Torna la rubrica l’#intervistaallautrice. Silvia Pillin ha risposto alle mie domande

Come ogni giovedì, in contemporanea con il gruppo che gestisco su Facebook, torna la rubrica l’#intervistaallautrice. Stavolta è il turno di Silvia Pillin, con tanto di copertina, sinossi e link di una sua storia. Dopo, sotto l’intervista, potrete leggere anche la biografia dell’autrice.

La sinossi: Ti è mai capitato di pensare che sarebbe stato meglio morire? Che la vita fosse troppo dolorosa e complicata?
Allora non ti sarà difficile immedesimarti in questa storia.
Aria e Eva hanno 18 anni. E anche se frequentano la stessa scuola, la stessa biblioteca e gli stessi pensieri di morte non si conoscono.
Entrambe vorrebbero uscire dal mondo, non doverne più far parte per non sentirsi inadeguate e senza speranza.
Aria ha un quaderno del morire in cui annota i luoghi, i libri, le frasi, i giorni del morire.
Eva si butta dalla finestra e basta.
Cosa succederà quando le loro due strade si incontreranno?
Inizia a leggere per scoprirlo!
Il Link: https://www.wattpad.com/467695068-aria-e-altri-coccodrilli-nota-dell%27autore
1) Silvia, dicci qualcosa di te al di fuori della scrittura.
Amo correre e preparare dolci. Prima o poi mi piacerebbe riuscire a correre una maratona.
2) Cosa ti ha avvicinato al mondo letterario?
Sono diventata una lettrice per caso, verso i 12 anni, durante le vacanze tra le scuole elementari e le medie. Vengo da una famiglia di non lettori, ma per fortuna ero libera di leggere tutto ciò che volevo grazie alla biblioteca del paese. E’ stata quell’estate ad avvicinarmi ai libri e a farmi desiderare di riuscire a fare magie con le parole, come gli autori che leggevo e amavo.
3) Dove scrivi le tue storie?
Un po’ sul divano di casa, semisdraiata col portatile sulle ginocchia, un po’ in luoghi pubblici tipo bar o biblioteche dove non conosco la password del wifi. Internet è una distrazione potentissima, per essere davvero produttiva quando scrivo devo stare in un posto senza connessione.
4) Parlaci di “Aria e altri coccodrilli”.
“Aria e altri coccodrilli” è il romanzo che ho scritto cui tengo di più in assoluto. Parla di due adolescenti che pensano che morire sia meglio che vivere. Dentro ci ho messo tutta la mia esperienza di depressione e pensieri suicidari. Non è vastissima ma mi sono anche molto documentata con letture a tema. Penso che la malattia mentale sia ancora considerata un tabù e comunque una colpa di chi ne è colpito. Mi premeva affrontare questo tema, anche se il romanzo vuole comunque raccontare una storia, senza fare la morale a nessuno.
5) Da cosa hai preso ispirazione?
Tutti i miei romanzi partono da un nucleo autobiografico su cui costruisco una storia inventata. Quando ho scritto aria stavo davvero molto male, e raccontare una storia che mi permettesse di esorcizzare le mie paure e il mio dolore è stato molto importante.
6) Quanto c’è di te nei tuoi personaggi?
Moltissimo. Mi identifico molto con tutte le mie protagoniste.
7) A cosa ti stai dedicando attualmente?
Al momento non sto scrivendo nulla, sono a caccia di un’idea che mi motivi a riprendere a scrivere. Non sono capace di sfornare romanzi a velocità industriale. Ho bisogno di un’idea che mi ossessioni e mi tenga motivata, dev’essere uno spunto che sento forte e originale.
8) Come fai promozione?
Ho un blog personale da dieci anni (che si chiama Azzurropillin) e lo zoccolo duro dei miei lettori vieni da lì. Poi faccio degli annunci sponsorizzati su FB (per lavoro mi occupo di pubblicità online, per cui sono avvantaggiata), e cerco di partecipare nei gruppi dedicati agli autori self.
9) Come scegli le cover delle tue storie?
Le cover dei miei ebook su amazon sono realizzata da una grafica di professione, cerco di suggerirle le immagini (acquistate su Shutterstock o simili) o il tipo di sentimenti che voglio suscitare e discutiamo insieme le sue proposte. Di solito è buona la prima 🙂 Altro discorso per le copertine di Wattpad che faccio da sola su Canva usando immagini free. (So che non sono professionali, ma per il tipo di piattaforma che è Wattpad mi sembrano comunque dignitose).
10) Qual è un sogno nel cassetto che vorresti realizzare?
Mi piacerebbe vivere di scrittura, ma è appunto solo un sogno.
11) Perché i lettori dovrebbero leggerti?
Ho molto rispetto per i lettori, cerco di proporre storie molto curate nei contenuti e per quanto possibile originali. Non mi piace cavalcare le onde del momento, non penso per esempio che scriverò mai un romanzo erotico. Quindi direi che la mia nicchia di lettori è quella che non cerca storie fotocopia, è a quella nicchia che mi rivolgo e loro dovrebbero leggermi proprio per questo: perché offro delle storie per quanto possibile non convenzionali o comunque non “stereotipate”.

La biografia dell’autrice:
Sono nata nel 1982 in Friuli, mi sono laureata in lettere a Padova, ho abitato a Torino mentre lavoravo a Milano come segretaria di redazione per la divisione ragazzi di Mondadori. Poi mi sono trasferita a Vienna per sei anni, dove ho insegnato italiano, fatto la cameriera, corretto bozze, revisionato traduzioni e tradotto dall’inglese.
Terminata l’esperienza di expat sono tornata in Friuli poco più di un anno fa. Adesso mi occupo di marketing on-line.
Nel 2012 ho vinto due concorsi: Subway Letteratura e Tessitori di Sogni. Il primo mi ha permesso di essere presente con un mio racconto in diverse stazioni della metro di molte città italiane, il secondo mi ha regalato una settimana di workshop a Lucca sulla scrittura per ragazzi.
Pur essendo una lettrice onnivora ho una predilezione per gli Young adult. Su Wattpad ho pubblicato tre storie che appartengono a questo genere. Quella cui tengo di più e che spero trovi un editore si intitola “Aria e altri coccodrilli”.

Annunci

Segnalazione del libro “Te lo dico sottovoce” di Lucrezia Scali

Ciao! Eccomi di nuovo attiva. Parto subito con il romanzo “Te lo dico sottovoce” dell’autrice Lucrezia Scali.
Copertina109
Conservo il tuo segreto
Come tu fai col mio
Insieme saranno al sicuro
Titolo: Te lo dico sottovoce
Autrice: Lucrezia Scali
Pagine: 300 ca
Prezzo: 0,99 €
Formato: mobi, PDF, ePub
Disponibile su Amazon dal 7 marzo 2015
Trama: Mia ha trent’anni, un pessimo trascorso con gli uomini e una madre che le organizza appuntamenti al buio. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma al mattino si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l’attività di pet therapy presso l’ospedale locale. Tuttavia nella vita di Mia sembra non esserci più spazio per l’amore. O, almeno, così pensava prima di conoscere Alberto, un affascinante medico, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia. La freccia di Cupido riuscirà a colpire la persona giusta per guarire il cuore di Mia?
Link di acquisto: http://www.amazon.it/Te-dico-sottovoce-Lucrezia-Scali-ebook/dp/B00UBABU5S/ref=zg_bs_digital-text_99
L’autrice: Lucrezia Scali nasce a Moncalieri nel 1986, e qualche anno più tardi si trasferisce nella caotica Torino accompagnata da un altro essere umano, un gatto e un cane. Il suo amore per gli animali l’ha guidata fino alla facoltà di Medicina Veterinaria di Grugliasco, che tuttavia non l’ha ancora lasciata andare. Legge tanto e qualsiasi cosa susciti la sua curiosità, e nel 2012 ha deciso di condividere questa passione con internauti altrettanto appassionati. Gestire Il libro che pulsa, il suo blog letterario, ha cambiato il suo approccio alla scrittura, e dopo molti diari segreti e storie incomplete è riuscita a terminare il suo primo romanzo. Il suo racconto Domani è un altro giorno è comparso nell’antologia La prima volta edita da Triskell Edizioni. Te lo dico sottovoce è il suo romanzo d’esordio.
Pagina Facebook Ufficiale: http://www.facebook.com/lucreziascaliautrice
Il blog: http://www.illibrochepulsait.blogspot.it

La voce del sentimento e Incontriamoci allo Sweet Temptations

Buonasera a tutti. Dopo tanto parlare degli altri, torno a raccontarvi qualcosa di me. Ho una lista abbastanza lunga di libri da leggere, un romanzo che sto scrivendo da un po’ ma che non finisce mai, altre storie da scrivere, cover di libri da fare sia illustrate che grafiche, pubblicità, aggiornamenti e altro. Stasera nuova pubblicità doppia di due dei miei libri con tanto di booktrailer che ne illustra il contenuto.

La voce del sentimento
10567301_680582968688712_2001680380_n

Quattro avventure in un unico romanzo. Quattro coppie seducenti e diverse tra loro, Veronica e Roberto, Daralis e Ronan, Petra e Josh, Cindy e Dylan, ma accomunate da un unico filo conduttore: la promessa di un amore “eterno”. Quattro storie con un argomento specifico, che spazia dalla vita vera al fantasy, dallʼombra alla luce, dal sentimento alla passione, dallʼItalia allʼestero.
Un grande amore spazzato via in un attimo. Un lutto sconvolgente che segna e che rischia di compromettere il futuro. Lʼossessione per un ragazzo che non cʼè più ma che ha saputo imprigionarle anche lʼanima, finché un incontro mandato dal destino aprirà uno spiraglio per la salvezza in “Ricominciare”.
Un conto aperto con il passato che non dà pace. Una memorabile avventura contro le tenebre di un nemico comune. Una dipendenza che pian piano scoppia e non abbandona in “Patto di sangue”.
Una famiglia difficile che ostacola quando il sogno di ballare non può essere sacrificato. Un viaggio che cambia tutto con i sentimenti che rivoluzionano le regole auto-imposte e non in “Destini incrociati”.
Lʼinsicurezza di vivere con coraggio unʼesistenza che non ha preso la piega voluta. La forza di un incontro che sarà lʼunica salvezza ai crucci che perseguitano in “Amore, desiderio e…ghiaccio”.

http://www.mondadoristore.it/La-voce-del-sentimento-Evelyn-Storm/eai978605031573/

Incontriamoci allo Sweet Temptations
Cover senza sfumature 43 bassa

Come può un’aspirante scrittrice vincere lʼimbarazzo di “mettere in scena” con il suo editore tutte le sfumature erotiche descritte in un romanzo che sta scrivendo?
Quando sua cugina le propone di lavorare alla pasticceria SweetTemptations, Laura accetta. Ma in breve tempo realizza che si sentirebbe soddisfatta solo se pubblicasse il romanzo erotico a cui è alle prese. Una mano le arriva grazie alla coinquilina, editor di una casa editrice, che le fa incontrare un direttore editoriale intraprendente e terribilmente sexy. Mentre il romanzo prende piede, in Laura e Matt scatta il desiderio di provare le scene più spinte del romanzo, fino a quando qualcosa cambierà radicalmente, nel loro rapporto…
http://www.delosstore.it/ebook/47255/incontriamoci-allo-sweet-temptations/

http://www.mondadoristore.it/Incontriamoci-Sweet-Evelyn-Storm/eai978886775604/

Segnalazione: “Il sorriso innocente dell’amore” di Elvira Tonelli

Buon venerdì. Voglio segnalarvi il libro “Il sorriso innocente dell’amore” dell’autrice Elvira Tonelli.
31CqV+CeNcL._AA160_
Sinossi: Noemi è una ragazza felice, sta per sposarsi con uno degli avvocati più noti della città, sta costruendo la famiglia dei suoi sogni. Le soddisfazioni personali vanno di pari passo con quelle lavorative, sempre impegnata nel lenire le sofferenze e rallegrare gli animi nel reparto di pediatria oncologica in cui trascorre gran parte della giornata in qualità di infermiera. Insomma, una vita “perfetta”. Eppure Noemi dovrà scoprire che il male si nasconde proprio tra le mura di casa, in quella persona che credeva fosse il marito ideale, un compagno amorevole. Marco è un giovane pediatra innamorato del suo lavoro: è diventato “medico clown” per portare sorrisi e gioia nelle corsie degli ospedali e ha lavorato in Africa con Medici Senza Frontiere, dove ha imparato ad apprezzare le piccole cose e a non arrendersi davanti a niente. Anche la sua sembra un’esistenza da sogno, ma i suoi occhi nascondono una storia dolorosa che l’ha segnato profondamente. Le loro vite si incroceranno al momento giusto e Marco e Noemi si troveranno ad assistere a un’inattesa piega degli eventi, che porterà a risvolti imprevedibili per entrambi… Una storia di dolore e di speranza che commuove ed emoziona, raccontata con semplicità e profondità.
Link: http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Ddigital-text&field-keywords=il%20sorriso%20innocente%20dell%27amore
Si trova anche sui siti Feltrinelli e Mondadori o ancora su http://www.twins-store.it

Racconto Quando meno te l’aspetti – la vera storia di come mi sono innamorata di mio marito

Buonasera a tutti. Vi lascio la vera foto mia e di mio marito e il racconto gratis di come ci siamo incontrati e innamorati. 🙂
foto nozze

Quando meno te lʼaspetti

Non avevo fortuna con i ragazzi, era un dato di fatto. Dopo una storia finita male con un compagno fisso, Gabriele, i rapporti seguenti erano stati un disastro.
Obiettivamente, passando ancora in rassegna quei rapporti inconcludenti, mi rendevo conto di aver solo sprecato il mio tempo. E, soprattutto, con ragazzi che niente avevano a che vedere con il principe azzurro che, prima o poi, speravo di incontrare.
«Ancora con la testa tra le nuvole, eh? Sei proprio irrecuperabile!!!» mi fece notare la mia migliore amica.
Era luglio e, come capitava ogni anno, i suoi genitori in quel mese andavano in ferie e le lasciavano la loro villetta in custodia.
«Stavo solo riflettendo… è diverso!» risposi piccata.
«Scusa Evy, ma dovresti proprio finire di prepararti. Sabrina sarà qui tra poco, e tu sei indietro.»
Esitai, per poi replicare:
«Oh, andiamo! Non sono tanto indietro. Ma Sabrina chi? La tua amica capellona e con un carattere alle volte degno di Hitler?»
«Esattamente» mormorò, finendo di mettersi il mascara.
Dai tempi del liceo, Francesca non era cambiata di una virgola: disinvolta, brillante e spigliata con i rappresentanti del sesso forte. Oltretutto, non era difficile che perdessero la testa per i suoi capelli rossi e il fisico snello.
Io, al contrario, con i maschi davo il peggio di me. Piacevo fisicamente per i miei capelli biondi e gli occhi azzurri, anche se non ero una taglia S, ma poi fallivo nella prova carattere.
La cosa brutta era che mi davano della bambina viziata, della sognatrice senza i piedi per terra, oppure dellʼingenua o della simpatica, che solo come amica poteva andare.
Mi stavo seriamente convincendo che sarei rimasta zitella, nonostante la mia giovane età, quando la mia amica si era messa in testa di aiutarmi, facendomi apprezzare la vita da single. E devo dire che ci stava proprio riuscendo.
«Su Evelyn, non ricominciare a perderti via. Seguimi in taverna e lascia fare a me» decretò di nuovo Francesca con la sua voce decisa.
A quel punto, la seguii di sotto, dove lei prese lʼasciugacapelli e la spazzola e mi acconciò i capelli. Poi, passò a rifinirmi il trucco sugli occhi.
«Come sto? Meglio le ballerine o le scarpe con il tacco?» le domandai ansiosa.
«Tesoro, stai benissimo. E le ballerine sono perfette con il tuo vestito.»
Anche Francesca stava molto bene, con il suo top sgargiante, i jeans e i sandali coordinati.
La voce di Sabrina, dal piano di sopra, interruppe il nostro scambio di battute.
«È permesso, bellezze?» ci gridò con la sua solita irruenza.
Francesca le rispose:
«Sabry, raggiungici! Ci stavamo mettendo in tiro, ma vorremmo un tuo parere.»
Mentre lei scendeva, mi sentii assalire dalla gelosia. Si stava legando sempre più a Francesca, ma io restavo la sua amica più cara, non doveva dimenticarlo.
Eppure, quando mi ritrovai Sabrina davanti, feci buon viso a cattivo gioco e la salutai cordialmente.
«Ti trovo molto bene in gonna» mormorai.
«Effettivamente, è un miracolo che me la sia messa! Mi ha convinta mia sorella. Evy, sei proprio divina e tu, Francy, non sei da meno.»
La osservai meglio. I capelli lunghi e castani le ricadevano sulla schiena fino alla vita, mentre una t-shirt bianca era abbinata alla minigonna e alle scarpe da tennis.
«Pronte? Vi porto a Como» ricominciò Sabrina.
«Como?» ripetemmo io e Francesca.
«Sì, hanno aperto un nuovo locale» specificò. «Dicono che sia facile incontrare tipi da sballo, perché allʼentrata fanno discriminazioni e, se sei out, non entri.»
Non la lasciammo finire e salimmo le scale, seguite da lei, che di nuovo ci spronò a mostrare più entusiasmo.
«Voglio fare strage di cuori! Anzi no; mietere più vittime, passando dallʼuna allʼaltra con disinvoltura e divertendomi. E voi due?»
«Veramente no» risposi leggermente schifata perché non ero il tipo.
«Certo che sì» ribatté, invece, Francesca.
Così Sabrina ripartì allʼattacco:
«Beh, dato che sei una moderna Giulietta totalmente diversa da noi avventuriere della notte, scommetto che stasera incontrerai lʼuomo dei tuoi sogni, cara Evelyn.»
Non so perché utilizzò quel “cara”, dopotutto, non eravamo amiche nel vero senso del termine. Ma le risposi, stringendomi nelle spalle:
«Io non mi farei illusioni su me e “Mister Perfezione”. Mi sa che perderai la scommessa».
Comunque, per non rovinare la festa a nessuna, finsi di mostrarmi entusiasta anche durante il viaggio in macchina, ma in realtà non mi faceva né caldo né freddo lʼidea di andare a caccia di uomini. Anzi, ero più tentata di scappare che altro.
La vitalità e la gioia delle altre, però, cambiarono la mia visione delle cose e, una volta dentro al locale, mi lasciai andare.
Come aveva detto Sabrina, era un posto alla moda; in più, la “fauna maschile” era decisamente notevole. Ma io, tra tutti i belli presenti, incrociai lo sguardo con un adone sulla ventina, dai folti capelli castani e un volto vagamente alla Richard Gere.
Lasciai che le altre andassero a ballare, limitandomi a sedermi su uno sgabello, e ordinai una bibita ghiacciata al banco. Fu lì che lui si fece avanti.
«Ciao. Sono Samuele. E tu, amore, chi sei?»
«Mi chiamo Evy» dissi quasi sottovoce.
Samuele riuscì a sentirmi lo stesso e replicò:
«Evy sta per Evelyn, suppongo. È un bel nome! Sei della zona?»
«Hai indovinato il mio nome, bravo. Non era poi così semplice da intuire. E no, disto una quarantina di minuti e non ci sono mai venuta qui. Anche se non è niente male.»
Non ero in me. Stavo alternando sprazzi di timidezza a momenti in cui ero quasi logorroica.
“Oh mamma, chissà che impressione avrà di me,” pensai scioccata.
Stavo per aspettare la sua prossima domanda per riscattarmi, quando Francesca si avvicinò di soppiatto e, con nonchalance, si presentò a Samuele. Gli rivelò anche che mi sarei fermata a dormire da lei, insieme a Sabrina, e che avremmo avuto piacere che si unisse a noi, magari portando un paio di amici per pareggiare il numero.
Io non avrei mai invitato un estraneo a casa la sera stessa, ma era tipico della mia amica venirmi incontro non badando alle possibili conseguenze e senza farsi problemi di sorta.
Samuele chiamò a rapporto Massimo e Federico, un poʼ meno carini di lui, ma simpatici. In ultimo, ci raggiunse anche Sabrina, che ci sembrò contrariata di lasciare il locale prima del previsto. Ma poi, con unʼalzata di spalle, uscì fuori seguita da noi, e fece strada ai tre ragazzi fino alla casa di Francesca.
Ci stabilimmo in taverna, e subito Samuele mi diede un bacio. Ero perplessa e gli spiegai che non cercavo unʼavventura, quanto semmai una storia seria. Sempre che fossi stata pronta a viverne una in quel momento, e non lo sapevo. Ma se dovevo scegliere tra una botta e via e il rimanere single, avrei scelto la seconda.
Non so se fu colpa del mio discorso, ma mi liquidò.
«Mi sa che sono troppo stronzo per te. Non sarò io il tuo principe azzurro, però si vedrà…»
Lasciò la frase in sospeso, di proposito, e tornò dagli altri.
Ero delusa, specialmente quando non si fece scrupoli a provarci con Sabrina. Lei sì che era nelle sue corde.
In quanto a lei, ne approfittò, ma almeno mi fece intuire che chiedeva il mio permesso per fare ciò che avrebbe fatto.
Non so come feci a capirla, dato che mosse solo occhi e testa, ma intuii i suoi propositi e, facendomi forza, le feci un cenno dʼassenso. Tanto, la mia occasione con Samuele era sfumata e poi non ci perdevo niente con un tipo simile.
Tuttavia, mi aspettavo più considerazione per la mia autostima calpestata e per il fatto di essere presente, invece niente.
Francesca era dispiaciuta per me, ma non li fermò. Forse, nemmeno lei si aspettava che si spingessero tanto oltre da continuare le loro effusioni amorose in unʼaltra stanza. Peccato che udimmo lo stesso i loro mugolii fastidiosi.
Era ufficiale che mi sentivo umiliata, ferita ed estremamente irritata per lʼaudacia che avevano avuto di stare insieme in casa dʼaltri. Ma anche perché avevo ricevuto un bacio da Samuele che non valeva niente, dato che lʼattimo dopo esisteva solo Sabrina.
Me ne feci una ragione e ci misi una pietra sopra. E per mia fortuna, quello fu troppo anche per Francesca, che spedì tutti a casa propria tranne me.
Passammo la notte e il giorno seguente a parlare di uomini, mentre io straparlavo di rimanere single a vita o di farmi monaca con il nome di Suor Giuseppa, e la sera la accompagnai al pub dove lavorava e le feci in qualche modo compagnia.
In realtà, ero io ad avere bisogno di lei. E la aspettai a un tavolino per qualche ora, scrivendo messaggini, guardandomi intorno e giocando con il cellulare.
In fondo, si trattava di resistere ancora una mezzora e avremmo avuto quello che restava della notte da passare insieme, tra cibo spazzatura e vecchi film.
Stavo quasi per addormentarmi quando un vociare attirò la mia attenzione.
Voltandomi subito, mʼimbattei in Samuele, nei suoi due amici dellʼaltra volta e in Sabrina. Con loro, cʼera anche un attraente sconosciuto.
Stavo per dare di matto e mandarli a quel paese, ma fu Francesca a inveire contro di loro, pur nei limiti. Dopotutto, stava sempre lavorando.
«Che ci fate qui? Non siete i benvenuti» li investì.
La sua voce acida e irosa mi travolse, ma a Sabrina non fece effetto. Difatti, con assoluta calma, spiegò le loro ragioni:
«Senti Fra, so che tu sei incacchiata con me e Samuele. Ci spiace, non dovevamo fare… gli esibizionisti a quel modo a casa tua. Ma vorremmo rimediare, anche con Evelyn.»
«Mi chiedo in che modo potreste riparare al vostro sbaglio. Facciamo così: venite tutti a casa mia. Ancora un poʼ e finisco il turno, ma non vi darò una seconda occasione per rimediare. Non fatemene pentire!» sbottò alla fine Francesca.
Sinceramente, non me lʼaspettavo. La mia amica avrebbe potuto prima consultarsi con me, ma era fatta. Anche se un risvolto positivo cʼera: lo sconosciuto che si erano portati dietro. Mi intrigava e, per lui, decisi di vedere che piega avrebbe preso la nottata.
Subire la tortura di stare nella stessa stanza con Samuele e Sabrina fu più dura del previsto, più che altro per essere stata sedotta e abbandonata nel giro di un nano secondo da lui, e “tradita” da una specie di conoscente e pseudo amica nel caso di lei. E tutti i presenti eccetto Giulio, il nuovo ragazzo del mistero, lo sapevano. Che figuraccia!
Mi stavo crogiolando nel mio brodo, nel lato opposto della mansarda rispetto al loro, quando Samuele mi aveva raggiunta.
«Ti avevo detto che non facevo per te, Evy, ma ho portato lui…»
Rimasi a bocca aperta. Samuele mi stava dicendo di avermi portato quello che secondo lui poteva essere un principe azzurro in carne e ossa.
Ma davvero credeva che bastasse così poco? Insomma, era da pazzi pensare che potesse funzionare quellʼincontro pianificato. E se io e Giulio non ci fossimo piaciuti?
Di solito, le cose accadevano per puro caso. Ma Giulio era lì solo perché Samuele gli aveva parlato di me, altro che fato o casualità.
“Voi tutti potete pure programmare il nostro incontro, ma non dirigerete mai le mie emozioni”, pensai in allerta.
Samuele tornò da Sabrina, con cui seppi facevano coppia dalla sera da dimenticare, tuttavia Giulio era ancora al suo posto, in piedi e difronte a me.
Non sapevo se esserne lusingata o se avrei dovuto strisciare via come un verme, per non fare una delle mie solite figure pietose dettate dalla timidezza.
«Posso farti compagnia?» mi chiese lui. Il suo sorriso era disarmante.
«Prego… non è mica casa mia. Puoi fare quello che vuoi.»
Giulio si accomodò a due spanne da me, su una panca. Era molto alto e magro, con un profilo da dio greco e capelli scuri che più neri non si può. Rimasi colpita dal modo in cui i suoi occhi castani squadravano i miei, dal mento tipicamente maschile e dalle mani grandi e affusolate.
Dovevo ammettere che, senza ombra di dubbio, era proprio il mio tipo. Più di Samuele. Eppure, nella mente, mi frullava ancora lʼidea balzana che sarei rimasta zitella, perché il principe azzurro esisteva soltanto nelle favole o nei romanzi. Inutile anche solo sperare che avrebbe potuto funzionare.
Così, invece di essere me stessa, feci di tutto per far fallire quel nostro primo incontro.
Dopo essermi presentata, gli parlai a raffica, confidandogli la mia fobia per i volatili e sparando battute da quattro soldi. Alcune divertenti, altre meno.
Speravo che, trovandomi un poʼ stramba, si sarebbe convinto che non facevo per lui, risparmiandomi io unʼaltra cocente delusione nel caso mi fossi accorta che mi piaceva sul serio. Come dire che preferivo far fallire subito la cosa, con poco dolore, piuttosto che starci male in seguito e in maniera decisamente triplicata.
Ma andò diversamente, perché lui ripartì con le domande.
«Perché non mi dici qualcosʼaltro di te? Per esempio dove vivi, se sei figlia unica e quanti anni hai. Ci terrei!» esclamò Giulio, piegando le labbra in un altro sorriso da togliere il fiato.
Risposi solo alla prima domanda senza dirgli la città, dimenticandomi di dare risposte stupide e studiate, ma lasciando che scaturissero spontaneamente. Dopotutto, non capivo nemmeno cosa ci facesse ancora lì; ero stata un disastro, fino a quel momento. Ma tanto valeva impegnarmi per non dovermi pentire di non aver fatto il possibile.
Giulio intanto mi ascoltava. Mi ero anche accorta che con gli altri non era loquace, però con me si stava aprendo, rispondendo a sua volta ai miei interrogativi.
«Da quanto conosci Samuele e i ragazzi?» gli domandai ancora.
«Da una vita. Siamo vicini di casa a Como. Abbiamo pressapoco la stessa età. Io per la cronaca ne ho quasi ventiquattro.»
«Ah, io sono di Varese e, sempre per la cronaca, ho un anno meno di te. Sono figlia unica, il che non posso dire mi piaccia. E tu?»
«Ho due fratelli maggiori e una sorella minore.»
«Devʼessere bello crescere con qualcuno, amici a parte. Io sono diventata grande con i gatti. Li adoro, ma non è come avere delle persone» puntualizzai.
Giulio mi prese la mano e disse:
«Sì, se ci vai dʼaccordo, è un dono prezioso avere dei fratelli. Mi spiace che tu non ne abbia avuti, ma penso che sei stata comunque in buona compagnia, perché i gatti sono favolosi. Tornando a te, mi sembri tanto sensibile, sei molto diversa dalle altre. Io…».
Non riuscì a finire di parlare per via dei suoi amici che lo chiamarono per una partita a calcetto.
La delusione si impossessò di me perché, inutile negarlo, cominciavo a trovarlo interessante anche caratterialmente. E ingenua, romantica e lontana dalla realtà comʼero, ero anche facile allʼinnamoramento, nonostante predicassi di trovarmi bene anche da sola, piuttosto che con la persona sbagliata.
Lo vidi fare tiri precisi e veloci, che diventarono meno potenti quando subentrai io al posto di Federico. Che dolce!
Apprezzai la delicatezza con cui mi trattava e il fatto che, una volta finito di giocare, tastò il terreno, ma sempre rispettando i miei tempi e le mie idee. Ma più di tutto, gli fui grata di tenere le mani a posto, anche quando scendemmo in salotto per stare da soli.
Vedevo il suo interesse per me crescere a vista dʼocchio, non solo come donna, ma anche come persona. E di questo avevo bisogno.
Se proprio dovevo avere un uomo, ne volevo uno che mi apprezzasse in tutto il mio essere come stava facendo lui, e continuai a pensare sempre di più che valesse la pena darci unʼopportunità.
Giulio lo comprese, provando a baciarmi solo quando si stava facendo davvero molto tardi ed era sul punto di tornarsene a casa.
Prima che le sue labbra si avvicinassero alle mie, però, fui colta dal panico.
Lo rifiutai, ma solo perché non volevo che pensasse che lo consideravo una seconda scelta dopo Samuele.
Purtroppo, invece, Giulio non intuì i problemi che mi stavo facendo. Pensò a un rifiuto. Così, visibilmente deluso, se ne andò con gli altri.
Senza un recapito dove contattarlo per fargli capire che aveva frainteso, mi sentii frustrata e colpevole. Tanto che scoppiai in unʼinvettiva contro me stessa, che solo Francesca riuscì a interrompere.
Lei mi fece sfogare, ma poi cambiò registro. Mi disse di assecondare i miei desideri e di raccontarle che lieto fine avrei voluto per me, sentimentalmente parlando.
Allora non lo sapevo, ma bastò quel mio racconto a innescare una serie di telefonate che fecero avere a Giulio il mio numero di telefono.
Sei ore e due squilli dopo, risposi alla sua chiamata. Ebbi dei brividi di eccitazione, prima di dirgli:
«Che piacevole sorpresa! Ma come hai avuto il mio contatto?»
Giulio mi raccontò dello scambio di telefonate che cʼera stato. Inoltre, parlammo talmente tanto che passò unʼora.
«Sai che il mio massimo al telefono con una ragazza è stato di sei minuti? Mi hai fatto un incantesimo?» scherzò Giulio.
«Forse, ma è lo stesso incantesimo che ha colpito anche me. Non ti dà fastidio che io e il tuo amico ci siamo baciati?»
«Evelyn, tesoro, no, perché lui non faceva per te. Mentre io credo di fare al caso tuo.»
«Giulio, non lo so… mi piaci, ma abitiamo distanti. E poi abbiamo vite diverse, i nostri stessi genitori hanno vite e mentalità opposte. Non vorrei che finissimo come Romeo e Giulietta.»
«Vorrà dire che, se tu commetterai qualcosa di avventato, unʼaltra tomba si unirà alla tua, e sarà la mia. Proprio come è successo a Romeo alla vista della morte apparente della sua Giulietta. Lʼha creduta morta e ha preso il veleno, ponendo fine alla sua vita. Ma spero che non muoia nessuno, perché voglio amarti per tanto tempo.»
Gioii come non mai per la sua dichiarazione. Insomma, andava bene innamorarsi alla velocità di Speedy Gonzales come era accaduto a me, eterna sognatrice romantica innamorata dellʼamore, ma lui era un maschio. E i maschi di solito ci mettevano di più. O no?
A dir la verità, Francesca mi aveva riferito le parole di Samuele su Giulio, ossia che aveva le mie stesse idee: mai buttarsi in una storia senza che i sentimenti governassero le emozioni. Però avevo ancora qualche remora, anche se forse mi stavo solo facendo troppe paranoie inutilmente.
Ci rimuginai e giunsi alla conclusione che forse era quello giusto. Iniziai anche a farmi dei castelli in aria, mentre la cornetta del telefono si stava allontanando pericolosamente dal mio orecchio.
«Evy, non dici niente? Così mi uccidi» mi riportò alla realtà lui.
«Scusa. Sento che potrei amarti per sempre, e mi sto sbilancio moltissimo, ma molto dipende anche da te. Se fai un passo indietro a questo punto, dovrai raccogliermi con il cucchiaino.»
«Non ti preoccupare. Dovremo soltanto vederci molto spesso, così potrò dimostrarti quanto tengo a te e come il colpo di fulmine nei tuoi confronti mi abbia letteralmente folgorato. Cominciamo tra… cinque minuti?»
«Sdolcinato poeta che non sei altro, e impaziente per di più, facciamo che ci vediamo domani.»
«La fai sembrare una brutta cosa, ma a domani.»
Il giorno seguente ci incontrammo e tutto andò bene. Lo stesso accadde per i successivi appuntamenti, fino a quando, tre anni dopo, ci sposammo. E in quattro anni nacquero due figli.
Avevo coronato un sogno dʼamore e potevo gioire del principe tutto mio che avrei goduto per la vita.

Evelyn Storm 2014 ©

Intervista a Francesco Giannini sul libro “Ero il mare nero”

Il tempo non è dei migliori. Meglio fare un’altra intervista. Questa volta tocca a Francesco Giannini, a cui ho domandato del suo libro “Ero il mare nero”. Leggete cosa ha risposto. 10718989_10203010325324376_1065490812_n
1) Conosciamo Francesco Giannini. Raccontaci un po’ di te.
Ciao a tutti e grazie di essere qui a leggermi. Qualcosa di me? Ok… amo creare. Trovo che creare sia la cosa più bella che si possa fare in vita. Che sia narrativa, che sia lavoro, che sia riparare la mia moto, amo creare. Mi piace creare le cose da zero, modificarle. Mi piace la storia, il Giappone, la spiritualità, e la musica. E mi piace pormi delle domande e cercare risposte.

2) Ti dividi tra tante attività, ma quale preferisci?
Scrivere romanzi, quindi storie, è una cosa che adoro, come scrivere canzoni. Mi piace moltissimo allenarmi, sudare, spingere il mio corpo ai suoi limiti, e mi piace molto anche occuparmi del marketing, che amo rendere “etico”: non mi piace gestire dei prodotti che ritengo non utili alla società. Tra tutte queste cose, ritengo che la cosa che però più mi piace sia scrivere, in beato stato di quiete, io in compagnia di me stesso.

3) Il tuo libro “Ero il mare nero” quando è uscito?
10815903_10203010318964217_52264953_n
Il mio libro “Ero il mare nero” è uscito a fine ottobre 2014, dopo 18 anni di lavoro: è un romanzo molto complesso e lungo per me. La cosa bella in questa lunga gestazione è aver capito che per quasi 20 anni avevo sotto i miei occhi molte risposte alle mie domande, e non riuscivo a leggerle. Son dovuti passare quasi 20 anni per imparare a leggerle.

4) Spiegaci il perché di questo titolo.
Il titolo originario era lunghissimo ed era: “Mare nero, mare ero (ovvero quel lungo inverno del ’96 quando non c’ero)”, ed era stato scritto nel 1996, basato su un’idea del 1991. Poi è stato visto e rivisto, corretto, ma da quasi 10 anni era lì fermo perché mancava… il finale. Quando ho intuito che ormai erano maturi i tempi per finirlo, è stato accorciato il titolo ed è diventato “Il mare nero”. Infine, quando ho compreso che ormai il “mare nero”, ovvero il mio lato oscuro, si fosse svelato con la conclusione del libro, mi sono messo alle spalle il passato. Ergo: “Ero il mare nero”.

5) Il lui del tuo romanzo chi è?
Fottutamente io, e mi pare quasi ovvio. Ogni romanziere secondo me può parlare solo di sé. Il protagonista è una parte di me, precisa e chiara, è uno dei miei infiniti io. Ognuno di noi, a mio avviso, è mille e mille volte se stesso, ha infinite emanazioni del proprio ego. Vederle tutte significa finalmente annullarle, non essere imprigionati in un “io” preciso. Ho conosciuto molto da vicino la parte di me che è protagonista di “Ero il mare nero”.

6) A chi ti sei ispirato per scrivere il tuo romanzo?
Onestamente i grandi a cui mi ispiro mi ucciderebbero, adesso, a sangue freddo. Bukowski e Ungaretti, ma c’è anche un bel po’ di Buzzati dentro. E poi c’è tantissima musica: i Madredeus, Lucio Battisti, gli U2. Più sono grandi i nostri ispiratori, più grande è la sfida. Sicuramente è dura “sfidarli”, ma non amo nuotare in acque basse.

7) Un messaggio ai lettori.
Comprate e leggete “Ero il mare nero”: è un libro che vi porterà a scontarvi non con il mio lato oscuro, ma con il vostro. Un faccia a faccia poetico, spirituale e difficile, nell’ombra di una storia d’amore. Leggetelo: ho scelto di posizionare l’e-book ad appena 99 centesimi proprio per renderlo accessibile a tutti, perché secondo me tutti vogliono e devono scontrarsi con il proprio buio.

8) Scrivici ora un link dove possiamo trovare il tuo libro.
Trovate tutti i miei libri su http://www.francescogiannini.com …e grazie per avermi intervistato!

Grazie a te.

30 autrici per un unico post

Ogni 24 del mese pubblicizzo 30 autori. Oggi sono tutte donne. Cominciamo:
1) Jessica Maccario con “In volo con te”. 10735731_10202509867141441_1954512302_n
Giulia sente crollare ogni certezza quando suo marito Tommaso se ne va di casa per cercare quella libertà che in Italia gli viene negata. Ad Amsterdam riesce finalmente ad essere se stesso, ma Giulia non sa spiegare alla piccola Carlotta il motivo della sua partenza ed entra in un vortice di dolore che le fa mettere in discussione anche le scelte del passato. Grazie alla bambina, Giulia trova il coraggio per partire e affrontare una volta per tutte Tommaso. Lei, così stupidamente innamorata, e lui, irrimediabilmente gay… Tra discussioni animate e pentimenti, il passato torna prepotentemente nella vita di Giulia e il futuro si prospetta più incerto che mai. L’unica sicurezza è la sua bambina, che travolge tutti con la sua spensieratezza e le impedisce di cadere nella disperazione.
Un incontro inaspettato in aeroporto, una nuova città da esplorare e un vecchio diario sono la migliore medicina. Perché, forse, il suo cuore potrà tornare ad amare ancora…
Un romance spensierato e profondo, che mostra quanto il legame tra madre e figlia possa essere importante, e invita a cercare la luce anche quando tutto sembra andare storto…
http://www.amazon.it/In-volo-te-Jessica-Maccario-ebook/dp/B00NZC1U7C
2) Federica Nalbone con “Poteri ritrovati”. 41g5CawxZ9L__AA258_PIkin4,BottomRight,-48,22_AA280_SH20_OU29_
Alison e Dave hanno ottenuto le risposte che cercavano e conoscono il loro nemico, ma non sono ancora riusciti a sconfiggerlo. Alison, più agguerrita che mai, sa di avere un’unica possibilità per vincere: sfidare la sorte e provare a riavere il suo potere. Intanto, però, il passato torna a bussare alla porta di Dave, obbligandolo ad affrontare definitivamente i suoi demoni. Dopo anni di assenza, la sua nemesi torna a cercare vendetta, mostrandosi più pericolosa che mai e minacciando tutti coloro che ama. Dopo Poteri Spezzati, arriva il capitolo finale della duologia che vedrà i giovani cacciatori di Chicago alle prese con scontri, feriti, sangue e morti. Questa volta, in un modo o nell’altro, riusciranno a chiudere il cerchio in modo definitivo. Ma a quale prezzo?
http://www.amazon.it/Poteri-Ritrovati-Federica-Nalbone-ebook/dp/B00O97QOSM/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1413546337&sr=1-1
3) Cristina Cumbo con “Il risveglio (I quattro principi di Sàkomar Vol.2) 51immx3f7LL__AA258_PIkin4,BottomRight,-46,22_AA280_SH20_OU29_
Mentre Sàkomar prosegue ad essere sconvolta dalla distruzione condotta dal Principe Alessandro, Fabio, Roby e Valenthine si allenano per provare a vincere la guerra e tornare nella propria dimensione. I pericoli sono però in agguato. Riuscirà Roby a dominare l’irruenza dell’Aria? E Fabio a fronteggiare il pericoloso Minotauro? Infine Valenthine sarà in grado di mantenere un segreto capace di ribaltare le sorti di un mondo che sembra destinato alla catastrofe? Intanto l’Oracolo è sempre più debole e non può nulla contro gli Elgwish, i Custodi del Tempo e delle Dimensioni, che vogliono chiudere i Portali per sempre, confinando i Principi a Sàkomar.
http://www.amazon.it/Risveglio-Quattro-Principi-S%C3%A0komar-Vol-ebook/dp/B00MQ998GU/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1414143840&sr=8-1&keywords=cristina+cumbo+risveglio
http://sakomar.blogspot.it/2014/07/i-quattro-principi-di-sakomar-il-regno.html
4) Valentina Zaffanelli con “Il fuoco dell’Eares (Il cerchio di Numen vol. 1)” 51EqXWqJIBL__AA258_PIkin4,BottomRight,-36,22_AA280_SH20_OU29_
Alex è una venticinquenne convinta di essere una ragazza come tante, timida e maldestra con i ragazzi e perennemente insoddisfatta di sé. Dopo la morte dei suoi genitori, per lei un nuovo inizio, un nuovo lavoro; una sorellina tutto pepe da tenere sempre lontana dai guai; un’anziana zia un po’ troppo protettiva e la sua eccentrica amica Lucy sempre pronta a darle una mano. Durante una festa, le sue labbra incontrano quelle di un irresistibile sconosciuto, travolta da una passione, e da un antico legame che ha origine tra le pieghe del tempo, scoprirà che sarà proprio il suo nemico colui che più desidera. Dovrà affrontare un passato dimenticato che torna con i suoi fantasmi bramosi di vendetta, su colei che diverrà L’Eares: custode di un potere divino che dominerà il destino degli uomini. La sola in grado di formare il nuovo Cerchio di Numen e guidare un esercito proveniente da un altro mondo. Alex sarà disposta a sacrificare quello che ha di più caro, per salvare il destino di due mondi?
http://www.amazon.it/Fuoco-dellEares-Cerchio-Numen-Vol-ebook/dp/B00KRPZLR0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1413571155&sr=8-1&keywords=il+fuoco+dell%27eares
5) Roberta De Tomi con “Magnitudo apparente” 41fbqIFfIJL__AA258_PIkin4,BottomRight,-37,22_AA280_SH20_OU29_
Giugno 2012: mentre la Bassa Modenese deve affrontare le conseguenze del terremoto che l’ha sconvolta, Nicolò, timido e intelligente quindicenne, trova ospitalità a Milano, presso alcuni parenti. La sua vicenda s’intreccia con quella della cugina Nicole, Neet depressa in cerca della propria collocazione nel mondo, e della zia Rosanna, casalinga nostalgica ed ex “dark”, con la passione del Nail Art e delle tinture, che intende prendersi una rivincita sul gelido marito, Carlo, commercialista e consulente di successo, che nel lavoro ha annullato i legami con i famigliari. Con l’aiuto di Nicolò, Rosanna scopre alcune e-mail, inviate da una certa Arcobaleno nel Blu. Da quel momento scatteranno le indagini sul passato del marito, colpevole di nasconderle da anni la verità, relativa a una figlia illegittima, frutto di una relazione con una donna della Bassa. Inizieranno una serie di vicissitudini legate ai personaggi, fra segreti, arte e colpi di scena.
http://www.amazon.it/Magnitudo-apparente-Roberta-De-Tomi-ebook/dp/B00IYGJXTQ
6) Marika Vangone con “Black Feather” thumb
Ghost Town è un piccolo paesino situato tra pianura e montagna, un paese lontano da tutti e da tutto … Un luogo apparentemente tranquillo. Dove il tempo sembra inesistente e le anime vagano tra le mura degli edifici una volta incantevoli. Una macchina nera attraversa silenziosamente il borgo, una ragazza: Zaira. Con il suo arrivo Ghost Town sembra risvegliarsi e le anime irrequiete sembrano cercare qualcuno che dia loro la pace. Un enigmatico maggiordomo e un amico un po’ strano e un affascinante giovane uomo aiutano la ragazza in questa missione ma qualcuno sembra tramare alle loro spalle. Qualcuno che mai è stato scalfito dal tempo: Il burattinaio. In una guerra tra cielo e terra Zaira dovrà ritrovare se stessa e capire chi non è guidato dai Fili Trasparenti del “Destino”.
http://www.booksprintedizioni.it/libro/Romanzo/marika-vangone
7) Rhoma G. Animor con “L’uragano dentro me” 5157-1X1DpL__AA258_PIkin4,BottomRight,-39,22_AA280_SH20_OU29_
E’ la storia di una ragazza che si è sposata troppo giovane, di un marito distratto e troppo sicuro di sé. E’ la storia di una donna sola e fragile che, all’improvviso, si trova davanti una realtà a lungo ignorata: la sua vita non è altro che una bugia. Sinossi:
Che cosa puoi fare quando l’uomo della tua vita non ti guarda più come una volta, e la passione fra voi è appassita come petali di fiori recisi?
Puoi soffrire, disperarti, chiuderti in te stessa, oppure puoi reagire e alzare la testa. E se ciò ti porterà davanti ad un bivio, non temere, scegli. Esiste una via d’uscita, anche se non sempre è quella giusta.
Ary ha venticinque anni, ma per la sua amica Phoebe ne dimostra cinquanta. Possiede una casa, un lavoro, ed è sposata col suo primo amore. Eppure… le manca qualcosa. È apatica, insofferente, non sa cosa sia la puntualità, inoltre il suo matrimonio sta andando a rotoli. Bagna il cuscino tutte le notti, ma Danny non se ne accorge. Ed è proprio in questo momento della sua vita che comincia a formulare strani pensieri, mettendo in discussione tutto quello che ha sempre ritenuto essere “il suo mondo”. Poi accade il miracolo: Danny torna a essere l’uomo di cui si è innamorata. Per Ary è una vera tragedia perché, a quel punto, è lei a non essere più quella di una volta. Una giovane donna di provincia e un manager di successo. La prima fa i conti con un matrimonio scivolato nell’oblio, il secondo è allergico a qualsiasi tipo di legame affettivo. Il loro incontro sarà turbolento, così come le conseguenze che ne deriveranno.
http://www.amazon.it/LUragano-dentro-me-Rhoma-G-ebook/dp/B00OL5RX50/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1413870960&sr=1-1&keywords=l%27uragano+dentro+di+me
http://store.kobobooks.com/Search/Query?ac=1&Query=l%27uragano+dentro+me
8) Barbara Risoli con “La stella d’oro (Zolotaja Zvjezda)” 512xslyUlqL__AA258_PIkin4,BottomRight,-46,22_AA280_SH20_OU29_
Questo non è un romanzo politico, bensì la storia romanzata di fatti realmente accaduti intorno ai protagonisti. Questi ultimi sono frutto della fantasia.
Lei, tradita da Dio nel furore della guerra che incendia il Friuli.
Lui, che Dio non lo ha mai pregato, confuso nelle pieghe di un’ideologia emergente, vestito da rivoluzionario, in realtà principe spia.
Loro, in un incontro improbabile e una salvezza strisciante.
Sullo sfondo della Prima Guerra Mondiale e la Rivoluzione Russa, Maria e Fajzrahman vivono il cambiamento, ma a cambiare saranno loro e il destino muterà scelte e intenzioni.
Un amore grande che emerge dalla furia delle masse in rivolta.
http://www.amazon.it/STELLA-DORO-Zolotaja-Zvjezda-ebook/dp/B00CGW2L2U/ref=sr_1_2?s=books&ie=UTF8&qid=1413546700&sr=1-2&keywords=barbara+risoli
9) Grazia Cioce con “Una mamma” 513wirxMd+L__AA258_PIkin4,BottomRight,-37,22_AA280_SH20_OU29_
Lucia, donna forte eppure fragilissima, vive in un mondo fatto di dolci e pietanze appetitose. Per questo mondo, e per la paura della sua maternità, ha dato tutto, sacrificando la sua vita, allontanandosi dal marito e dal figlio, finché un giorno torna a casa. Ma è troppo tardi e il destino le riserva una sorpresa atroce: la morte di suo figlio Marco. Da quel giorno, Lucia vive per poter conoscere le persone cui gli organi di Marco sono stati donati, in un atto di estrema generosità. Fino a quando incontra Luigi e la sua vita cambia: come il clic di una serratura che si apre, Lucia rivolge il suo sguardo al mondo e a se stessa, scandaglia il suo cuore alla ricerca della serenità messa a dura prova da una vita di perdite e dolore. Può un foglio strappato ricomporsi? Può una tale, profonda, lacerazione rimarginarsi? Un romanzo ricco di colpi di scena e appassionante come solo l’amore sa esserlo. Un romanzo che celebra la vita e la rinascita.
http://www.amazon.it/Una-mamma-Narrativa-Grazia-Cioce-ebook/dp/B00OHLJPAO/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1413308653&sr=1-1&keywords=una+mamma+grazia+cioce
http://store.kobobooks.com/it-IT/ebook/una-mamma
10) Eva Fairwald con “Law kills – avvocato per sempre: novella” 51q5DItabcL__AA258_PIkin4,BottomRight,-36,22_AA280_SH20_OU29_
Ecco il mix esplosivo per questa novella maliziosa; maneggiare con cura!
Johan Herzmann: vampiro e il miglior avvocato dell’occulto in Europa.
Jerry Goodfellow: giovane avvocato capace e affamato di successo.
Kara Schwert: sexy spacciatrice con idee subdole e una limousine piena di contanti.
Che cos’hanno in comune oltre all’amore spassionato per i soldi?
Beh, state per scoprire che a volte sangue & lussuria non possono essere fermati e che la legge uccide… non importa quanto tu sia bravo.
Questa novella ha per protagonisti i personaggi del romanzo in lavorazione “Deal or Die”; fa parte di una breve serie che racconta come Kara Schwert ha riunito il proprio staff.
“Law kills” parla del giovane avvocato Jerry Goodfellow; non c’è un ordine di lettura, perché ogni storia presenta un componente diverso della squadra di Kara.
Nota: contenuti espliciti.
http://www.amazon.it/Law-kills-avvocato-sempre-novella-ebook/dp/B00KAJH5A4/ref=sr_1_6?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1399967713&sr=1-6
http://store.kobobooks.com/it-IT/ebook/law-kills-avvocato-per-sempre
11) Ilaria Tomasini con “Il cielo oscuro di Roma” 519l3osRsyL__AA258_PIkin4,BottomRight,-43,22_AA280_SH20_OU29_
Raven Locke, 16 anni, è una ragazza timida e complessata e Sara, la più carina della scuola, non fa che tormentarla.
Un giorno Raven viene sfidata da Sara: di sicuro non avrà il coraggio di entrare nel cimitero da sola!
La giovane accetta la scommessa, ma qualcosa va storto e per Raven e Sara inizia un incubo spaventoso.
Aylward Dewayne è un tranquillo insegnante, ma di notte si aggira per le vie di Roma armato di un pugnale d’argento.
Il suo passato nasconde un terribile segreto e il suo destino si intreccerà con quello di Raven e Sara in un’avventura mozzafiato.
http://www.amazon.it/dp/B00N2TYKMK/
12) Alice Vezzani con “Prima… abbracciami” 51UOp9+qCLL__AA258_PIkin4,BottomRight,-38,22_AA280_SH20_OU29_
Lo zenzero è aspro e stimolante. La cannella è dolce e intensa.
Le due essenze insieme si completano e si esaltano reciprocamente, come i due protagonisti di questo romanzo. Sara Russo è una ragazza coraggiosa e allegra, lavora come free-lance per un settimanale nazionale ed ha convinto il suo editore ad affidarle un articolo sulla diffusione della droga nelle discoteche. È stata in Afghanistan durante la guerra e i ragazzini che spacciano non la spaventano per niente. Jacob Cioran è un freddo e reticente rumeno con un passato non proprio immacolato. Proprietario di diversi locali notturni a Roma, vive imperturbabile tra movida, donne e sesso, ma un sabato sera si trova a dover affrontare il problema di una giornalista ficcanaso che si è messa nei guai proprio in una delle sue discoteche.
Sara: “Di quella notte non ricordo più nulla, ma sono più che mai decisa a scoprire cosa sia successo veramente e il signor Cioran è l’unico mio indizio.”
Jacob: “Da sabato qualcosa è cambiato, ma Sara dovrà dimenticare e continuare con la sua vita, per il suo bene e anche per il mio.”
Questo libro a doppia narrazione racconta della storia d’amore di Sara e Jacob,
il seguito uscirà all’inizio del 2015.
http://www.amazon.it/Prima-abbracciami-Sara-Jacob-Vol-ebook/dp/B00O5C4BM2/ref=sr_1_5?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1412361623&sr=1-5
13) Erika Vanzin con “Cacciatori di segreti: La presa di coscienza” 51P39JT5MzL__AA258_PIkin4,BottomRight,-45,22_AA280_SH20_OU29_
Eva é una ragazzina di quasi diciassette anni che, dopo la morte improvvisa e violenta dei suoi genitori, è costretta a fare i conti con una realtà che non ha mai visto e conosciuto. Una famiglia che ha vissuto la stessa esperienza, le aprirà le porte della sua casa e l’aiuterà a elaborare il lutto. Eva capisce che chiudere i conti con il passato è l’unico modo che ha per ricominciare a vivere. Da quel momento comincia la sua affannosa ricerca della verità che la catapulterà in un mondo surreale e di cui ignorava l’esistenza. Solo un modo di pensare non convenzionale e l’aiuto di tre ragazzi speciali la porterà a una conclusione alquanto insolita per i canoni a cui è abituata. Cacciatori di segreti – La presa di coscienza è una storia di sofferenza, amore e rinascita che apre le porte di una nuova vita a una sedicenne, all’apparenza matura, ma trascinata da incoscienza ed entusiasmo tipici della sua età.
http://www.amazon.it/Cacciatori-segreti-coscienza-Erika-Vanzin-ebook/dp/B00OH66RIM/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1413547095&sr=1-1&keywords=cacciatori+di+segreti
14) Michela Piazza con “Mary Read Nemica del genere umano” 10415660_10205233359897957_4667965691497028023_n
Pirata. Nemica non di una sola nazione, ma dell’umanità intera.
Questa è Mary Read: una criminale capace di ferocia, ma anche di tenerezza; una ragazza anticonformista eppure profondamente romantica.
Vestita da maschio, Mary solca i mari dei Caraibi insieme allo spavaldo Calico Jack Rackham, finché a loro non si unisce anche l’ambigua, affascinante Anne Bonny. Così la ciurma di Calico Jack diventa l’unica nella Storia a contare due piratesse: una “coppia di infernali arpie”, un vero incubo per la Marina e per tutti gli uomini che vorrebbero le femmine sottomesse e schiave del focolare.
Una storia ricca di azione, complotti, sentimenti per guardare il ‘700 attraverso gli occhi di una donna divenuta leggenda.
Un romanzo storico accurato e rocambolesco, una vicenda toccante e crudele che non vi lascerà indifferenti.
http://www.blomming.com/mm/ShopButterflyEdizioni/items/mary-read-nemica-del-genere-umano
15) Laura Mars con “Le notti non muoiono all’alba” 5133FlOCGpL__AA258_PIkin4,BottomRight,-27,22_AA280_SH20_OU29_
Sono sette cugini, figli di quattro fratelli dal passato turbolento. Hanno ereditato la passione per le due ruote dai genitori. Sono carismatici e affascinanti, talmente uniti fra loro da decidere di vivere insieme: sono i sette ragazzi Clifford. Siamo nel quartiere di Astoria, Queens. Ryan, il penultimo dei ragazzi in ordine di età, è appena tornato a casa dopo un lungo periodo trascorso in California, dove si era rifugiato in seguito ad un violento litigio che lo ha diviso da Noah, il suo migliore amico.
Dall’età di sedici anni, Ryan e Noah sono stati inseparabili. Simili nel carattere quanto nell’aspetto, le loro analogie sono tali da renderli persino fratelli agli occhi degli estranei. Tuttavia, sei anni più tardi, Noah commette un torto che Ryan non può perdonargli, e che decreta la fine della loro viscerale amicizia. Deluso, tradito, arrabbiato, nonché fermamente intenzionato a riprendere il corso della sua vita, Ryan è deciso a lasciarsi alle spalle quel rapporto ormai irrecuperabile, benché spesso la nostalgia e il ricordo dei bei momenti passati con Noah siano tanto intensi da impedirglielo. A turbare ulteriormente la sua esistenza c’è Nikki, l’esuberante e maliziosa vicina, che non si preoccupa di celargli il suo sfacciato interesse, suscitando in lui un sentimento feroce in bilico fra insofferenza e attrazione. Perché a Nikki, allegra e scapestrata, alla continua ricerca di una figura maschile stabile nella propria vita, Ryan evoca il suo primo grande amore, il solo ragazzo che abbia mai avuto, con la quale è ancora in buoni rapporti, e che altri non è che Noah…
Primo capitolo di una trilogia, narrato alternativamente da entrambi i protagonisti, Le notti non muoiono all’alba è una storia indimenticabile di lealtà e di amicizia, che dimostra come i legami, a volte, possano sopravvivere ben oltre la loro fine, e ben oltre la scomparsa di chi si ama.
http://www.amazon.it/Le-notti-non-muoiono-allalba-ebook/dp/B00AVYXB8S/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1391265875&sr=8-1&keywords=le+notti+non+muoiono+all%27alba
16) Emily Hunter con “Tha braid (La treccia)” 51YlGvuFR8L__AA258_PIkin4,BottomRight,-32,22_AA280_SH20_OU29_
Una treccia per chiudere il cuore.
“…e vissero felici e contenti?” un cliché, forse, ma in fondo il lieto fine è quello che ogni donna anela nella vita. Non Emily. Lei è una donna forte, una donna sicura di sé. Ha una casa, una carriera, amici che sono pronti a gettarsi nel fuoco, per lei.
Emily è desiderata, addirittura ambita. Affascinare con un solo sguardo, una sua parola è capace di ribaltare il cuore dei suoi corteggiatori.
Paul, l’ex marito sepolto nel passato. Alex, amante c.he la vuole tutta per sé, senza donarle nemmeno un briciolo di se stesso. Sam fidato collaboratore per il suo lavoro e appassionato “compagno di giochi”. Eric, amico di vecchia data legato alla sua vita per dolori comuni e sua unica Medicina per le Ferite. Tanto sesso, niente amore.
E forse va bene così, Emily si spoglia di tutto ma non scioglie mai la treccia, ultima sua difesa per non soccombere.
Lei si rifiuta di desiderare di più del sesso, si rifiuta di cercare l’amore nei rapporti che vive: storie, a volte intense, di pura attrazione con uomini che vorrebbero più di quello che lei è disposta a concedere.
Ma un giorno tutto questo potrebbe non bastare più e quando l’affascinante Connor entra nella sua vita in punta di piedi, Un amore clandestino, una storia di sesso che appaga entrambi. Un’alchimia perfetta, due persone che si donano corpo senz’anima, un patto che va bene a entrambi.
Ma fino a quando?
Fin quando con Connor il sesso diventa coinvolgimento emotivo che si trasforma inevitabilmente in amore.
A quel punto le difese della sua anima vacillano, e Emily si ritrova a desiderare quello da cui ha cercato di fuggire per anni.
http://www.amazon.it/The-braid-La-treccia-Damster-ebook/dp/B00KFTI15W/ref=pd_rhf_ee_p_img_2
17) Nadia Filippini con “Come il vento per una girandola” 41OsALOAZuL__AA258_PIkin4,BottomRight,-37,22_AA280_SH20_OU29_
Chiara e Alessio. Da due anni le loro strade si sono divise bruscamente, lasciando una profonda ferita in entrambi. Lontano l’uno dall’altra, hanno cercato di andare avanti con le loro vite e lasciarsi il passato alle spalle. Quando però Alessio torna a vivere a Milano e le chiede di tornare nella sua vita, Chiara si troverà ad affrontare una scelta più difficile di quanto lei stessa potesse immaginare. Fidarsi ancora una volta di Alessio e rimettere in gioco i propri sentimenti o chiudere definitivamente col passato e guardare avanti?
http://www.amazon.it/Come-vento-per-una-girandola-ebook/dp/B00OAORGS6/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1413313612&sr=8-1&keywords=come+il+vento+per+una+girandola
18) Gina Laddaga con “Sognami” 51Mm8BpL6iL__AA258_PIkin4,BottomRight,-27,22_AA280_SH20_OU29_
Alice, diciottenne sognatrice, timorosa, ma allo stesso tempo forte, è una ragazza come tante, ma con un dono diverso dalle altre: tutte le notti lei sogna, ma i suoi sono sogni d’amore con se stessa come protagonista e con un ragazzo bellissimo da un sorriso sconvolgente e da profondi occhi verdi. Sogni che poi si avvereranno sotto i propri occhi, ma con un’altra ragazza come protagonista. Non è mai stata innamorata e cerca questo sentimento ardentemente, anche se in realtà ne ha una profonda paura. La sua vita cambierà quando su un treno, che la porterà a scuola, un ragazzo bellissimo dagli occhi verdi e dal sorriso luminoso, la fisserà, scatenandole nel cuore e nello stomaco un turbinio di emozioni a lei ancora sconosciute. Non lo conosce, ma sa di averlo già visto da qualche parte. Quando lo rincontrerà all’università, scoprirà che si chiama Romeo, come il protagonista della famosa tragedia di Shakespeare. Ha davvero trovato il suo Romeo?
http://www.amazon.it/Sognami-Gina-Laddaga-ebook/dp/B00NLV24SG/ref=sr_1_1/279-9824349-1392952?ie=UTF8&qid=1413547351&sr=8-1&keywords=Sognami+di+Gina+Laddaga
19) Federica Forlini con “Rosso Placebo” 51Z6Fre6cxL__AA258_PIkin4,BottomRight,-31,22_AA280_SH20_OU29_
Tordemma non è una città come le altre; nuove forze oscure minacciano i precari equilibri tra esseri umani e demoni, portando entrambi verso un inevitabile baratro. In un mondo tetro, freddo, che non ha molto da offrire salvo una tiepida speranza, Violet, da sempre alla ricerca dell’amore incontrerà Alan: un maledetto; un vampiro. Guidata da un sentimento annientante, travolgente, dilaniante, la ragazza gli darà il suo sangue per salvarlo. Per strapparlo alla morte certa che minaccia costantemente ogni singola creatura, in attesa che si compia la profezia.
Che ruolo avrà La Madre negli inquietanti avvenimenti accaduti a Tordemma? Chi scamperà alla furia del giustiziere e del suo flagello? E soprattutto: quale sarà il significato del ciondolo a farfalla, così vicino a Violet da illuminarsi ogni volta che si lascia succhiare dal vampiro?
http://www.amazon.it/Rosso-placebo-Federica-Forlini-ebook/dp/B00HV29DJO
https://itunes.apple.com/it/book/rosso-placebo/id797225496?mt=11
20) Valeria De Luca con “Black Cemetery il luogo della perdizione” 51ftxAO-DEL__AA258_PIkin4,BottomRight,-46,22_AA280_SH20_OU29_
Una Ford Mustang nera sfrecciava per la Black Street. Era diretta verso Dark Myst. John Allen stava per diventare uno scrittore famoso. Aveva vinto un concorso letterario con il suo manoscritto inedito “Incubi Neri”. Un contratto con una nota casa editrice, pronta a sborsare molti dollari per quel manoscritto che ora si trovava nello zaino sul sedile di fianco. Mentre sognava la sua vita grandiosa, qualcosa di strano accadde. Un’ombra nera sfrecciò davanti alla sua Ford. Da quel momento strani avvenimenti si presentarono agli occhi di John Allen: la macchina smetterà di funzionare, l’autoradio farà i capricci e sembrerà che qualche demone si stia impossessando dell’autoradio. John vedrà di fronte a sé un cimitero: BLACK CEMETERY. Qualcosa di oscuro lo attenderà, una bellissima ragazza è in lacrima su una strana tomba e lui rapito da quei singhiozzi si avventurerà nel bosco del cimitero per aiutarla.
Che cosa ci fa una ragazza in piena notte ai piedi di una tomba?
Perché John molla tutto per correre da lei?
John non conosce la leggenda del cimitero e di Dark Myst…
Le ombre sono pronte ad attenderlo.
http://www.amazon.it/Black-Cemetery-luogo-della-perdizione-ebook/dp/B00OE680RG/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1413172459&sr=8-1&keywords=black+cemetery
http://store.kobobooks.com/it-IT/ebook/black-cemetery
21) Aurora Ballarin con “La leggendaria guerriera (Volume 1) Rinascita di una dea (II edizione) 51ER6T5Gc+L__AA258_PIkin4,BottomRight,-41,22_AA280_SH20_OU29_
Ainwen Carnelio, giovane rampolla di una delle famiglie più in vista della città, non ha mai capito la ragione del suo strano aspetto.
Cresciuta da un ammiraglio, che l’ha addestrata all’arte della spada fin da bambina e da una madre insolitamente attenta a farle apprendere la magia, la giovane passa le sue giornate divisa tra due realtà: quella diurna, la vita apparentemente normale di una ragazza della sua età; e quella notturna tra duelli, visioni di cui non conosce il significato e incubi che infestano le sue notti. Tutto evolve all’improvviso il giorno in cui conosce il nuovo istitutore, Barahir. Un uomo enigmatico, di una bellezza unica e fin troppo interessato a lei. Con il suo arrivo le visioni aumentano, facendosi via via più terrificanti. Ogni volta che i loro sguardi si incrociano è come se lei vivesse l’esistenza di un’altra persona. La mente viene travolta da ricordi non suoi e perfino la vita arriva quasi a non appartenerle più, confondendosi con quella di un’altra donna di cui a malapena conosce il nome. Fino a quando, spossata nell’animo e nelle carni decide di voler sbrogliare la matassa dei misteri di tutta una vita. Solo un nome dalla sua parte. Un unico fievole indizio a ricollegare ogni sua visione: Urwen. Il nome della dea degli elfi.
Il nome della donna che, cinquecento anni prima salvò il mondo dall’apocalisse… Questa ricerca la porterà a riscoprire il suo passato e un destino dannato, da cui non potrà scappare. Una guerra spietata l’attende alle porte del suo domani. Una battaglia insensata e crudele da cui dipenderà non solo la sua salvezza ma anche il destino di chi ama e del mondo che Urwen, prima di lei, era stata chiamata a proteggere. Vecchi legami la richiameranno all’esistenza che ancora in fasce aveva gettato alle spalle e dalle stesse ceneri del dolore che comporterà la conoscenza del futuro che l’attende, dovrà ricostruire non solo un mondo, evitandone la fine, ma anche e soprattutto la sua stessa vita…
http://www.amazon.it/Leggendaria-Guerriera-Rinascita-una-edizione-ebook/dp/B00KJJE2RY/ref=sr_1_2?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1413554019&sr=1-2&keywords=la+leggendaria+guerriera
22) Tanya D’Antoni con “La leggenda nera” tanya-d-antoni-la-leggenda-nera
La leggenda nera è ispirato a una vicenda realmente accaduta in Francia tra il 23 e il 24 agosto del 1572, una guerra tra cattolici e protestanti che portò a unimmane massacro, noto come la strage di San Bartolomeo, ordito dai capi del partito cattolico francese; nella sola Parigi vennero sterminati circa tremila ugonotti. Sfogliando un diario nascosto in una delle biblioteche di Parigi, Gabrielle fa la conoscenza di Chantal, una figura chiave per raccontare una storia fatta di guerre e sangue, una donna piegata dalla sofferenza ai tempi del XVI secolo. Attraverso le pagine si raccontano i dubbi e le incertezze dell’epoca che incombono nell’adolescenza della protagonista che, dopo aver vissuto nell’agiatezza e al riparo da ogni pericolo, si ribellerà ai voleri paterni. Durante la sua fuga scoprirà suo malgrado la cruda realtà delle persecuzioni religiose, una realtà tragica e dolorosa.
La leggenda nera racconta dell’amore tra Chantal e Alessandro, di un unico destino, di un segreto celato nell’ombra, di passioni, paure, violenze, dolori, imposizioni, odio, sofferenza e morte.
http://www.twins-store.it/libri/207-tanya-d-antoni-la-leggenda-nera-9788898899326.html
23) Mew Notice con “Come un batter d’ali” 51pIfIE6tjL__AA258_PIkin4,BottomRight,-32,22_AA280_SH20_OU29_
Se solo si potessero evitare certe scelte disperate, forse una giovane donna innamorata non avrebbe preferito la morte come forma di ricongiungimento con la propria anima gemella, allontanata brutalmente. Ma Melody è pronta a seguire il suo Tobias ovunque lui sia, tanto da diventare un Angelo Nero, con l’unica certezza di tentare gli altri esseri umani per ottenere il suo scopo: rivedere, anche solo per attimi, quell’angelo che lei ha sempre amato… Tobias.
Più di 150 anni dopo, Mia e Noir si incontrano. Provengono da mondi e realtà differenti ma, nonostante i loro diciotto anni, non ci mettono molto a capire quel che provano l’uno per l’altra. Una forza travolgente guiderà i loro cuori e li spingerà a sormontare tutte le insidie che il destino, o forse Melody, porrà sul loro cammino. In un turbinio avvolgente di emozioni, paure e segreti, Noir e Mia affronteranno pregiudizi e difficoltà, scoprendo insieme il gusto dolce e, allo stesso tempo, aspro della parola amore.
http://www.amazon.it/Come-batter-dali-Mew-Notice-ebook/dp/B007OZFML6/ref=pd_cp_kinc_2
24) Gnomo Twins Federica con “Il ragazzo alla pari” copgh
Federica è una donna di quarant’anni separata e madre di due gemellini. Quando la sua amica Lia le consiglia di partire per una vacanza e pubblica un annuncio per trovarle una baby-sitter che la aiuti con i piccoli, Federica ancora non sa cosa il destino ha in serbo per lei. Già, perché a presentarsi è un bel giovane di ventitré anni al cui fascino – come Federica scopre ben presto – è piuttosto difficile resistere. Fin qui nulla di irreparabile, se non fosse per il fatto che anche Tom non sembra affatto indifferente alla sensualità della sua datrice di lavoro… Il ragazzo alla parie una commedia rosa, piccante ed esilarante che diverte, fa sognare ma anche riflettere. Al di là della pura e semplice toy-boy story romantica e sexy, si muovono infatti due protagonisti seducenti, dalle vite complesse: Federica convive quotidianamente con i fantasmi di un matrimonio fallito e con le ansie di una madre single, mentre Tom deve fare i conti con una morbosa situazione familiare. Tra dubbi, incertezze e appassionati momenti di intimità, Federica e Tom dovranno impegnarsi non poco per vincere le difficoltà. E insieme a queste, dovranno affrontare anche il tabù sociale di un rapporto – quello tra una donna matura e un ragazzo – che pure chiede solo di essere vissuto e rispettato “alla pari” di qualsiasi altra forma d’amore.
http://www.ibs.it/code/9788864421667/gnomo-twins-federica/il-ragazzo-alla.html?gclid=CM69pdjcs8ECFSuWtAodRyMAxg
25) Monica Portiero con “Nora e il bacio di Giuda” 5427460
Perth, Scozia. Nora è una giovane studentessa e scrittrice emergente alle prese con l’intrigante storia di fantasmi che costituirà il corpo del suo primo romanzo. La vita le frana improvvisamente sulle spalle quando i suoi genitori muoiono in un terribile incidente d’auto. Da quel momento in poi, tutto precipita: il rapporto già precario con sua sorella Lillian, la presenza inquietante della famiglia della sorella nel suo cottage, le difficoltà economiche. Il destino, tuttavia, non è ancora stanco di giocare con lei: presto emergerà, dall’oscurità del passato, un terribile segreto di famiglia che stravolgerà per sempre la sua esistenza.
http://www.lafeltrinelli.it/libri/portiero-monica/nora-e-bacio-giuda/9788897810278?zanpid=1958180496068711424&gclid=COTkgK7hs8ECFSXHtAodcwkAzw
26) Silvia Castellano con ” Amethyst” 51wjfmoZJFL__AA258_PIkin4,BottomRight,-38,22_AA280_SH20_OU29_
Angel Watson è una normale sedicenne.
Almeno così credeva prima di conoscere e innamorarsi di Josh Cohen, metà vampiro metà licantropo e terribilmente affascinante.
Da quel giorno, la sua vita cambia completamente: scopre che una profezia parla di lei e che il re dei vampiri vuole il suo sangue e la sua morte.
Mentre cominciano a manifestarsi sintomi di una metamorfosi fisica, segno dell’avvento della profezia, Angel si rende conto che anche Aaron, fratello di Josh, è innamorato di lei. O almeno così sembra, perché il ragazzo non ha ancora dimenticato il suo primo amore Catherine.
Tra dubbi, inganni, pericoli e segreti di famiglia, saranno tanti i tasselli del puzzle che Angel dovrà mettere insieme per avvicinarsi alla verità e al compimento del suo destino.
Perché lei è speciale. Lei è l’Ametista.
http://www.amazon.it/Amethyst-Silvia-Castellano-ebook/dp/B00NJBFM8M
27) Federica Leone con “La maledizione degli intoccabili” 51pKBLQBwOL__AA258_PIkin4,BottomRight,-32,22_AA280_SH20_OU29_
Nulla è più come prima. Da quella notte ormai lontana in cui Daphne incontrò Adam per la prima volta, molte cose erano cambiate, la sua vita non era più la stessa e non lo sarebbe mai più stata. Ciò che aveva appreso non avrebbe più potuto ignorarlo: era un Intoccabile, un essere leggendario capace di conferire al vampiro predestinato una forza tale da mettere a rischio l’intera umanità. Il potere che le scorre nelle vene continua a determinare il suo destino che pare voglia condurla ancor più negli oscuri meandri di quel mondo popolato da incubi da cui vorrebbe allontanarsi ma al quale, ormai, sa di appartenere. La maledizione dell’Intoccabile grava su di lei, sul suo gruppo di sentinelle vampiri e su tutta Coupeville e sarà difficile tenere a bada la furia dei suoi doni e l’evolversi degli eventi; solo l’amore tormentato per Adam potrebbe salvarla ma il passato reclama la sua vendetta e nulla riuscirà ad arrestare il suo incalzante passo. Tornano i protagonisti de L’Intoccabile, l’unico best-seller italiano classificato nel MEGLIO DEL FANTASY 2012 nella graduatoria del più grande store online. Un seguito che risponde a tante domande e ne pone altre, una nuova avventura nell’universo notturno creato da Federica Leone che, anche questa volta, terrà il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.
http://www.amazon.it/maledizione-degli-Intoccabili-Federica-Leone-ebook/dp/B00IPPBDEE/ref=sr_1_4?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1413552656&sr=1-4
http://store.kobobooks.com/it-IT/ebook/la-maledizione-degli-intoccabili
28) Federica Leva con “Cantico sull’oceano” 51CXKSCHg4L__AA258_PIkin4,BottomRight,-32,22_AA280_SH20_OU29_
Il Louvre sta per chiudere mentre la pioggia battente inonda Parigi. La folla si affretta a uscire ma la musica, quella melodia così eterea, ha scelto il momento per compiere, ancora una volta, la sua magia. E, da quel quadro così poco celebre, inizia il racconto della straordinaria vita della donna dipinta.
Siamo nei primi anni del ‘900 ed Elenoire, una talentuosa compositrice e pianista, è combattuta fra l’esigenza di suonare una musica al di fuori dalle convenzioni dell’epoca e le imposizioni conservatrici del marito.
Durante un viaggio verso Nizza, però, qualcosa muterà: la coppia si smarrirà in un villaggio ammantato di surrealismo che permetterà loro di intraprendere un percorso sulla via dell’inevitabile cambiamento. E, sospesi in un mondo fra sogno e realtà, Adrien ed Elenoire saranno costretti ad affrontare le proprie paure e le proprie convinzioni per vivere in eterno attraverso note incantate.Una storia d’amore romantica e devastante per la sua intensità che trascinerà il lettore in un’estasi di note e poesia.
http://www.amazon.it/Cantico-sulloceano-Federica-Leva-ebook/dp/B00GT44GPQ/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1413552574&sr=8-1&keywords=cantico+sull%27oceano
29) Fabiola D’Amico con “Sensuali Tentazioni: sull’Orient Express” 41L0+69WZcL__AA258_PIkin4,BottomRight,-70,22_AA280_SH20_OU29_
Anais è stata ferita dall’amore, non si fida più degli uomini ma ha bisogno di stimoli per scrivere un romanzo erotico. Così decide di affittare un gigolo e di partire con lui per un viaggio a bordo dell’Orient Express che li porterà da Venezia a Parigi passando per Vienna. Dal suo gigolo vuole sensuali tentazioni, passione e la finzione di un sogno romantico. Tuttavia fin dal primo momento in cui incrocia lo sguardo di Santiago capirà che sarà difficile lasciare il cuore fuori da quella storia. Lui è ben diverso da ciò che ha immaginato. Un viaggio che condurrà i protagonisti verso mete ben diverse da quelle preventivate. Perché si sa l’amore non conosce regole.
Provate a leggere Un Giorno da Favola o Il guerriero e la dama di ghiaccio o altri romanzi della stessa autrice
http://www.amazon.it/Sensuali-Tentazioni-sullOrient-Fabiola-DAmico-ebook/dp/B00LDWELWW/ref=sr_1_5?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1413553841&sr=1-5
30) Ilaria Militello con “Un desiderio inaspettato” 51WudjueXRL__AA258_PIkin4,BottomRight,-38,22_AA280_SH20_OU29_
Davide è un bellissimo ragazzo, ha avuto tutto dalla vita. Il lavoro dei suoi sogni, una bella macchina e una ragazza favolosa che per lui farebbe di tutto. Una vita perfetta, ma quando Davide incontra Leonardo, ogni cosa cambierà. Il mondo di Davide verrà scombussolato e quando si troverà a un passo dal perdere tutto, perfino se stesso, una grande e importante decisione gli donerà la felicità che da tempo ormai non provava più. Solo con il coraggio di amare e amarsi, Davide potrà salvarsi.
http://www.amazon.it/Un-Desiderio-Inaspettato-coraggio-dessere-ebook/dp/B00MP1ZMQY/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1408223776&sr=8-2&keywords=un+desiderio+inaspettato

Fino all’ultimo respiro di Rebecca Domino

Eccoci con un nuovo libro di cui fare un’anteprima. Questa volta parliamo di “Fino all’ultimo respiro” di Rebecca Domino, in uscita il 19 maggio.
Listener
Titolo: Fino all’ultimo respiro
Autrice: Rebecca Domino
Trama: Allyson Boyd è una diciassettenne come tante, nata e cresciuta ad Avoch, piccolo paesino scozzese. Un giorno deve andare a portare dei compiti a una ragazza della sua stessa scuola, Coleen Hameldon, e la sua vita cambia per sempre. Perché lei e Coleen diventeranno migliori amiche. E perché Coleen sta lottando da due anni e mezzo contro la leucemia. Nella vita di Allyson entrano parole come chemioterapia, effetti collaterali, trapianto di midollo osseo, ma Coleen non vuole compassione. Vuole solamente una vita normale; una vita fatta di risate, scherzi, esperienze, viaggi, musica, chiacchiere e confidenze, fino a quando non sarà costretta a prendere una decisione che cambierà la sua vita, quella di Allyson e delle altre persone che le vogliono bene. È possibile non avere paura della morte? Ed è possibile insegnare a vivere?
Una storia sulla speranza, un inno alla vita. Un romanzo che ci ricorda il coraggio quotidiano di tutti gli adolescenti che lottano contro il cancro e quello degli amici al loro fianco.
Pagine: 286
Prezzo: GRATUITO. Se vuoi leggere il romanzo, mandami una mail a rebeccaromanzo@yahoo.it, te lo invierò volentieri. Incoraggio i miei lettori a fare una donazione libera e sicura sulla mia pagina raccolta fondi di Justgiving.com, per l’ente benefico “Teenage Cancer Trust”.
Info per le donazioni: http://rebeccadomino.blogspot.it/p/supporta-teenage-cancer-trust.html
Sito utile: http://rebeccadomino.blogspot.it/
Pagina Goodreads del romanzo: http://www.goodreads.com/book/show/21976662-fino-all-ultimo-respiro
Pagina Facebook dell’autrice: https://www.facebook.com/pages/Rebecca-Domino/693040774089231?skip_nax_wizard=true
Breve biografia dell’autrice: sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare. Sono anche un’appassionata viaggiatrice e lettrice. “Fino all’ultimo respiro” è il mio secondo romanzo; “La mia amica ebrea” è il mio romanzo d’esordio.

Come lacrime nella pioggia di Sofia Domino, in uscita il 19 maggio

Ciao, con un po’ di anticipo rispetto all’uscita del 19 maggio, vi parlo di “Come lacrime nella pioggia” di Sofia Domino.
Come lacrime nella pioggia, Sofia Domino, copertina.
Titolo: Come lacrime nella pioggia
Autrice: Sofia Domino
Data di pubblicazione: 19 maggio 2014.
Pagine: 275
Trama: A ventidue anni Sarah Peterson è una comune ragazza di New York, appassionata di fotografia e di viaggi. A quindici anni Asha Sengupta è una giovane ragazza indiana, venduta come sposa da suo padre.
D’improvviso il presente di Sarah s’intreccia con quello di Asha. L’amicizia tra due ragazze, diverse ma uguali, spiccherà il volo. Non solo Sarah si ritrova, con il suo fidanzato, a vivere per lunghi periodi in un villaggio remoto dell’India, ma scoprirà che cosa si nasconde in un Paese magico e allo stesso tempo terrorizzante. Asha farà di tutto per lottare per i suoi sogni, per avere dei diritti paritari a quelli degli uomini e per continuare a studiare, perché non vuole sposarsi così giovane, e non vuole sposare chi non ama. Sarah si schiererà dalla sua parte, ma nel suo secondo viaggio in India scoprirà che Asha è scomparsa. Liberarla dalla trappola in cui è caduta, per Sarah diventerà un’ossessione.
Un romanzo che fa luce su una verità dei giorni nostri, una storia di violenze, di corruzioni, di diritti negati. Una storia sull’amicizia. Una storia in grado di aprire gli occhi sull’India, il Paese peggiore in cui nascere donna.
Prezzo: GRATUITO. Se vuoi leggere il romanzo, mandami una mail a sofiaromanzo@yahoo.it, te lo invierò volentieri. Invito i miei lettori a firmare gratuitamente una petizione per aiutare le donne dei villaggi rurali indiani ad avere una vita migliore e a donare ad Amnesty International, la più grande organizzazione per i diritti umani.
Info per la petizione: http://sofiadominolibri.blogspot.it/p/changeorg-petizione-india.html
Sito utile: http://sofiadominolibri.blogspot.it/
Pagina Goodreads del romanzo: http://www.goodreads.com/book/show/21976661-come-lacrime-nella-pioggia
Pagina Facebook dell’autrice: https://www.facebook.com/pages/Sofia-Domino/507359806040666
Breve biografia dell’autrice: sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la mia passione principale. Oltre a scrivere adoro leggere e sognare. Inoltre, viaggio non appena posso. “Come lacrime nella pioggia” è il mio secondo romanzo; “Quando dal cielo cadevano le stelle” è il mio romanzo d’esordio.

La recensione di “La vita non dura un quarto d’ora” di William Prada by Evelyn Storm

414qGs7ooaL__AA258_PIkin4,BottomRight,-31,22_AA280_SH20_OU29_
Titolo: La vita non dura un quarto d’ora
Autore: William A. Prada
Casa editrice: Narcissus.me
Numero pagine: 18 secondo il mio ebook- reader
Trama: William A. Prada apre il suo cuore e mette insieme un libro toccante il cui genere è di difficile collocazione. A metà strada tra l’epistolario e il racconto, “La vita non dura un quarto d’ora” raccoglie aneddoti, confessioni, piccoli racconti ed emozioni che ruotano attorno alla figura amata del padre dell’autore. Col cuore in mano, Prada dedica al padre scomparso il canto del suo amore, con la consapevolezza che l’essersi temporaneamente “allontanato” del padre coincide con quel viaggio che ciascuno di noi deve affrontare dopo la morte. A quell’uomo tanto amato, Prada invia, come in una missiva intima e delicata, parole sincere e struggenti. Un libro prezioso che ci pone davanti a quel dolore connaturato nella vita di ciascuno, ma per il quale non si è mai abbastanza preparati.
Recensione: Siamo davanti a un mini romanzo, quindi non aspettatevi una lunghissima recensione. Dirò solo l’essenziale. La storia si apre con una prefazione rivolta al lettore, inteso quasi come un amico. Ho apprezzato molto lo stile colloquiale, in parte scherzoso, nonostante ci troviamo davanti a una profonda mancanza dovuta a un lutto, la scomparsa del padre, e il fatto che l’autore si metta in gioco, chiarendo da subito di volersi confidare, di voler condividere la lettera che seguirà. Il tutto è scritto come fosse un dialogo verbale, anche con domande a cui egli stesso riesce a darsi una risposta. E si arriva così alla vera lettera, che riprende lo stesso stile e lo stesso porsi domande con relative risposte. L’unica cosa che forse avrei cambiato, perché se all’inizio della lettera va bene chiedere alla persona scomparsa domande sui loro ricordi in comune, ad esempio, e rispondersi, d’altronde cos’altro potrebbe fare?, dopo un po’ queste continue domande e risposte diventano… come dire, troppe. O almeno, io ho avuto quell’impressione. Venendo alla lettera vera e propria, è innegabile sia molto toccante e capace di provocare nel lettore vari sentimenti quali la tristezza, la malinconia, la comprensione, la riflessione, strappando a volte dei sorrisi e frasi del tipo “è vero, capisco cosa vuoi dire”. Un tema diverso dai soliti, originale e più profondo.