potessero c’entrare senza la possibilità di una spiegazione insieme a tutti quei nomi italiani. Poi ho collegato, se Yoshie è giapponese e Riku è sua sorella, logico che lo è pure lei!
A volte quando Thomas e Kyra (i due protagonisti) si ritrovavano riuniti con gli amici di entrambi ho trovato difficile riuscire a seguire tutte le dinamiche e le varie conversazioni perché entravano in gioco davvero molti personaggi diversi tra loro e importanti quasi allo stesso modo per la comprensione totale delle vicende. A proposito di Thomas e Kyra, complimenti per la divisione in pov e per la scelta di comunicare al lettore ogni qualvolta si entrasse nella logica, nel punto di vista di uno dei due. La cosa che non mi è chiara, e forse Evelyn in un commento qui sotto potrà spiegare, è la decisione di riscrivere il nome dello stesso narratore anche due o tre volte di seguito. Difatti mi sarei aspettata di vedere il cambiamento di nome solo quando si cambiava il punto di vista e non anche quando narrava la stessa persona ma con scarto di tempo. Anche perché – l’autrice mi correggerà se sbaglio – in altri casi ha scritto in corsivo che so ‘di sera’ – ‘più tardi’ – ‘un’ora precisa’per indicare appunto lo scarto di tempo tra un momento e l’altro delle confidenze dei due protagonisti. Perciò il vedere in grande il nome di Thomas o Kyra, anche quando continuavano poi a parlare loro, mi ha fatto confusione…
Tornando a parlare della scorrevolezza del romanzo, come detto in principio, vorrei sottolineare il fatto che a parte queste accortezze di stile per cui ho dovuto frenare alcune volte la lettura, ho trovato delle sviste di battitura che vorrei qui segnalare non per infierire sull’autrice ma semplicemente perché credo che questo sia uno dei mie compiti di recensore. Se Evelyn vuole trasformare il suo e-book in un cartaceo, è giusto che le dica queste cose, naturalmente con tanto affetto e gli auguri migliori che le possa farle per le sue pubblicazioni.
Proprio all’inizio del romanzo, dove è Kyra che inizia parlare alla riga sei ho trovato un ‘… vuoto che…’  tutto attaccato ed essendo all’inizio della storia si nota molto e sempre in questa prima pagina ho scorto un ‘troviato’ al posto del corretto ‘trovato’. L’ultima cosa che ho da segnalarti è un ‘… se continua…’ scritto attaccato all’inizio della pagina ottantacinque (del mio ebook reader).
P.S. Il tutto è stato corretto già da tempo. Avendo rifatto la versione. 😛
Sono tutti accorgimenti che possono sfuggire, per questo cerco sempre di far leggere ciò che è mio e che poi pubblico a delle persone che poi mi dicono quello che noto. Ripeto: sono delle sottigliezze. La maggior parte dei lettori non le avrà nemmeno notate e non le segnalo all’autrice per essere pignola ma nella speranza di esserle utile con la mia recensione. Detto questo credo di aver detto tutto ciò che avevo in mente e che mi ero appuntata per il mio parlare di questo romanzo.
Le note del destino in poche parole: è stata una lettura piacevole e sono convinta che a chi è amante delle storie d’amore – non vi dico se il lieto fine è presente o no – questa storia prenderà davvero molto!
 
-Hanna M.

Annunci

“La tana dei libri sconosciuti” ha recensito un mio romanzo

Buongiorno. A parte il fatto che non vedo l’ora di rivoluzionare ancora questo blog, datemi tempo e sarà fatto, oggi vi parlo di qualcosa che mi riguarda. “La tana dei libri sconosciuti” ha recensito uno dei miei romanzi. Volete sapere quale e cosa hanno detto? Vi accontento.

Titolo: La voce del sentimento
Autore: Evelyn Storm
Genere: Romantico
Caratteristiche: 274 pagine – formato kindle
Link Amazon: https://www.amazon.it/voce-del-sentimento-Evelyn-Storm-ebook/dp/B00US77VQQ/ref=sr_1_7?ie=UTF8&qid=1510139027&sr=8-7&keywords=evelyn+storm
Link recensione: http://tanalibrisconosciuti.altervista.org/la-voce-del-sentimento-evelyn-storm/
Trama: Quattro avventure in un unico romanzo. Quattro coppie seducenti e diverse tra loro, Veronica e Roberto, Daralis e Ronan, Petra e Josh, Cindy e Dylan, ma accomunate da un unico filo conduttore: la promessa di un amore “eterno”. Quattro storie con un argomento specifico, che spazia dalla vita vera al fantasy, dallʼombra alla luce, dal sentimento alla passione, dallʼItalia allʼestero.
Un grande amore spazzato via in un attimo. Un lutto sconvolgente che segna e che rischia di compromettere il futuro. Lʼossessione per un ragazzo che non cʼè più ma che ha saputo imprigionarle anche lʼanima, finché un incontro mandato dal destino aprirà uno spiraglio per la salvezza in “Ricominciare”.
Un conto aperto con il passato che non dà pace. Una memorabile avventura contro le tenebre di un nemico comune. Una dipendenza che pian piano scoppia e non abbandona in “Patto di sangue”.
Una famiglia difficile che ostacola quando il sogno di ballare non può essere sacrificato. Un viaggio che cambia tutto con i sentimenti che rivoluzionano le regole auto-imposte e non in “Destini incrociati”.
Lʼinsicurezza di vivere con coraggio unʼesistenza che non ha preso la piega voluta. La forza di un incontro che sarà lʼunica salvezza ai crucci che perseguitano in “Amore, desiderio e…ghiaccio”.
Recensione della Tana:
Molto spesso l’amore viene visto o in bianco o in nero, sembra perdere i propri coloro nel vento. Ma c’è chi crede che anche altre tonalità possano interessare il cuore che batte. Non posso sapere, voi che leggerete questa recensione, da che parte state di questa considerazione. Ma credo di poter intuire dove si colloca il pensiero di Evelyn Storm. Mi chiederete come posso saperlo! Evelyn è la scrittrice di ‘La voce del sentimento’, un romanzo trattante di quattro storie d’amore accomunate dalla promessa di un amore eterno. Un amore che può essere raggiungibile anche se sul suo cammino incontra molti ostacoli e burroni.
Forse sarebbe bello se nella vita reale fosse davvero così, e Evelyn permette alle più romantiche di sognare un lieto fine, qualcosa che non è mai scontato e a volte non abbastanza cercato. Non è importante il luogo dove l’amore nasce e si sviluppa, che sia vita reale, mondo fantasy, in Italia o all’estero, il cuore se decide di battere non lo ferma nessuno…
Il romanzo si divide, dunque, in quattro parti in cui, la prima, ‘Ricominciare’ è ambientata nella vita reale. Naturalmente nel parlare della storia ideata da Evelyn, nominerò il necessario per scrivere la recensione, cercando di non cadere negli spoiler. Per prima cosa è giusto che sappiate che dopo ‘Ricominciare’ si susseguono in ordine ‘Patto di sangue’ – fantasy – ‘Destini incrociati’ e ‘Amore, desiderio e… ghiaccio’.
Spero di avervi, anche con i semplici titoli, incuriositi un po’
Parlando di tecnicismi, ora mi concentrerò sullo stile, la grammatica e la caratterizzazione dei personaggi che Evelyn ha potuto mostrare di sé tramite il romanzo. Lo stile è risultato essere molto scorrevole. Nonostante i vari avvenimenti e i cambi di personaggi e ambientazioni, si scorge come la storia sia stata scritta dalla stessa persona. Questo può sembrare scontato, ma delle volte chi non ha ancora sviluppato un proprio stile, può non mantenere lo stesso andamento per tutta la durata della storia. Essendo la grammatica molto buona e curata, inoltre, si arriva ogni volta alla fine dei capitoli senza aver scorto sviste e/o errori.
I personaggi che Evelyn ha creato per ‘La voce del Sentimento’ sono molteplici e credo lei sia riuscita nell’intento di dare ad ognuno di essi qualcosa di differente dal precedente o dal successivo. Non si tratta solo di conoscere una storia d’amore, un uomo e una donna che scelgono di stare insieme per sempre (possibilmente verso il vissero felici e contenti) ma di vedere il loro agire incrinare chi gli sta accanto e il comprendere come il non essere soli al mondo potrebbe creare dei problemi. Non essere soli non per la presenza di altri umani, già difficile si per sé, ma anche per l’essere braccati da creature sovrannaturali non rende certo facile il fiorire di un amore.
Ho provato a pensare se, nel leggere, avessi trovato un capitolo rimastomi nel cuore più di un altro. Credo che non sia successo perché ogni storia ha qualcosa da insegnare a noi lettori.  Anche se la prima di tutte, la storia di Roberto mi ha lasciato l’amaro in bocca. Andandola a leggere scoprirete come va a finire un grande amore, perciò cercherò di dire del mio amaro senza spoilerare troppo. Ho visto il continuare di un amore in un modo un po’ forzato, la perdita è sempre qualcosa che fa male, che non si perdona nemmeno alla persona che perde la vita, ma il far entrare nella nostra vita una persona così simile, forse troppo, a chi si è perso, sinceramente, mi farebbe paura, rendendo anche quel sentimento strano e forse sbagliato. Mi chiedo come sia possibile che questo ragazzo, addirittura con lo stesso nome, possa esistere già prima che l’originale Roberto se ne andasse? Non riesco a comprendere questo… Sono anche convinta che potrebbe essere un mio problema, non sono una lettrice accanita di storie d’amore perciò, forse, può sfuggirmi il nesso. E’ anche vero che al mondo esistono ben sette sosia di ogni persona con caratteristiche fisiche e caratteriali simili… magari ci si stava riferendo a quello… mia fonte google l’illuminante xD
In conclusione, credo di aver terminato ciò che volevo dire del romanzo. Lo consiglio a chi ama farsi emozionare fin nel profondo da una vera, anzi da quattro vere e spontanee storie d’amore. A chi non ha paura di lasciar trasparire le proprie emozioni. A chi ama l’amore.
-Hanna M.

 

Uscita “Dimmi che resterai” di Deborah Fedele per Butterfly Edizioni

Buonasera. Spero di fare cosa gradita a segnalare un’uscita della Butterfly Edizioni: “Dimmi che resterai” di Deborah Fedele. Non perdetevi i dettagli.

Titolo: Dimmi che resterai
Autore: Deborah Fedele
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Love self
Genere: Romance
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited
Data di uscita ebook: 22 luglio 2017
Data di uscita cartaceo: 28 settembre 2017
Prezzo: ebook 3,99 € / cartaceo 15,00 €
Link: https://www.amazon.it/Dimmi-che-resterai-Deborah-Fedele-ebook/dp/B07453W2L5/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1501005226&sr=8-1&keywords=dimmi+che+resterai
Sinossi:
Andrew Winston ha vissuto per anni di stenti, senza una famiglia, senza un soldo, non ha più nulla da perdere. È l’animo tormentato di un dannato alla ricerca di riscatto, un guerriero letale che brama fortuna nel ring come lottatore di Muay Thai. Con un passato difficile che l’ha segnato per sempre e un presente in cui non si può fidare di nessuno. Diffidente, silenzioso, schivo e abituato a lottare per tutto, è solito cacciarsi nei guai perché cerca giustizia a modo suo. L’incontro fortuito con Ester Reeds, che lo mette in salvo da un’aggressione, sarà fatale per entrambi. Lei arriva come un uragano e stravolge ogni sua certezza. Dietro ai suoi occhi dolci e innocenti, però, si nasconde una ragazza determinata a scrivere un articolo su di lui, una giornalista che fiuta il successo di una storia e che è pronta a vendere la sua vita. Ma restare insensibili di fronte al tenebroso Andrew, che è anche bellissimo e premuroso, diventa ogni giorno più difficile… e i due dovranno combattere il loro match più importante, sperando che non sia il cuore a uscirne sconfitto.

Uscita di Butterfly Edizioni “Come una stella che brilla solo per me” di Irene Pistolato

Ciao a chi c’è. Ero senza Internet, così non ho potuto parlarvi di questa uscita: “Come una stella che brilla solo per me” di Irene Pistolato, libro edito da “Butterfly Edizioni”. Rimedio subito.

Titolo: Come una stella che brilla solo per me
Autore: Irene Pistolato
Editore: Butterfly Edizioni
Data di uscita: 11 luglio 2017
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited
Genere: Romance
Collana: Digital Emotions
Prezzo: 1,99 €
Link: https://www.amazon.it/Come-una-stella-brilla-solo-ebook/dp/B073V85PTB/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1500486988&sr=8-3&keywords=irene+pistolato
Sinossi: Lino ha smesso di essere il ragazzo romantico, dolce e buono che era. L’amore l’ha deluso, ferito e umiliato rendendolo cinico, disilluso e freddo. Col tempo è diventato un bastardo, si è chiuso in se stesso e le donne per lui sono solo un passatempo da mollare nel giro di poche ore. Una sera conosce Francesca, che – diretta ed esuberante – lo lascia spiazzato per il suo carattere forte.
Lino non fa altro che pensare a lei e il destino li farà incontrare di nuovo in vacanza. Le apparenze però ingannano e i segreti non restano nascosti a lungo. Francesca vorrebbe sciogliere Mr. cuore di ghiaccio e liberarlo dal fardello del passato, ma non sa che per aiutarlo dovrà riaprire vecchie ferite… Lino ha evitato i sentimenti per paura di soffrire, ma Francesca ormai gli è entrata sotto pelle e gli sta facendo riscoprire sensazioni dimenticate e soprattutto gli sta dando un motivo valido per voler rischiare ancora…

Per Butterfly Edizioni esce “Amore dietro le quinte” di Ilenia Bernardini

Buongiorno a tutti i visitatori. Pian piano sto cercando di mettermi in pari con gli arretrati. Così anche oggi vi presento un’uscita della Butterfly Edizioni: “Amore dietro le quinte” di Ilenia Bernardini.

Si tratta di un libro precedentemente uscito in self publishing, poi modificato e allungato.
Titolo: Amore dietro le quinte
Autore: Ilenia Bernardini
Casa editrice: Butterfly Edizioni
Genere: Romance
Data di uscita: 10 maggio 2017
Collana: Love self
Prezzo: 2,99 €
Disponibile in ebook su Amazon e Kindle Unlimited
Cartaceo in uscita il 7 giugno al prezzo di 15,00 €
Link ebook: https://www.amazon.it/Amore-dietro-quinte-Digital-Emotions-ebook/dp/B0711K1F8D/ref=sr_1_sc_1?ie=UTF8&qid=1494924104&sr=8-1-spell&keywords=ilenia+berbardini
Sinossi:
Blair Monroe, eroina delle figuracce, crede nel destino, nelle favole e nella magia. È un’inguaribile romantica, nonostante sia stata ferita in passato e molto dedita al suo lavoro di sceneggiatrice. La sua monotonia viene scossa dall’incontro con Chuck Sinclair, uno scrittore di successo, tanto bello quanto arrogante. Costretta dalle circostanze a lavorare al suo fianco, non perdono un attimo per punzecchiarsi e discutere, pronti a odiarsi e a farsi la guerra. In una lotta senza esclusione di colpi, anche testa e cuore si dovranno affrontare… Lui è abituato a un altro tipo di donna. Lei non si fida di quelli come lui. Insieme prendono fuoco facilmente e non solo per le discussioni…
Come nelle storie che scrive, Blair sta aspettando il bacio che farà svegliare il suo cuore addormentato da troppo tempo. La posta in gioco è molto alta. Varrà la pena lasciarsi andare ai sentimenti e alla passione? E cosa succede se, proprio mentre i due hanno la possibilità di conoscersi meglio, si intromettesse Seth, un uomo affascinante e raffinato? Sapranno testa e cuore mettersi d’accordo al momento giusto?

Uscita “Vorrei che fossi felice” di Arianna Di Giorgio

Buon pomeriggio. Anche oggi vi parlo di un’uscita Butterfly Edizioni. Si tratta del libro “Vorrei che fossi felice” dell’autrice Arianna di Giorgio.
vorrei-che-fossi-felice_davanti
Titolo: Vorrei che fossi felice
Autore: Arianna Di Giorgio
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romance contemporaneo
Collana: Love self
Pagine: 120 ca.
Prezzo: 1,99 €

Disponibile in ebook su Amazon e kindle unlimited

Data di uscita: 2 febbraio 2017
Link: https://www.amazon.it/Vorrei-fossi-felice-Arianna-Giorgio-ebook/dp/B01MSDSQKX/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1486044830&sr=8-1&keywords=vorrei+che+fossi+felice

Sinossi:
Jenny non si gode i suoi 25 anni. Da quando è sopravvissuta a un incidente stradale, in cui ha perso il suo fidanzato, è come se fosse morta insieme a lui. È un senso di colpa ogni sorriso che fa, ogni minuto, ogni respiro. Resta aggrappata al ricordo come se Emanuele fosse ancora vivo, lo sogna tutte le notti, lo pensa durante il giorno e si è promessa di non innamorarsi mai più. La famiglia e le amiche la spronano a reagire e per la prima volta, dopo tre anni dall’incidente, ritorna a Vietri nella villa ereditata dal nonno. Lì rivede Lorenzo, amico della sua adolescenza quando andava al mare, un ragazzo per cui da piccola aveva una cotta. Anche Lorenzo ha avuto degli anni difficili che lo hanno cambiato e ora è stanco di tenere per sé un segreto che si porta dietro da anni… La persona che si ritrova davanti, però, non è più la ragazzina tutta pepe e lentiggini che si ricorda e che gli stava sempre appiccicata durante le estati. Jenny è una donna diversa, fragile e bellissima, come il più bel fiore del mondo. Deve solo trovare il modo di sbocciare e lui le insegnerà a non reprimere la sua voglia di vivere, ma soprattutto a perdonare se stessa e a ricominciare ad amare…

Auguri, saluti e pubblicità

Cari amici e lettori, fissi o occasionali, vi faccio tantissimi auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo. 373952_157533664353727_100002912845003_241420_1500239323_n (Immagine ripresa da Internet ai soli fini augurali e per accompagnare il post)
Colgo l’occasione per salutarvi, perché ho bisogno di una pausa da Internet… troppe ore al pc che non fanno bene a occhi e testa. Così, fino al 6 gennaio non aggiornerò niente. Ma dopo le feste, ricomincerò le attività del blog con pubblicità, nuove interviste, novità e altro.
Intanto vi lascio con due dei miei libri.
– La voce del sentimento. C’è l’ebook, ma volendo, potete chiedermi il cartaceo e il segnalibro.
IMG_1512 IMG_1515 IMG_1516 IMG_1514
Autopubblicazione
Prezzo: 0,99
Genere: Romance e paranormal romance
Sinossi: Quattro avventure in un unico romanzo. Quattro coppie seducenti e diverse tra loro, Veronica e Roberto, Daralis e Ronan, Petra e Josh, Cindy e Dylan, ma accomunate da un unico filo conduttore: la promessa di un amore “eterno”. Quattro storie con un argomento specifico, che spazia dalla vita vera al fantasy, dallʼombra alla luce, dal sentimento alla passione, dallʼItalia allʼestero.
C’è in tutti i siti online. Ne scrivo 3. http://www.amazon.it/voce-del-sentimento-Evelyn-Storm-ebook/dp/B00MC6AXS4/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1419354039&sr=8-1&keywords=la+voce+del+sentimento
http://www.inmondadori.it/La-voce-del-sentimento-Evelyn-Storm/eai978605031573/
http://www.lafeltrinelli.it/ebook/storm-evelyn/voce-sentimento/9786050315738

Incontriamoci allo Sweet Temptations Cover senza sfumature 43 bassa
Editore: Delos Digital
Genere: erotico
Racconto lungo
Prezzo: 1,99.
Sinossi: Come può un’aspirante scrittrice vincere lʼimbarazzo di “mettere in scena” con il suo editore tutte le sfumature erotiche descritte in un romanzo che sta scrivendo?
Quando sua cugina le propone di lavorare alla pasticceria SweetTemptations, Laura accetta. Ma in breve tempo realizza che si sentirebbe soddisfatta solo se pubblicasse il romanzo erotico a cui è alle prese. Una mano le arriva grazie alla coinquilina, editor di una casa editrice, che le fa incontrare un direttore editoriale intraprendente e terribilmente sexy. Mentre il romanzo prende piede, in Laura e Matt scatta il desiderio di provare le scene più spinte del romanzo, fino a quando qualcosa cambierà radicalmente, nel loro rapporto…
C’è in tutti i siti online. Ne scrivo 2. http://www.amazon.it/Incontriamoci-Sweet-Temptations-Senza-sfumature-ebook/dp/B00QY0GX88/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1419340262&sr=8-1&keywords=incontriamoci+allo+sweet+temptations
Delos Store: http://www.delosstore.it/ebook/47255/incontriamoci-allo-sweet-temptations/

Intervista vip: Theresa Melville (autrice Mondadori e non solo)

Sono felice di ospitare un’altra autrice conosciutissima: Theresa Melville. terri MN cover charlene
Di seguito posto le domande che le ho fatto:
1) Hai scelto come nom de plume Theresa Melville. Come mai?
Anzitutto ti ringrazio, Evelyn, per l’opportunità di presentare il mio lavoro su Evelynstormworld.
Ho scelto lo pseudonimo Theresa Melville a testimonianza della mia ammirazione per l’immenso Melville e per il suo Moby Dick, un romanzo che ha segnato il mio percorso di scrittrice. Nel 1994, quasi per scommessa inclusi il nome di Theresa Melville tra i cinque che proposi per il mio esordio in Mondadori, certa che non sarebbe stato scelto proprio a causa del palese riferimento. Andò diversamente e ne fui felicissima. A vent’anni da allora posso dire che, tra i tanti pseudonimi adottati, Theresa Melville è quello che più mi rappresenta.

2) Sei stata cronista sportiva, copywriter e responsabile del settore comunicazione della Yves Saint Laurent Italia, ma hai definito la scrittura il tuo obiettivo principale, la professione più voluta. E ancora così?
Più che mai così. La Scrittura è una delle mie priorità; è la mia professione, ma influisce molto anche nel privato. Rappresenta un traguardo in continuo movimento, ora come ai tempi della mia primavera di autrice. Lavorare in diversi ambiti della scrittura mi è servito per accumulare esperienza e prepararmi ad affrontare la narrativa. Occuparmi di giornalismo, dirigere l’ufficio stampa e le pubbliche relazioni di una grossa multinazionale della moda e viaggiare spesso, tutto ciò ha significato costruire solidi supporti per la mia creatività.

3) Come sei arrivata a pubblicare con editori importanti?
Come spesso accade in questi casi, diversi fattori hanno concorso al raggiungimento dello scopo, ma alla base c’era l’ostinata volontà di vivere del mio lavoro. Non ho collaborato solo con editori importanti. Ho accettato compromessi pur di pubblicare; mi riferisco agli erotici estremi dei miei esordi, romanzi che non mi entusiasmavano, pur costituendo un’ottima palestra di scrittura. La svolta avvenne grazie alla Curcio. Il primo contratto, negli anni ottanta, me lo procurai chiamando il numero di telefono riportato sul colophon di un romanzo Bluemoon. Telefonai per sapere se accettavano manoscritti in visione; la redattrice mi chiese di raccontarle la trama del romanzo che intendevo proporre e, poiché un soggetto pronto non lo avevo, lo inventai sul momento. Da quel soggetto sviluppai il mio primo Bluemoon.
In Mondadori arrivai nel 1994 con una discreta esperienza nel rosa e nell’erotico. Un collega mi indirizzò all’agenzia Grandi e Associati che cercava autrici per una nuova collana di romance storici. Mandai due sinossi che vennero accettate. Da allora, per vent’anni, ho pubblicato nelle collane da edicola Mondadori.

4) Qual è il bilancio fino a questo momento? terri
Mi risulta difficile fare bilanci; mi pare non sia mai il momento giusto, perché sono costantemente tesa verso il nuovo. Molto positiva è la sensazione di aver acquisito consapevolezza del mio mestiere, tanto da poter fare a riguardo scelte azzardate e complesse. Tornando alla tua domanda, direi che il bilancio è in attivo, con prospettive interessanti.

5) Hai ancora un sogno nel cassetto in ambito letterario?
Vorrei che da un mio soggetto venisse tratto un film. Trovo esaltante l’idea di vedere i miei personaggi nei panni di attori che interagiscono sul set. Mi piacerebbe osservare gli sceneggiatori al lavoro, magari imparare nuove tecniche di scrittura.

6) Se dovessi consigliare alle autrici esordienti ed emergenti un percorso da seguire, quale sarebbe?
Consiglierei di non disperdere le energie, di prefiggersi un obiettivo alla volta, mi riferisco a un soggetto, e costruire su quello meticolosamente andando per gradi, facendo sinossi e scalette dei capitoli. Eseguire una scrupolosa disamina della trama per tradurla in scaletta, non è fatica sprecata: è la base della scrittura professionale. E poi ci sono le buone letture. Per gli autori, leggere non può, non deve, essere solo un piacevole svago. La lettura è uno strumento indispensabile per maturare lo stile e affinare le tecniche dello scrivere. A mio avviso, non esiste laboratorio di scrittura che valga quanto la ponderata lettura dei testi dei Maestri, quelli del passato quanto i contemporanei.

7) Parlaci della trilogia dei Tourangeau. Com’è nata l’idea e chi ti ha ispirato?
Mi ha ispirato un periodo storico che trovo particolarmente suggestivo, quello della Rivoluzione francese, e insieme l’idea di un personaggio femminile sfaccettato, non privo di contraddizioni. Cornélie Danterre de Tourangeau è una donna che agisce d’impulso e si tortura poi nel dubbio, volubile e avventata nelle scelte, la protagonista perfetta per una storia di grande respiro, per la saga che da sempre avevo in animo di scrivere. La trilogia è stata concepita fin dall’inizio nella sua interezza. Mi sono calata per oltre tre anni nel medesimo scenario, convivendo con i protagonisti come fossero miei compagni d’avventura. Scrivere la storia dei Tourangeau è stata l’esperienza più emozionante della mia carriera.

8) Negli ultimi anni ti stai dedicando al noir. Ci parli di questa tua produzione alternativa al romance? 
E’ stato inevitabile, per me, dopo tanti anni trascorsi a scrivere di amori a lieto fine, passare a raccontare sentimenti diametralmente opposti, quelli che si condensano nel lato oscuro dell’animo umano. Per quanto si tenti di ignorarlo, relegandolo in remoti anfratti della mente, quel lato oscuro esiste in ciascuno di noi, e condiziona la nostra vita, si impadronisce delle sensazioni, le manipola, le cambia. Questa contaminazione è il fulcro de “L’amore obliquo”, il mio primo noir. Il romanzo non è al momento in vendita essendo in atto il cambio dell’editore, ma tornerà disponibile a breve. Una perversa, duplice valenza del rapporto amoroso impregna il mio racconto “Progetti per il futuro” edito da MilanoNera Ebook. La storia di Emma è dura, dolorosa; l’ho immaginata per dare voce alle tante vittime dei legami letali, donne che soccombono, logorandosi nella solitudine e nella vergogna.
Il passaggio dal romance al noir non è stato indolore. Mi sono trovata in difficoltà sul piano emotivo, perché scandagliare con distacco certe problematiche è quasi impossibile, e sul piano tecnico, in riferimento all’elaborazione di linguaggio e strutture narrative per me del tutto nuove. Un’operazione impegnativa, ma di sostanziale importanza per affinare tecnica e stile. coverProgetti

9) Il link di acquisto di un tuo romanzo.
Il link è quello di Amanti perduti, edito ne I Romanzi Classic Mondadori. Lo propongo come buon auspicio per un evento che potrebbe realizzarsi a breve: l’arrivo di Theresa Melville in libreria. Con questo concludo e ti ringrazio per l’ospitalità, carissima Evelyn, e mando un affettuoso abbraccio a te e alle lettrici.

http://www.amazon.it/perduti-Romanzi-Classic-Theresa-Melville-ebook/dp/B005SZ51EC/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1414823111&sr=8-1&keywords=amanti+perduti+melville

Grazie a te, Theresa.

Intervista vip: Angela P. Fassio (conosciuta anche come Alexandra J. Forrest o Emma Seymour)

Ancora un’autrice vip: Angela P. Fassio, nota anche con gli pseudonimi di Alexandra J. Forrest o Emma Seymour. fassio
10433216_693123694087548_1605571524025817080_n
Con piacere l’ho intervistata per voi:
Domanda n. 1
Come ti sei avvicinata alla scrittura?

Con un sorriso potrei rispondere che è stata la scrittura ad avvicinarsi a me, nel senso che mi ha coinvolta fin da ragazzina. Infatti, oltre a essere una infaticabile lettrice onnivora, mi è sempre piaciuto inventare e raccontare storie, creare personaggi, liberare la mia immaginazione e spaziare nella dimensione della fantasia. Il passo successivo e più difficile è stato farne una professione.

Domanda n. 2
Un aggettivo che esprima il tuo essere autrice?

Uno solo? Vediamo…versatile.

Domanda n.3
Quali sono le tue esperienze letterarie fino a questo momento?

La pubblicazione di una trentina di romanzi col mio nome e sotto pseudonimo straniero per varie Case Editrici (Nord – Longanesi – Mondadori ) e in questi ultimi mesi sto sperimentando il Selfpublishing con la riproposizione di titoli editi in passato e il lancio di qualche inedito. Come dicevo sopra, in quanto dotata di una notevole versatilità, mi sono cimentata nei generi più diversi: Storico, Fantascienza, Fantasy, Romance e, di recente, Thriller e Horror.

Domanda n. 4
Raccontaci del tuo libro “La Croce di Bisanzio”.
51kvXxadM0L__AA258_PIkin4,BottomRight,-32,22_AA280_SH20_OU29_
Quando ho pensato a questa storia avevo in mente di scrivere qualcosa di diverso, sia nei contenuti che nella costruzione narrativa. L’idea di base era la Croce, un gioiello dal duplice valore in quanto raffinata opera di oreficeria e ricettacolo mistico. Un oggetto inanimato rappresenta il fulcro dell’intera vicenda intorno a cui ruotano tutti i personaggi e la ricerca diviene l’elemento trainante. Dal più lontano passato, attraversando i secoli e la vita di coloro che di volta in volta ne entrano in possesso, la reliquia domina la scena, altera gli equilibri, suscita passioni, scatena odi e rivalità. L’eterno conflitto fra il bene e il male, fra il sacro e il profano, si fonde nella fitta trama di intrighi e ombre.
Il libro, pubblicato in prima edizione dalla Nord – Longanesi nel 2008 e successivamente in Germania dalla Blanvalet, era stato (per volere dell’Editore) presentato con lo pseudonimo Emma Seymour. Ora l’ho riproposto col mio nome nella versione digitale.

Domanda n. 5
Chi o che cosa te lo ha ispirato?

L’ispirazione è uno strano fenomeno, come ben sanno gli autori, e non è semplice spiegare come avvenga né perché, in un dato momento, scaturisca l’idea da cui poi prenderà forma la creatura. Posso dire che, in questo caso, ci sono voluti alcuni anni di riflessione. L’embrione della storia era annidato nella mia mente ma indefinito, una sorta di ameba, uno spunto amorfo che avrebbe anche potuto restare tale per sempre. Poi è scattato qualcosa e il meccanismo si è messo in moto. Una volta avviato il processo di elaborazione e scartato tutte le idee che non avrebbero funzionato mi sono concentrata sulla reliquia. Doveva possedere determinati requisiti, diventare oggetto di una ricerca protratta nel tempo, la vicenda doveva svolgersi su due piani: passato e presente. Bisognava, inoltre, creare un legame fra i personaggi e giustificare la preziosità della Croce. Pensando al Santo Graal, al simbolismo medievale e al sangue di Gesù, ho estrapolato la storia che un secolo dopo l’altro porta al presente e all’idea dell’estrazione del DNA per clonare un superuomo.

Domanda n. 6
Ci sarà un seguito?

Sì, è già pronto e sarà lanciato il prossimo novembre. Intorno al 20, salvo imprevisti. Per ora solo in formato digitale, ma non escludo una versione cartacea.

Domanda n. 7
Cosa vuoi dire ai lettori?

Di leggere i miei libri. Supponendo però che la domanda abbia un significato diverso e sottintenda quale messaggio voglio esprimere attraverso le mie opere, dirò che cerco sempre di comunicare ciò che sento, i miei sentimenti, i miei valori e gli ideali in cui credo, che sono poi valori e ideali universali, anche se nel mondo attuale sembrano smarriti. Fede, lealtà, senso dell’onore, amore e amicizia, rappresentano i fondamenti della nostra società. Senza il rispetto per questi valori non possiamo considerarci civili.

Domanda n. 8
Un link dove trovare te o i tuoi libri.

Ormai mi trovano ovunque. Ho un sito dove sono elencate tutte le mie pubblicazioni: http://www.angelapescefassio.it
Sono su FB, su Amazon e, non appena scrivete il mio nome o il mio pseudonimo Alexandra J. Forrest sul Web, eccomi anche lì. Mi trovo anche nel Mondadori Store. E’ possibile reperire persino i miei vecchi libri e sul sito di Harlequin Mondadori (come Alexandra J. Forrest) ci sono notizie che mi riguardano.

Ringrazio Evelyn Storm per questa piacevole chiacchierata e a tutti i lettori, vecchi e nuovi, mando un abbraccio virtuale.

Interviste vip: Cassandra Rocca (scrittrice per Newton Compton)

Da oggi iniziano anche le interviste vip a quei personaggi che si sono distinti o che sono veri professionisti in vari campi.
Cominciamo da Cassandra Rocca, scrittrice per Newton Compton.
10749128_788599771179219_51416378_n
1) Cassandra, ti dividi tra l’essere un’educatrice infantile e i libri. Come riesci a conciliare tutto questo?
Ho sempre scritto nei ritagli di tempo, anche quando lo facevo solo per diletto. Adesso è lo stesso, con un’unica differenza: durante la fase di editing, visti i tempi più stretti, praticamente cammino con il portatile sottobraccio!

2) Cosa ti ha spinto a scrivere?
Non lo so proprio, so solo che ho iniziato a farlo da bambina e non mi sono più fermata. E’ un bisogno che mi coglie all’improvviso, e se non riesco ad assecondarlo divento matta!

3) Come sei arrivata alla pubblicazione di “Tutta colpa di New York” con una grande casa editrice? 10744647_788599764512553_944312717_n
Inizialmente avevo auto pubblicato il romanzo su Amazon. Volevo capire se quello che scrivevo poteva piacere a un eventuale pubblico o se era meglio lasciar perdere. L’ebook ha raggiunto un discreto successo in meno di un mese, un risultato che non mi sarei mai aspettata considerando che non mi conosceva nessuno, e a quel punto sono stata contattata da diverse case editrici, tra cui la Newton Compton.

4) Dopo questo libro, riassumici cosa hai pubblicato.
Dopo “Tutta colpa di New York” sono usciti gli altri due volumi della trilogia: “Una notte d’amore a New York” e “Mi sposo a New York”, nonché due novelle solo digitali appartenenti alla serie (“In amore tutto può succedere” e “Tutta colpa della gelosia”). Un mio racconto è presente anche nell’antologia “Baci d’estate”, sempre edita da Newton Compton. 10749544_788599767845886_930869315_n
10752049_788599761179220_1663610541_n

5) Progetti per il futuro?
Ho appena iniziato a scrivere un nuovo libro, e tante altre idee sono in cantiere!

6) Qual è un sogno che non hai ancora realizzato?
Vedere un film tratto da un mio romanzo!

7) Un consiglio per gli aspiranti autori o per quelli emergenti.
Per fare questo mestiere non ci vuole solo cuore, ma anche tanta pazienza, tanto lavoro e sana autocritica. Quindi impegno e costanza, in primis… E poi crederci, sempre.

8) Il link del tuo blog o sito e magari di un booktrailer.
Questa è la mia pagina Facebook, sulla quale potete trovare anticipazioni, recensioni, curiosità e tanto altro: https://www.facebook.com/CassandraRoccaScrittrice
E questo è il booktrailer ufficiale del primo romanzo: