Ultime recensioni fatte

. Sandy Raven. “La sposa di Caversham”: Ho iniziato a leggere questo libro e devo ammettere che mi è piaciuto da subito. Le descrizioni sono accurate e realistiche per i canoni del tempo, i caratteri si intuiscono bene, come se i personaggi fossero davvero con te nella stessa stanza o davanti ai tuoi occhi. Ci sono colpi di scena, non va sempre tutto bene, a volte succedono cose impreviste. Devo dire che il romanzo si legge davvero tutto d’un fiato, grazie alla scrittura dell’autrice e a due protagonisti forti e orgogliosi come Lia e Ren, uniti nell’amore contro tutto e tutti. Anche l’ambientazione Tangeri-Londra, il viaggio in nave, le premesse del loro incontro hanno contribuito a farmi adorare la storia. Infine, mi permetto solo un piccolo appunto. Ho trovato romanzi tradotti in un italiano scadente, cosa per cui ho smesso la lettura. In questo libro la traduzione è molto buona, c’è solo qualche piccola svista che a tutti può succedere. Lo consiglio.
. Elvira Tonelli. “Oltre le nuvole”: Ela e la sua storia… come si fa a restare indifferenti a quello che le succede? Elvira Tonelli ha scritto un libro intenso, scorrevole, che ho sentito nel profondo. Ho anche pianto e mi sono commossa, mi sono arrabbiata, ho provato vicinanza e rispetto nei confronti di questa forte protagonista che riesce a tirare fuori la forza anche davanti alle situazioni più tormentate. Ha toccato la mia sensibilità e il mio animo. Leggetelo, se volete una lettura diversa, dove l’amore non è solo quello verso un uomo. Lo consiglio.
. Sandy Raven. “Già sua”: Avevo già letto “La sposa di Caversham”, che mi era piaciuto molto, ma forse “Già sua” mi è piaciuto ancora di più. Elise ha un carattere indipendente e forte. E’ una ragazza che sa il fatto suo e sa amare, restando fedele al proprio cuore. Michael l’ha sempre reputata una bambina, la sorellina del suo migliore amico Ren. Ma, quando se la ritrova davanti dopo un periodo di lontananza, ne è attratto, nonostante sia un po’ frenato. Tra alti bassi, malintesi e nemici-rivali la storia si dipana e si legge davvero con piacere. Apprezzo la scrittura di Sandy Raven, che è riuscita a trasportarmi in un’altra epoca e a farmi desiderare di viverci. Un altro mio apprezzamento va anche alla traduzione. Sicuramente è un libro che consiglio.
. Brenda Mill. “Inganno globale”: Già dalle prime righe mi sono subito accorta di essere davanti a una storia particolare. La ricchezza di Phoebe, la protagonista, trasuda da tutti i pori, anche se lei non è la classica figlia di papà. Ma è il mondo a cui appartiene e che le gira attorno a essere fatto di ricchezza e superficialità, che spesso porta alla noia. E per noia, si sa, si può fare qualsiasi cosa. Ora, non avendo letto gli altri libri della trilogia non so ancora se sia la noia o cosa a muovere certi meccanismi e certi ragazzi, ma Phoebe, volente o nolente, ne paga le conseguenze in modo doloroso. Così cambia. Da vittima si trasforma, indaga, vuole capire la verità, anche a costo di scoprire qualcosa che la sconvolgerà. Un romanzo denso di emozioni, che ti catapulta dalle stelle ai vuoti dell’anima di certe sette o congreghe. L’ho letto senza quasi mai fermarmi, perché ti prende e vuoi sapere come va a finire, cosa succederà. Complimenti all’autrice che ha saputo dosare il bello e il brutto, portando alla luce degli aspetti della vita che ci sono, purtroppo, anche se magari sono nascosti ai più. Tocca anche temi attuali e drammatici. Lo consiglio.
. Brenda Mill. “Inganno fatale”: Avevo già letto “Inganno Globale”, così sono andata avanti a leggere anche questa seconda parte. L’autrice non mi ha affatto delusa, tanto che ho letto il libro in un intero giorno. La vita della protagonista, Phoebe, è sempre più piena di colpi di scena. Le giornate trascorrono tra la scuola, le feste di Lord Black e i ragazzi che le ruotano attorno. Ma chi sono veramente? Di chi ci si può fidare? Chi si può concedersi il lusso di amare? Ed ecco che entra in scena un inaspettato fratellastro, una specie di odiosa matrigna, la ex di Daniel, per citarne alcuni. Quindi, in questa storia, troviamo nuovi personaggi, ma anche una nuova ondata di violenza, due morti, nuovi misteri e sparizioni. Un libro da leggere per i suoi temi scottanti e non inusuali e per la scrittura coinvolgente. Lo consiglio.